7 settembre 2012

Biscotti di Farina di Riso con Lamponi e Mandorle

Posted in dolci & desserts, Le mie ricette, pasticceria secca tagged , , , , , a 11:57 am di pixel3v

Come promesso, si riparte (o almeno, si prova a ripartire) con qualche ricettina… I biscotti e la pasta frolla in generale sono i cibi dolci che più adoro (notare le ultime ricette pubblicate in questo blog – le ultime prima degli sfoghi sentimentali – ), e mi piace cimentarmi in qualche esperimento mischiando farine e frutta secca… Da uno dei miei esperimenti sono nati questi Biscotti di Farina di Riso con Lamponi e Mandorle, leggeri e gustosi… Provateli con un buon tè  😉

INGREDIENTI (per 40 biscotti quadrati, lato 3cm)
200 gr di farina di riso
1/2 limone (scorza)
100 gr di zucchero (o 80 gr. di fruttosio)
40 gr. di mandorle in granella
1/2 cucchiaino di bicarbonato
1 cucchiaino di vaniglia in polvere
1 pizzico di sale
60 gr. di lamponi essiccati
80 gr di burro
1 uovo

PREPARAZIONE
In una ciotola setacciate la farina di riso, la scorza di limone, lo zucchero (o fruttosio), le mandorle in granella, il bicarbonato, la vaniglia ed il sale; spezzettate i lamponi essiccati ed uniteli agli ingredienti secchi. Fate a tocchetti il burro, quindi impastatelo nella ciotola usando le mani, fino a formare un composto bricioloso. Unite l’uovo e mescolate bene fino a formare una palla; avvolgetela con la pellicola e lasciatela riposare in frigo per mezz’ora circa.
Terminato il tempo di riposo della pasta stendetela su di un piano infarinato a circa 1,5 cm di altezza; intagliate i biscotti con il tagliapasta (o, se volete fare come me, con il coltello formate dei quadrati) e fate cuocere a 180° C per circa 15 minuti; fate raffreddare e servite.

15 maggio 2012

Trancetti di Frolla (all’Arancia) con Crema all’Arancia

Posted in dolci & desserts, Le mie ricette, pasticceria secca, torte e crostate tagged , , , , a 1:04 pm di pixel3v

Cambiamento, che parola difficile. Non so a voi, ma a me il cambiamento spaventa un sacco… Ultimamente mi trovo a parlarne spesso con amici e con persone care, proprio perché mi trovo spesso a dovermi confrontare con situazioni che presuppongono un più o meno rischioso balzo nel buio… E la mia risposta ai tanti dubbi è, troppo spesso, “non lo so”. Forse mi manca il coraggio di prendere decisioni, non lo so, ma per me il detto “chi lascia la strada vecchia per la nuova sa quello che lascia, ma non quello che trova” è decisamente calzante… O almeno, quasi sempre. Dove voglio arrivare? Non lo so neanche io (giustappunto), a dire il vero sto scrivendo solo per me stessa, che buttando giù i pensieri, questi si fanno più nitidi; o forse, inconsciamente,  sto chiedendo aiuto a chi mi legge… Vabbè. Si sta facendo tardi e tra poco la mia pausa pranzo è finita… Bando alle ciance e sotto col lavoro 🙂
A proposito di cambiamenti, questi Trancetti di Frolla (all’Arancia) con Crema all’Arancia sono in pratica una rivisitazione di una classica crostata alla crema pasticcera con classicissima pasta frolla di base. Però… Però così hanno un tocco in più, per chi piacciono (e lo so che son fuori stagione, ma a me le arance spremute piacciono così tanto che le compro ancora… 😛 ).

INGREDIENTI (per una teglia rettangolare, 22 x 28 cm):
per la base di frolla
:

200 gr. di farina 00
1 pizzico di sale
120 gr. di zucchero (o 90 gr. di fruttosio)
1 arancia (scorza grattugiata)
110 gr. di burro freddo
per la crema all’arancia
:

250 ml di panna fresca
1 uovo + 3 tuorli
150 gr. di zucchero (o 110 gr. di fruttosio)
2 cucchiai colmi di maizena
4 arance (succo – circa 450 ml) + la scorza di 2

PREPARAZIONE
In una ciotola unite la farina, il sale, lo zucchero (o fruttosio) e la scorza di arancia grattugiata; aggiungete il burro freddo a tocchetti e lavorate con la punta delle dita fino a formare una pasta briciolosa, quindi versate il composto nella teglia rivestita con carta da forno e, con le dita, pressate le briciole cercando di non lasciare buchi, creando uno strato di base uniforme. Infornate a 180° C per circa 15 minuti.
Nel frattempo preparate la crema all’arancia: portate ad ebollizione la panna in un pentolino. In una ciotola sbattete l’uovo ed i tuorli con lo zucchero, quindi versate a filo la panna calda, sempre mescolando e, poca alla volta, la maizena. Mescolate sempre con la frusta fino a che il composto non sarà liscio ed omogeneo, quindi trasferite di nuovo il composto nella casseruola, unite il succo delle arance e portate ad ebollizione, mescolando di continuo; lasciate sobbollire per circa 5 minuti, sempre mescolando (io utilizzo la frusta a mano), fino a che la crema non si sarà ben addensata; solo a questo punto incorporate la scorza.
Sfornate la base di frolla, versatevi sopra la crema, quindi reinfornate per altri 20 minuti sempre a 180° C, fino a che la crema non si sarà quasi del tutto rassodata. A questo punto sfornate, fate raffreddare prima a temperatura ambiente e poi in frigorifero per almeno un paio d’ore; al momento di servire sformatelo e tagliatelo a trancetti quadrati o rettangolari.

Vi lascio all’ascolto di Chris Isaac e la sua Wicked Game 🙂

20 aprile 2012

Biscotti Integrali con Mirtilli, Pinoli e Zucchero di Canna

Posted in dolci & desserts, Le mie ricette, pasticceria secca tagged , , , , , a 12:41 pm di pixel3v

Uno degli aspetti negativi del lavorare lontano da casa, è che il pranzo caldo in pratica non esiste. Ormai ho scordato i fumanti piatti di pasta delle 13,00… Al loro posto, anche durante il gelido inverno, fresche insalatine e tutt’al più fette di torte salate preparate il giorno prima. Già, il giorno prima… Mh, in realtà non era mia intenzione lamentarmi del mio pranzo quotidiano… Piuttosto, stavo facendo una considerazione che deriva proprio dallo stare fuori casa durante le ore “luminose”. Il che significa, come si nota dalle ultime mie ricette pubblicate se ci fate caso, che non cucino praticamente da una vita un primo o un secondo piatto: le mie ultime ricette sono tutte o quasi cucinate dopo cena e fotografate il mattino successivo alle 7,30 🙂
La considerazione numero due riguarda lo zucchero di canna, il protagonista di questi miei Biscotti Integrali con Mirtilli, Pinoli e Zucchero di Canna. Ma badate bene: non sto parlando dello zucchero di canna raffinato, quello che si trova al bar insomma (che dicono sia molto peggio dello zucchero semolato bianco, che già non è il massimo), ma di quello integrale, non raffinato insomma, quello nelle buste che sembrano pacchi di sabbia, con quel vago sentore di liquirizia… Io mi fermo qui con le spiegazioni, ma vi linko un articolo di Murex che è molto esplicativo a tale proposito (nonchè la mia fonte di conoscenza sull’argmento, anni fa)… Leggetelo, sul serio 😉

INGREDIENTI (per circa 35 biscotti, diametro 4 cm)
225 gr. di farina integrale
75 gr. di farina 00
1 cucchiaino (7 gr. circa) di baking powder
½ cucchiaino scarso di bicarbonato
140 gr. di zucchero di canna integrale (io non uso quello raffinato, è peggio di quello bianco)
1 pizzico di sale
115 gr. di burro freddo
1 uovo
100 gr. di mirtilli neri essiccati
40 gr. di pinoli

PREPARAZIONE
Preriscaldate il forno a 180° C; setacciate le due farine con il lievito, il bicarbonato, lo zucchero ed il sale, quindi incorporate il burro a pezzetti e lavoratelo con le dita fino ad ottenere un composto granuloso. A questo punto unite prima l’uovo, quindi i mirtilli tenuti prima a rinvenire una decina di minuti in acqua calda e poi ben sgocciolati, ed infine i pinoli precedentemente tostati; mescolate bene ed unite qualche cucchiaio di latte se il composto dovesse essere ancora troppo bricioloso. Prelevate l’impasto con le mani infarinate, formate delle palline, sistematele su una teglia da forno appiattendole leggermente e lasciate cuocere per circa 20 minuti; lasciate raffreddare prima di servire.

Con questa ricetta partecipo al contest “basta un poco di zucchero e…” di Note di cioccolato! Cliccate il banner per le info ed affrettatevi che manca poco tempo!

Vi lascio all’ascolto di un pezzo che non ha bisogno di presentazioni… Come suggerisce il titolo, statevene in silenzio ed ascoltatevi i Dream Theater conThe Silent Man:mrgreen:

8 marzo 2012

Biscotti al Burro di Arachidi con Uvetta e Cioccolato Bianco

Posted in dolci & desserts, Le mie ricette, pasticceria secca tagged , , , , , , , , a 12:58 pm di pixel3v

Ci sono giorni in cui una donna comprerebbe davvero l’America, se potesse.
Ultimamente l’amore smodato per le cose materiali mi sta spingendo molto oltre, ammetto. Tempo fa mi hanno parlato di un negozio, vicino al mio ufficio, che vende specialità siciliane: mi ci sono fiondata pregustando già una spesa coi controcazzi… Il locale era un po’ spoglio però, molte cose si potevano avere solo su ordinazione e la mia smania di portare a casa almeno un paio di souvenir mi ha fatta fiondare su di un vasetto di “crema di nocciole”…  Già immaginavo il puro godimento. Voi non potete avere idea della delusione non solo mia, ma pure di quelle golosone della mia mamma e della mia sorella, un attimo dopo aver intuffato tutte felici i nostri cucchiaini dentro quel vasetto unto… Non che fosse cattiva eh, questa crema, ma certamente poteva essere meno oleosa… E invece sembrava esattamente burro d’arachidi, stessa consistenza e sapore molto molto simile, ma non certo una cremina succulenta da spalmare sul pane a colazione 😦 (ps. per inciso, il pane e panelle che fanno al venerdì è diventato il mio pranzo ufficiale però, quello è speciale!)
Proferiti i dovuti mea culpa per questo acquisto irrazionale quanto impulsivo, il passo successivo consisteva nel dimostrare a tutti che io non la butto via, la roba, e qualcosa da farci lo trovo sempre… Ecco quindi che ho pensato a questi Biscotti al Burro di Arachidi con Uvetta e Cioccolato Bianco, uno stratagemma che mi ha consentito non solo di portare, fortunatamente, quasi a fine quel vasetto, ma anche di consumare un po’ dell’uvetta catanese che, ahimè, piace solo a me, e quel cioccolato bianco, comprato a carrellate di diverse marche per capire quale di questi è più facile sciogliere sul fuoco (impresa che mi riesce di rado, peraltro).

INGREDIENTI (per 50 biscotti)
125 gr di burro morbido
70 gr di burro di arachidi (o crema di nocciole untuosa come la mia 😀 )
150 gr di zucchero (o 110 gr di fruttosio)
1 uovo
250 gr di farina
½ cucchiaino di bicarbonato
70 gr di uvetta
40 gr di cioccolato bianco

PREPARAZIONE
Preriscaldate il forno a 180° C. In una ciotola unite il burro morbido a pezzi, il burro di arachidi, lo zucchero (o fruttosio) e l’uovo; mescolate energicamente con la frusta (io uso quella a mano) fino ad ottenere una crema omogenea, quindi incorporate la farina ed il bicarbonato e mescolate bene con un cucchiaio; unite infine l’uvetta precedentemente ammollata in acqua calda e strizzata, ed il cioccolato bianco a pezzettini; amalgamate bene. Con le mani infarinate formate delle palline grosse come noci, ponetele su di una leccarda rivestita con carta da forno ben distanziate tra di loro (si allargheranno molto!) e fatele cuocere nel forno già caldo a 180° C per 15 minuti. Sfornate e fate freddare bene prima di servire.

Il burro di arachidi sprigiona il suo aroma quando i biscotti sono appena sfornati, ma una volta freddi non si sente praticamente più… Quindi non aspettatevi di sentire chissà cosa (come me), se non un sapore molto “burroso”…

Vi lascio all’scolto di un pezzo molto bello quanto triste: Someone Like You di Adele… 😉

Con questa ricetta partecipo al contest di: In punta di Coltello, Dolci & delizie di GiusyIl Mio saper fare… Sotto con le ricette cioccolatose 😉

27 luglio 2011

Cookies con Cioccolato Bianco e Pistacchi

Posted in dolci & desserts, Le mie ricette, pasticceria secca tagged , , a 11:04 am di pixel3v

Cercando in rete, ho trovato con mio grande stupore una ricetta che pare essere tramandata nei secoli, tanti sono i blog e i siti che la riportano senza cambiare una virgola… Io, ad esempio, l’ho trovata qui, qui, qui, qui e qui… E mi son fermata alla prima pagina di Google! Non so a quale di tutti questi blog vada il merito dell’idea, so solo che, mi son detta, dev’essere di sicuro una ricetta testata ed approvata, di sicura riuscita quindi, ed ho deciso di lasciarla così com’era anch’io, eccezion fatta per quanto concerne i dolcificanti (fruttosio al posto di zucchero semolato + zucchero di canna), e per la vaniglia (1 cucchiaio è decisamente tanterrrrimo!).
Ah, comunicazione di servizio: Miranda mia, questi erano gli ultimi tuoi preziosissimi pistacchi di Bronte!

INGREDIENTI (per 35 biscotti, diametro circa 4 cm)
1 uovo
80 gr. di olio di semi (non usate quell’ d’oliva perchè si sente troppo il sapore, fidatevi!)
100 gr. di zucchero semolato + 50 gr. di zucchero di canna (per me 120 gr. di fruttosio)
½ cucchiaino di vaniglia in polvere
100 gr. di pistacchi tritati
180 gr. di farina 00
1 cucchiaino raso di lievito (io uso la baking powder)
100 gr. di cioccolato bianco

PREPARAZIONE
Preriscaldate il forno a 170° C. In una ciotola mescolate l’uovo con l’olio e lo zucchero (o fruttosio), quindi unite la vaniglia ed i pistacchi e continuate ad amalgamare bene. Setacciate la farina con il lievito ed unitela all’impasto; incorporate infine la cioccolata tagliata a pezzetti (al coltello), quindi mescolate vigorosamente con un cucchiaio di legno fino a che l’impasto non sarà omogeneo (dev’essere appiccicoso eh!).
A questo punto, usando due cucchiai, prelevate l’impasto a cucchiaiate e poggiate ognuna di esse su di una teglia rivestita con carta da forno, cercando di dare ad ogni “pallina” una forma rotonda; lasciate un po’ di spazio tra una cucchiaiata e l’altra, che in cottura si allargheranno un bel po’. Cuocete per circa 15/20 minuti, fino a che i biscotti non inizieranno a colorirsi esternamente (dentro invece dovrebbero restare morbidini); lasciate freddare bene prima di gustare 😉

Questo è l’ultimo post prima delle mie “ferie”… Non ho voglia di dire altro in realtà, niente al riguardo, solo, auguro a tutti voi di passare il mese di agosto nel miglior modo possibile… Quanto a me, vi lascio con My Way di Frank Sinatra… Significativa quanto basta. A presto…

13 giugno 2011

Biscottini alla Vaniglia

Posted in dolci & desserts, Le mie ricette, pasticceria secca tagged , , , a 12:02 pm di pixel3v

Buon inizio settimana a tutti voi (pochi) che mi leggete! Siete andati a votare? No?! E che aspettate?? Fatelo, mancano solo due ore!!! 😛
Beh, niente, fine della propaganda, largo alla cucina 😉 Credo di poter affermare che questi biscottini siano quanto di più semplice e genuino si possa desiderare per la prima colazione… Sono dolci, rapidissimi a farsi e molto, molto friabili 🙂 La scorsa settimana li ho ripreparati (un vagone!) per portarli al mare ed hanno avuto (modestamente) un grande successo… 😉

 

INGREDIENTI (per 60 biscottini rotondi, diametro 3/4 cm)
270 gr. di farina 00
1 cucchiaino di vaniglia in polvere
1 pizzico di sale
100 gr. di zucchero a velo (o 75 gr. di fruttosio a velo)
150 gr. di burro freddo
3 tuorli

PREPARAZIONE
Setacciate la farina con la vaniglia, il sale e lo zucchero (o fruttosio) a velo. Aggiungete il burro tagliato a tocchetti ed impastate con le dita fino ad ottenere un composto bricioloso. A questo punto unite i tuorli ed impastate fino a che il tutto non sarà omogeneo. Formate quindi quattro salsicciotti dal diametro di circa 3/4 cm, avvolgeteli con la pellicola e lasciate che l’impasto riposi in freezer per 10/15 minuti. Trascorso questo tempo tagliate ciascun salsicciotto a fette spesse circa1 cm (all’incirca ne viene una quindicina per ogni rotolino).
Ponete i vostri biscottini su una leccarda rivestita con carta da forno distanziati tra loro e cuocete nel forno già caldo per 15-20 minuti a 180° C, fino a che non saranno leggermente coloriti e croccanti.

Con questa ricetta partecipo al contest di Antonella… Non dovrebbe esservi nuovo questo logo visto che è la terza ricetta con cui partecipo, ma in ogni caso rinnovo l’invito: cliccate il banner sottostante! 😉

1 giugno 2011

Biscotti al Cioccolato Bianco con Fragole e Menta

Posted in dolci & desserts, Le mie ricette, pasticceria secca tagged , , a 12:44 pm di pixel3v

Ve lo devo proprio dire, sì, che di questi biscottini di mia invenzione vado quanto mai orgogliosa… Intanto, non avevo mai messo prima della frutta fresca negli impasti di pasticceria secca… E la cosa è decisamente da riproporre 😉 Inoltre, devo dire che l’accoppiata cioccolato bianco (non a pezzi, ma fuso ed amalgamato all’impasto) + fragole è divina… Per non parlare della menta, che conferisce quel tocco in più che… Mmmhh… Insomma, questi Biscotti al Cioccolato Bianco con Fragole e Menta sono stati un’idea quanto mai riuscita e decisamente da ripetere, sperimentando magari con altra frutta estiva 😉

INGREDIENTI (per circa 60 biscotti)
260 gr. di farina 00 + quella per dopo
20 gr. di maizena (amido di mais)
100 gr. di zucchero a velo (o 75 gr di fruttosio a velo)
½ cucchiaino di vaniglia in polvere
1 pizzico di sale
1 mazzetto di menta fresca (una dozzina i foglioline)
60 gr. di burro
100 gr. di cioccolato bianco
150 gr. di fragole (peso da pulite)

PREPARAZIONE
In una ciotola capiente setacciate la farina con la maizena, lo zucchero (o fruttosio) a velo, la vaniglia, il sale e la menta tritata finissimamente; a questo punto unite il burro ed il cioccolato bianco, che avrete fuso insieme (meglio se a bagnomaria), quindi iniziate a mescolare con una forchetta; aggiungete le fragole lavate e tagliate a pezzetti piccoli ed impastate bene con le mani fino a che l’impasto non risulterà omogeneo e liscio e le fragole un po’ spappolate. L’impasto sarà pure appiccicoso, ma non temete: una volta che l’avrete reso abbastanza omogeneo formate 4 palle, quindi infarinatele bene una alla volta e, con le mani anch’esse infarinate, formate 4 salsicciotti cilindrici dal diametro di circa5 cmciascuno. Avvolgete ogni salsicciotto con la pellicola trasparente e lasciateli riposare in freezer per circa 40 minuti (son molto molli e ci mettono un po’ a solidificarsi). Trascorso questo tempo riprendete i salsicciotti, ricavatene delle fette spesse1 cmcirca, quindi disponete i vostri biscotti su una teglia rivestita con carta da forno, distanziandoli un pochino l’uno dall’altro. Cuocete in forno già caldo a 180° C per circa 20 minuti; fate raffreddare bene prima di servire.

Con questa ricetta partecipo al contest “Afternoon Tea Time” di Antonella e a “La Raccolta delle Fragole” di Irina… Eccovi i banner, cliccateli 😉

9 maggio 2011

Biscottini al Limone (Senza Uova)

Posted in dolci & desserts, Le mie ricette, pasticceria secca tagged , , , , a 10:24 am di pixel3v

Inizio partendo dalla fine. Nel senso che inizio spiegandovi il motivo per cui ho specificato, nel titolo, che questi biscotti sono senza uova: beh, per me stessa.
Da diversi mesi, all’incirca una volta alla settimana, mi sveglio con le labbra gonfie in stile Cicciolina dei tempi d’oro; il gonfiore passa nell’arco di un paio d’ore, ma da quel momento e per i tre giorni successivi le mie labbra si screpolano spellandosi vistosamente, si arrossano e mi prudono intensamente, roba che una puntura di zanzara tigre, anche della più agguerrita in circolazione, è nulla al confronto 🙂
Insomma… Per un periodo di prova durato 15 giorni, in seguito alle prove allergiche, mi è stato rigorosamente impedito di assumere cibi che rilasciassero istamina (uova, frutta secca, pesce, cioccolato, pomodoro) e mi è stato detto di evitare tutti i cibi contenenti conservanti. In sostanza, la mia dieta si è ridotta alla sola assunzione di verdure (tranne il pomodoro), frutta, carne ai ferri, legumi e qualche formaggio freschissimo.
E la colazione? No conservanti (quindi via i dolcetti preconfezionati), no uova (quindi no anche ai dolci fatti in casa che ne contenessero), no al cioccolato ed alla frutta secca… Beh, non sto a dirvi che la prima cosa che ho fatto è stata una ricerchina su Google: “dolci senza uova” (poi eventualmente cioccolato e frutta secca li avrei eliminati facilmente). E inutile dire che, vista la mia predilezione per la pasticceria secca, questi biscotti hanno subito attirato la mia attenzione… Vi riporto quindi la ricetta di questi Biscottini al Limone (Senza Uova) anche qui (benché riadattata da me all’impastare manualmente e non con la planetaria), perché meritano davvero… Sono burrosissimi (embè, qualche cosa ci vuole dentro, no?) e limonosissimi… Una goduria per il palato ed una soddisfazione per le mie giornate ad istamina zero… Anche se poi la prova si è rivelata essere un buco nell’acqua :/

INGREDIENTI (per circa 50 biscotti)
260 gr. di farina 00
100 gr. di zucchero a velo (o 75 gr di fruttosio a velo)
½ cucchiaino di vaniglia in polvere
2 limoni (scorza di entrambe e 2 cucchiai di succo)
20 gr. di maizena
1 pizzico di sale
160 gr. di burro

PREPARAZIONE
In una ciotola setacciate la farina, lo zucchero (o fruttosio) a velo, la vaniglia, la scorza dei limoni, la maizena ed il sale; unite il burro a tocchetti ed impastate con le dita fino ad ottenere un composto granuloso. A questo punto unite il succo di limone ed impastate finchè l’impasto non sarà omogeneo. Formate 4 salsicciotti di circa 5 cm di diametro ciascuno, avvolgeteli nella pellicola e lasciateli riposare in freezer per 20 minuti circa.
Trascorso il tempo di riposo tagliate ciascun salsicciotto a fette spesse circa 1 cm; lasciate cuocere a 180° C per 15 minuti scarsi, lasciate raffreddare bene e servite.

 

Ah; provate anche la versione all’arancia se vi va (anche se, beh, non è più stagione ormai)… Sono altrettanto buoni e profumati 😉

Con questa ricetta profumata e primaverilissima partecipo al contest di Babette… Tutte le info sono qui nel banner a lato!!

18 aprile 2011

I Biscottini Sablé di Sigrid (e la mia Brigitte!)

Posted in dolci & desserts, Le mie ricette, pasticceria secca tagged , , , , , a 12:18 pm di pixel3v

Chi è Brigitte? Ma un attrezzo culinario, ovvio 😀
Prima che stiate a fare pensieri strani, quindi, vi riporto subito sulla terra mostrandovi una foto dell’aggeggio in questione, che io ho preso su Ebay da un rivenditore tedesco ma che potete trovare qui (semmai con le istruzioni in italiano ecco, non che serva chissà quale scienza ma per me che non mastico manco mezza sillaba di tedesco lì per lì è stato un po’ difficoltoso… 😳 )


(foto presa da qui)

In sostanza, trattasi di uno stampo per biscotti tipo petit beurre con incluso un simpatico stampino con lettere componibili: si possono stampare sui biscotti le parole che vogliamo, fino ad un massimo di dieci caratteri… Una figata!
Insomma, dicevo, questo aggeggio l’ho ordinato poco tempo fa e l’ho subito testato, preparando questi biscottini di Sigrid, che tra l’altro ci sono anche sul libro Regali Golosi, e che tra l’altro pure Sigrid ha preparato appositamente (ben 4 anni fa… Io arrivo moooolto dopo 😳 ) per testare il suo stampino Brigitte 😀
Bando alle ciance quindi, ecco qui I Biscottini Sablé di Sigrid, per una colazione coi fiocchi… La ricetta la riporto con le mie piccole modifiche (zucchero a velo al posto del vanigliato e sale normale al posto del fior di sale):

INGREDIENTI (per 30 biscotti rettangolari, 7 cm x 4,5 cm)
250 gr. di farina 00
125 gr. di zucchero (o 90 gr. di fruttosio)
10 gr. di zucchero a velo (o 8 gr. di fruttosio a velo)
½ cucchiaino di sale
125 gr. di burro
1 uovo

PREPARAZIONE
In una ciotola setacciate la farina con gli zuccheri e con il sale, quindi unitevi il burro freddo a tocchetti e lavorate il tutto con le dita fino ad ottenere una pasta briciolosa ed omogenea. A questo punto unite l’uovo ed impastate fino a che il tutto non sarà ben amalgamato, quindi formate una palla, avvolgetela con la pellicola trasparente e ponetela in frigo a riposare per un’ora.
Trascorso in tempo di riposo della pasta, stendetela col matterello su di un piano ben infarinato, a circa 4/5 mm di spessore, e ricavate i biscotti con il vostro stampino (anche senza la Brigitte andrà bene lo stesso eh!); poneteli su una leccarda rivestita con carta da forno e fate cuocere nel forno già caldo a 160° C per circa 15 minuti, o comunque fino a che i bordi dei biscotti non saranno dorati. Lasciate freddare e servite. In un barattolo con chiusura ermetica, vanno avanti per qualche giorno.

Due dritte sull’uso della Brigitte: come ho già detto, non è che questo strumento abbia bisogno di grandi spiegazioni previo utilizzo… Solo che un paio di consigli, IMHO, non fanno mai male… Insomma, io ne avrei approfittato volentieri, ne avessi trovati in rete (e invece nessun/a blogger tra tutti coloro che menzionano quest’aggeggio dice granché!)… Quindi beh, sarò la prima a dire giusto due cosine sull’uso della Brigitte 🙂 Prima di incavolarvi a morte col dannato aggeggio una volta appurato che sui vostri biscotti non è rimasta impressa nessuna parolina, assicuratevi di aver steso la pasta non troppo bassa: per questi biscotti ad esempio Sigrid parla di 2 mm di spessore, ma la (mia, almeno) Brigitte ha bisogno di un maggior spessore perché resti impresso qualcosa sull’impasto! E un’altra cosa: tenete la farina a portata di mano, perché se l’impasto è troppo appiccicoso l’estrattore della Brigitte non riuscirà a “sputare” (passatemi il termine, vi prego, rende troppo bene l’idea!) il biscotto! In ogni caso ci prenderete la mano in breve tempo, garantito 😉

Ricarichiamoci per una nuova settimana con un pezzo dei Dandy Wharols: la canzone, di successo, è Bohemian Like You… Leggerina, ma piacevole e distensiva… Di lunedì direi che ci vuole 😉 Buona settimana a tutti!

Ah, un’ultimissima cosa che riguarda la sfera politica: non amo farne e lo sapete, ma quando le iniziative le reputo giuste e doverose allora sì, sono la prima a schierarmi… E quindi vi lascio un bannerino semplice ed intiutivo che linka ad un post esaustivo quanto basta de La Banda dei Broccoli… Meditiamo gente… E votiamo 😉

16 marzo 2011

Biscotti Irlandesi ai Fiocchi d’Avena

Posted in dolci & desserts, Irlanda, Le mie ricette, pasticceria secca, piatti etnici / esotici tagged , , , , a 12:44 pm di pixel3v

Lo sapete? Domani è San Patrizio… E l’Irlanda è in festa 😛
Quest’anno ho quindi deciso di dare il mio contributo d’oltremanica in un modo più dolce dell’anno scorso (che avevo preparato le Potato Puffs, andando decisamente sul salato).
Ispirata da una ricetta proveniente dal mio librone della cucina internazionale (volume dell’Europa) integrata con questa ricetta di Pippi, ho cucinato quindi questi Biscotti Irlandesi ai Fiocchi d’Avena… Non sono croccantissimi, ma inzuppati nel latte (per chi lo beve, non io) o spalmati di marmellata son deliziosi 🙂

INGREDIENTI (per 24 biscotti quadrati, lato 4/5 cm, altezza 2 cm)
400 gr. di fiocchi d’avena
100 gr. di farina integrale
½ bustina (7/8 gr.) di lievito in polvere (io uso la baking powder)
1 pizzico di sale
80 gr. di burro
150 gr. di miele (io sostituisco con lo sciroppo d’agave)
acqua calda (150 ml)

PREPARAZIONE
Riducete in polvere metà dei fiocchi d’avena; in una ciotola, setacciate la farina d’avena così ottenuta con i fiocchi lasciati interi, la farina integrale, il lievito in polvere ed il sale. Unite quindi il burro precedentemente fuso ed il miele (o lo sciroppo d’agave) aggiungendo poi, a poco a poco, acqua calda fino ad ottenere un impasto morbido ma compatto (a me ne sono serviti 150 ml), lavorando il composto con un cucchiaio per amalgamare il tutto
A questo punto stendete l’impasto su una teglia rivestita con carta da forno, spesso circa 2 cm, cercando di dargli una forma rettangolare (io mi sono aiutata con una spatola e con le mani, ottenendo un rettangolo di circa 20 cm x 26 cm), ed incidete la superficie della pasta formando dei quadrati per agevolare poi il lavoro di taglio dopo la cottura (a me ne sono venuti 24 in tutto); infornate a 170° C per circa 20 minuti, fino a che i biscotti (o meglio, il dolce, per ora!) non saranno duri e compatti. Fate raffreddare, quindi tagliate i biscotti in quadrati seguendo le incisioni fatte in precedenza.

So che è appena mercoledì, ma auguro a tutti voi un buon fine settimana già da ora… Sarò particolarmente impegnata e non riuscirò a postare nessuna ricetta venerdì… Vi ricordo però che domenica 19 è la festa del babbo… E quale momento migliore per preparare le Frittelle di Riso (di San Giuseppe)? 😉

 

Pagina successiva

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: