27 febbraio 2013

Sformatini di Cioccolato Fondente con Cuore di Cioccolato Bianco

Posted in dolci & desserts, dolci al cucchiaio, Le mie ricette, muffins e cupcakes tagged , , , , a 1:22 pm di pixel3v

Era veramente da molto che non preparavo un dolcino come Dio comanda… Tra i vari ritagli del mio quaderno, dolcetti più o meno particolari tutti da provare, un paio di fine settimana fa la scelta del mio ciclista fotografo (ebbene sì, ho lasciato decidere a lui…) è ricaduta su questi deliziosi Sformatini di Cioccolato Fondente con Cuore di Cioccolato Bianco… In effetti il nome “sformatini”, anziché ad esempio “tortini”, è davvero azzeccato in quanto non avendo lievito, la loro consistenza è proprio quella di uno sformato salato… La preparazione è molto veloce ed il risultato è garantito!

sformatini di cioccolato 1 72dpi

INGREDIENTI (per 14 monoporzione, stampini alti 4 cm, diametro 9 cm)
200 gr. di cioccolato fondente
200 gr. di burro + quello per gli stampini
8 uova + 2 tuorli
100 gr. di zucchero (io ho usato 80 gr. di fruttosio) + quello per gli stampini
160 gr. di farina
150 gr. di cioccolato bianco

PREPARAZIONE
Imburrate gli stampini e spolverizzateli con lo zucchero (fruttosio per me), quindi poneteli in frigo. In una casseruola spezzettate la cioccolata ed il burro, quindi lasciate sciogliere il tutto a fuoco bassissimo. Una volta pronto lasciate intiepidire e nel frattempo, con le fruste elettriche, montate le uova ed i tuorli insieme con lo zucchero in una ciotola, fino ad ottenere un composto spumoso. Versate a filo la cioccolata ed il burro fusi nella ciotola delle uova continuando a mescolare, quindi unite la farina setacciata. Tritate al coltello il cioccolato bianco. Versate un mestolo di composto in ciascuno stampino, arrivando circa a metà dell’altezza, mettete al centro un po’ di cioccolato bianco, quindi ricoprite ogni stampino con altro impasto (meno di prima; dovrete fare in modo che avanzi almeno 1cm dal bordo). Ponete gli sformatini in frigo per almeno un’ora, quindi cuocete per 20 minuti a 240°C. Una volta sfornati lasciate intiepidire qualche minuto, quindi sformate gli sformatini su dei piattini da dessert e servite.

sformatini di cioccolato 2 72dpi

8 marzo 2012

Biscotti al Burro di Arachidi con Uvetta e Cioccolato Bianco

Posted in dolci & desserts, Le mie ricette, pasticceria secca tagged , , , , , , , , a 12:58 pm di pixel3v

Ci sono giorni in cui una donna comprerebbe davvero l’America, se potesse.
Ultimamente l’amore smodato per le cose materiali mi sta spingendo molto oltre, ammetto. Tempo fa mi hanno parlato di un negozio, vicino al mio ufficio, che vende specialità siciliane: mi ci sono fiondata pregustando già una spesa coi controcazzi… Il locale era un po’ spoglio però, molte cose si potevano avere solo su ordinazione e la mia smania di portare a casa almeno un paio di souvenir mi ha fatta fiondare su di un vasetto di “crema di nocciole”…  Già immaginavo il puro godimento. Voi non potete avere idea della delusione non solo mia, ma pure di quelle golosone della mia mamma e della mia sorella, un attimo dopo aver intuffato tutte felici i nostri cucchiaini dentro quel vasetto unto… Non che fosse cattiva eh, questa crema, ma certamente poteva essere meno oleosa… E invece sembrava esattamente burro d’arachidi, stessa consistenza e sapore molto molto simile, ma non certo una cremina succulenta da spalmare sul pane a colazione 😦 (ps. per inciso, il pane e panelle che fanno al venerdì è diventato il mio pranzo ufficiale però, quello è speciale!)
Proferiti i dovuti mea culpa per questo acquisto irrazionale quanto impulsivo, il passo successivo consisteva nel dimostrare a tutti che io non la butto via, la roba, e qualcosa da farci lo trovo sempre… Ecco quindi che ho pensato a questi Biscotti al Burro di Arachidi con Uvetta e Cioccolato Bianco, uno stratagemma che mi ha consentito non solo di portare, fortunatamente, quasi a fine quel vasetto, ma anche di consumare un po’ dell’uvetta catanese che, ahimè, piace solo a me, e quel cioccolato bianco, comprato a carrellate di diverse marche per capire quale di questi è più facile sciogliere sul fuoco (impresa che mi riesce di rado, peraltro).

INGREDIENTI (per 50 biscotti)
125 gr di burro morbido
70 gr di burro di arachidi (o crema di nocciole untuosa come la mia 😀 )
150 gr di zucchero (o 110 gr di fruttosio)
1 uovo
250 gr di farina
½ cucchiaino di bicarbonato
70 gr di uvetta
40 gr di cioccolato bianco

PREPARAZIONE
Preriscaldate il forno a 180° C. In una ciotola unite il burro morbido a pezzi, il burro di arachidi, lo zucchero (o fruttosio) e l’uovo; mescolate energicamente con la frusta (io uso quella a mano) fino ad ottenere una crema omogenea, quindi incorporate la farina ed il bicarbonato e mescolate bene con un cucchiaio; unite infine l’uvetta precedentemente ammollata in acqua calda e strizzata, ed il cioccolato bianco a pezzettini; amalgamate bene. Con le mani infarinate formate delle palline grosse come noci, ponetele su di una leccarda rivestita con carta da forno ben distanziate tra di loro (si allargheranno molto!) e fatele cuocere nel forno già caldo a 180° C per 15 minuti. Sfornate e fate freddare bene prima di servire.

Il burro di arachidi sprigiona il suo aroma quando i biscotti sono appena sfornati, ma una volta freddi non si sente praticamente più… Quindi non aspettatevi di sentire chissà cosa (come me), se non un sapore molto “burroso”…

Vi lascio all’scolto di un pezzo molto bello quanto triste: Someone Like You di Adele… 😉

Con questa ricetta partecipo al contest di: In punta di Coltello, Dolci & delizie di GiusyIl Mio saper fare… Sotto con le ricette cioccolatose 😉

2 marzo 2012

Torta Morbida al Cioccolato Bianco con Ananas e Noci di Macadamia

Posted in dolci & desserts, Le mie ricette, torte e crostate tagged , , , , , , , a 1:28 pm di pixel3v

Ve l’avevo già accennato qui, vi avevo avvertiti: l’amore per le Noci di Macadamia è stato così forte che dopo il salato ci ho subito preparato un dolce: una soffice Torta Morbida al Cioccolato Bianco con Ananas e Noci di Macadamia…  Sarà che le torte soffici con l’ananas mi ricordano la non Lilia, che le preparava spesso, ma questo dolce è davvero sublime…


Ah, prima di darvi la ricetta volevo avvisarvi che l’abbinamento cioccolato bianco e noci di macadamia è stratestato: basta cercare on line e troverete decine di ricette di torte con questi due ingredienti, che si sposano a meraviglia; il cioccolato bianco rende la torta soffice e profumata, mentre l’ananas dona quel tocco di esotico… La stessa ricetta, testata con le mele al posto dell’ananas (stesso peso) ha tutt’altra riuscita, per quanto sia anche questa molto buona 😉


INGREDIENTI
(per una torta rotonda, diametro 24 cm)
150 gr. di cioccolato bianco
100 gr. di burro morbido
3 uova
150 gr. di zucchero (o 110 gr. di fruttosio)
ananas 400 gr (peso da pulita – erano 6 fette)
100 gr. di noci di macadamia + alcune per decorare
50 ml di latte
250 gr. di farina
1 bustina di baking powder (15 gr.)
1 cucchiaino di vaniglia in polvere
1 limone (scorza)

PREPARAZIONE
Fate sciogliere in un pentolino, a fuoco bassissimo, il cioccolato bianco con il burro, quindi lasciate intiepidire. Nel frattempo, in una ciotola, lavorate i tuorli con lo zucchero; montate i bianchi a neve e teneteli da parte. Pulite l’ananas e ricavate dalla polpa dei cubetti molto piccoli; tritate grossolanamente le noci di macadamia (io ho usato il fondo di un bicchiere) e tostatele a secco. A questo punto unite ai tuorli prima il cioccolato ed il burro fusi, quindi il latte, la farina, il lievito, la vaniglia e la scorza di limone; infine l’ananas, le noci e, in ultimo, i bianchi montati a neve, facendo attenzione a non smontarli. Mescolate bene e versate il composto in una teglia rotonda precedentemente imburrata e infarinata; lasciate cuocere nel forno già caldo a 180°C per circa 50 minuti, o comunque fino a quando la superficie non avrà un bel colore dorato e, facendo la prova stecchino, questo uscirà pulito (se necessario, continuate la cottura coprendo la superficie con un foglio di carta da forno). A questo punto sfornate la torta, decoratela con le noci di macadamia tenute da parte e lasciatela intiepidire prima di sformarla.

Il fine settimana è alle porte ormai, io vi saluto lasciandovi all’ascolto di un pezzo più che giusto per questo venerdì sera: Thunderstruck degli AC/DC… Enjoy 😉

 

13 febbraio 2012

Praline di Semolino ai Pistacchi con Cioccolato Bianco

Posted in dolci & desserts, Le mie ricette, piccola pasticceria "morbida" tagged , , , , a 3:35 pm di pixel3v

Rieccomi a parlarvi di cibo, a distanza di un mese esatto. Stavolta, ebbene posso annunciarlo con orgoglio, ho deciso di tornare su questi schermi in modo continuativo… O almeno, è quel che mi auguro di riuscire a fare (quantomeno mi sto attrezzando per farlo, ecco)… Insomma, la buona volontà c’è (il tempo un po’ meno, ma tutto sta nell’organizzarsi… Se se ne ha voglia!). Tralasciando me stessa ed il mio umore terribilmente altalenante, una condizione psicologica per così dire precaria dovuta ad un susseguirsi di eventi non proprio felici (sotto svariati punti di vista) che mi hanno vista protagonista in questi ultimi mesi, vengo subito a parlarvi di cibo…
Queste Praline di Semolino ai Pistacchi con Cioccolato Bianco sono nate per caso: un tentativo mal riuscito di preparare un’altra cosa, un’impasto troppo solido che non mi aveva soddisfatta… E di domenica mattina alle 10,00, ancora sotto le coperte, appena 5 ore di sonno sulle spalle, l’illuminazione: ci faccio le praline!! D’altra parte si sa che la cioccolata bianca, coi pistacchi, si sposa alla perfezione, no?! 😉 Ecco qui la mia personalissima ricetta dunque, di questi dolcetti particolari ma molto sfiziosi:

INGREDIENTI (per circa 50 praline grosse come noci)
400 ml di latte
100 gr. di burro + quello per imburrare
200 gr. di semolino
100 gr. di pistacchi (peso da sgusciati) + 30 gr. per la superficie
140 gr. di zucchero (o 110 gr. di fruttosio)
1 tuorlo
400 gr. di cioccolato bianco

PREPARAZIONE
Portate il latte ad ebollizione. In una casseruola sciogliete il burro a fuoco bassissimo, quindi unitevi il semolino poco alla volta (tenete il fuoco sempre bassissimo!), mescolando ininterrottamente. Unite 100 gr. di pistacchi tritati, quindi lo zucchero (o fruttosio) poco alla volta, sempre mescolando, infine il latte ancora caldo. Continuate la cottura senza mai smettere di mescolare giusto un paio di minuti, quel tanto insomma che servirà (dovrebbe essere pochissimo tempo) per far sì che il tutto si rapprenda. A questo punto trasferite il composto (che sarà piuttosto solido) in una ciotola, lasciate che raffreddi a temperatura ambiente, quindi versatevi il tuorlo e lavorate con le mani la pasta per renderla più morbida e meno “briciolosa”.
Con le mani infarinate formate quindi delle palline; nel frattempo, sciogliete il cioccolato bianco a fuoco bassissimo (utilizzate un pentolino che sia preferibilmente alto e stretto, così potrete “pucciare” le palline di semolino e pistacchi nel cioccolato fuso molto meglio). Aiutandovi con due forchettine o con le pinze da cucina, inzuppate ciascuna pallina nel pentolino, quindi ponetele su di un piatto da portata, meglio se ricoperto con carta da forno (così la cioccolata, anche quando si sarà solidificata, si staccherà comunque bene). Ricoprite con i restanti 30 gr. di pistacchi tritati, quindi ponete le praline in frigo a raffreddare almeno un’oretta prima di servire.


Vi lascio (per riprendervi presto però, promesso!) con un pezzo splendido di un’artista che ci ha lasciati da poco, una cantante il cui nome è risuonato spesso, ultimamente, nella mia vita… Vabbè, cazzate a parte, c’è di buono che, se prima non la amavo particolarmente, adesso invece la sua voce mi dà i brividi… Eccovi Amy Winehouse, con la sua Back To Black 🙂

Con questa ricetta partecipo al contest “La Frutta Secca” di Ilaria (Dolci Passioni)… Eccovi il banner, c’è tempo per partecipare con ricette dolci e salate fino al 29 febbraio!

27 luglio 2011

Cookies con Cioccolato Bianco e Pistacchi

Posted in dolci & desserts, Le mie ricette, pasticceria secca tagged , , a 11:04 am di pixel3v

Cercando in rete, ho trovato con mio grande stupore una ricetta che pare essere tramandata nei secoli, tanti sono i blog e i siti che la riportano senza cambiare una virgola… Io, ad esempio, l’ho trovata qui, qui, qui, qui e qui… E mi son fermata alla prima pagina di Google! Non so a quale di tutti questi blog vada il merito dell’idea, so solo che, mi son detta, dev’essere di sicuro una ricetta testata ed approvata, di sicura riuscita quindi, ed ho deciso di lasciarla così com’era anch’io, eccezion fatta per quanto concerne i dolcificanti (fruttosio al posto di zucchero semolato + zucchero di canna), e per la vaniglia (1 cucchiaio è decisamente tanterrrrimo!).
Ah, comunicazione di servizio: Miranda mia, questi erano gli ultimi tuoi preziosissimi pistacchi di Bronte!

INGREDIENTI (per 35 biscotti, diametro circa 4 cm)
1 uovo
80 gr. di olio di semi (non usate quell’ d’oliva perchè si sente troppo il sapore, fidatevi!)
100 gr. di zucchero semolato + 50 gr. di zucchero di canna (per me 120 gr. di fruttosio)
½ cucchiaino di vaniglia in polvere
100 gr. di pistacchi tritati
180 gr. di farina 00
1 cucchiaino raso di lievito (io uso la baking powder)
100 gr. di cioccolato bianco

PREPARAZIONE
Preriscaldate il forno a 170° C. In una ciotola mescolate l’uovo con l’olio e lo zucchero (o fruttosio), quindi unite la vaniglia ed i pistacchi e continuate ad amalgamare bene. Setacciate la farina con il lievito ed unitela all’impasto; incorporate infine la cioccolata tagliata a pezzetti (al coltello), quindi mescolate vigorosamente con un cucchiaio di legno fino a che l’impasto non sarà omogeneo (dev’essere appiccicoso eh!).
A questo punto, usando due cucchiai, prelevate l’impasto a cucchiaiate e poggiate ognuna di esse su di una teglia rivestita con carta da forno, cercando di dare ad ogni “pallina” una forma rotonda; lasciate un po’ di spazio tra una cucchiaiata e l’altra, che in cottura si allargheranno un bel po’. Cuocete per circa 15/20 minuti, fino a che i biscotti non inizieranno a colorirsi esternamente (dentro invece dovrebbero restare morbidini); lasciate freddare bene prima di gustare 😉

Questo è l’ultimo post prima delle mie “ferie”… Non ho voglia di dire altro in realtà, niente al riguardo, solo, auguro a tutti voi di passare il mese di agosto nel miglior modo possibile… Quanto a me, vi lascio con My Way di Frank Sinatra… Significativa quanto basta. A presto…

1 giugno 2011

Biscotti al Cioccolato Bianco con Fragole e Menta

Posted in dolci & desserts, Le mie ricette, pasticceria secca tagged , , a 12:44 pm di pixel3v

Ve lo devo proprio dire, sì, che di questi biscottini di mia invenzione vado quanto mai orgogliosa… Intanto, non avevo mai messo prima della frutta fresca negli impasti di pasticceria secca… E la cosa è decisamente da riproporre 😉 Inoltre, devo dire che l’accoppiata cioccolato bianco (non a pezzi, ma fuso ed amalgamato all’impasto) + fragole è divina… Per non parlare della menta, che conferisce quel tocco in più che… Mmmhh… Insomma, questi Biscotti al Cioccolato Bianco con Fragole e Menta sono stati un’idea quanto mai riuscita e decisamente da ripetere, sperimentando magari con altra frutta estiva 😉

INGREDIENTI (per circa 60 biscotti)
260 gr. di farina 00 + quella per dopo
20 gr. di maizena (amido di mais)
100 gr. di zucchero a velo (o 75 gr di fruttosio a velo)
½ cucchiaino di vaniglia in polvere
1 pizzico di sale
1 mazzetto di menta fresca (una dozzina i foglioline)
60 gr. di burro
100 gr. di cioccolato bianco
150 gr. di fragole (peso da pulite)

PREPARAZIONE
In una ciotola capiente setacciate la farina con la maizena, lo zucchero (o fruttosio) a velo, la vaniglia, il sale e la menta tritata finissimamente; a questo punto unite il burro ed il cioccolato bianco, che avrete fuso insieme (meglio se a bagnomaria), quindi iniziate a mescolare con una forchetta; aggiungete le fragole lavate e tagliate a pezzetti piccoli ed impastate bene con le mani fino a che l’impasto non risulterà omogeneo e liscio e le fragole un po’ spappolate. L’impasto sarà pure appiccicoso, ma non temete: una volta che l’avrete reso abbastanza omogeneo formate 4 palle, quindi infarinatele bene una alla volta e, con le mani anch’esse infarinate, formate 4 salsicciotti cilindrici dal diametro di circa5 cmciascuno. Avvolgete ogni salsicciotto con la pellicola trasparente e lasciateli riposare in freezer per circa 40 minuti (son molto molli e ci mettono un po’ a solidificarsi). Trascorso questo tempo riprendete i salsicciotti, ricavatene delle fette spesse1 cmcirca, quindi disponete i vostri biscotti su una teglia rivestita con carta da forno, distanziandoli un pochino l’uno dall’altro. Cuocete in forno già caldo a 180° C per circa 20 minuti; fate raffreddare bene prima di servire.

Con questa ricetta partecipo al contest “Afternoon Tea Time” di Antonella e a “La Raccolta delle Fragole” di Irina… Eccovi i banner, cliccateli 😉

9 febbraio 2011

Cake al Cioccolato Bianco Variegato al Tè Matcha con Pistacchi

Posted in cakes, dolci & desserts, Le mie ricette tagged , , , , , , , , a 1:00 pm di pixel3v

Ci sto prendendo gusto col tè verde, che volete farci… Sarà il colore così deciso, sarà il costo così alto… Ma l’avere a che fare con un qualcosa di così “prezioso” mi fa sentire in qualche modo importante 😉
Pensando a cos’altro poter preparare con la magica polverina verde, non si può non andare a spulciare il blog del Cavoletto… Ed anche questo mio Cake al Cioccolato Bianco Variegato al Tè Matcha con Pistacchi proviene da lì!

Qui trovate la ricetta di Sigrid; io l’ho praticamente seguita alla lettera…
Ah: anche qui è necessario un enorme “grazie” alla mia amica Miry per i pistacchi di Bronte!!

INGREDIENTI (per uno stampo da plum cake di 25 x 9 cm, alto 7 cm)
3 uova
180 gr. di zucchero (io uso 140 gr. di fruttosio)
180 gr. di burro + quello per imburrare lo stampo
180 gr. di farina 00 + quella per infarinare lo stampo
1 pizzico di sale
1/2 bustina (7/8 gr.) di baking powder (lievito non zuccherato né vanigliato)
100 gr. di cioccolato bianco
2 cucchiaini di tè matcha in polvere
50 gr. di pistacchi non salati (peso da sgusciati)

PREPARAZIONE
In una ciotola sbattete i tuorli con lo zucchero (o fruttosio), quindi incorporatevi il burro fuso, la farina, il sale, il lievito ed infine gli albumi precedentemente montati a neve. Dividete l’impasto in due ed unite ad una il cioccolato bianco sciolto a bagnomaria e, all’altra, il thè matcha. Imburrate ed infarinate lo stampo da plum cake, quindi versateci prima l’impasto “verde”, poi quello bianco. Con una forchetta, fate dei leggeri movimenti dal basso verso l’alto, per creare l’effetto marmorizzato (variegato insomma), quindi ricoprite la superficie con i pistacchi grossolanamente tritati. Cuocete nel forno già caldo a 180° C per 45/50 minuti, coprendo la superficie con della carta da forno se il cake dovesse dorarsi troppo; fate la prova stecchino prima di sfornare. Lasciate raffreddare, quindi servite.

Oggi si torna a parlare di musica… Beh insomma, non proprio a parlarne… Ma ad ascoltarla, sì 😉 E di quella giusta… Un gran pezzo: i The Clash con London Calling!

4 febbraio 2011

I Blondies (White Brownies)!

Posted in dolci & desserts, Le mie ricette, piccola pasticceria "morbida", Stati Uniti tagged , , , a 12:22 pm di pixel3v

Parlavamo della saga dei brownies, l’altro giorno … E infatti, dopo i bei moroni, ecco dei graziosissimi biondini 🙂 Apparte gli scherzi, in rete non è raro trovare la versione “bianca” dei brownies, sapete? E così, già che c’ero, anch’io ho deciso di provarli… Non avrei potuto resistere, amo follemente il cioccolato bianco molto più di quello nero 😳
La preparazione de I Blondies (White Brownies)! è sostanzialmente la stessa dei Brownies, anche se io la riporto lo stesso qui, per completezza (unica differenza: metà dose dello zucchero o fruttosio rispetto ai Brownies). Una cosa, però, volevo dirvela: non ho usato le noci stavolta, per cambiare, per provare qualcosa di diverso, ed invece ho unito alla cioccolata bianca degli ottimi mirtilli essiccati che ho preso sfusi ad un mercatino di cosine sfiziosissime… Che il cioccolato bianco ed i mirtilli si sposano benissimo ne avevo avuto la certezza pochi giorni prima, quando Manuela, amica spalmina di forum con cui ho avuto il piacere, un paio di mesi fa, di assistere ad un’interessantissima conferenza sulla cosmesi eco bio tenuta da Barbara e dalle ragazze di Biofficina Toscana, ha smezzato con me una tavoletta di cioccolato bianco, bio e proveniente dal commercio equo e solidale, con i mirtilli (potete vederlo qui)… Una cosa goduriosissima! Ovvio che, con i Blondies in testa, quando ho visto quei bei mirtilli alla bancarella, l’associazione è stata inevitabile 😀

INGREDIENTI (per una tortiera rettangolare, 22 x 28 cm)
300 gr. di cioccolato bianco
180 gr. di burro
4 uova
160 gr. di zucchero (io uso 120 gr. di fruttosio)
180 gr. di farina
70 gr. di mirtilli essiccati (ma anche freschi vanno bene, magari nella loro stagione)
½ cucchiaino abbondante di vaniglia in polvere

PREPARAZIONE
Fate a tocchetti il cioccolato ed il burro e fateli fondere, insieme, a bagnomaria (il bagnomaria è importantissimo per il cioccolato bianco, che è molto più ostico a sciogliersi, ma al contempo anche più propenso ad ammassarsi ed a bruciarsi, del cioccolato nero o al latte). In una ciotola mescolate con le fruste elettriche le uova e lo zucchero (o fruttosio) fino ad ottenere un composto spumoso; a questo punto unite il cioccolato ed il burro sciolti, mescolando con un cucchiaio di legno, quindi incorporate la farina, mescolando bene per amalgamare il tutto. Aggiungete infine i mirtilli (io li spezzetto con le forbici affinché il loro sapore sia distribuito un po’ dappertutto, perché non mi piace che se ne trovi solo uno ogni tanto sotto i denti, ma potete fare come volete!) e la vaniglia, date un’ultima mescolata all’impasto e trasferitelo in una teglia rettangolare (o quadrata, basta che non sia rotonda!) precedentemente imburrata ed infarinata. Cuocete nel forno già caldo a 200° C per circa 20 minuti, assicurandovi, prima di sfornare, che si sia formata una leggera crosticina sulla superficie (se così non fosse, gli ultimi 3 minuti spostate lo stampo più in alto e ventilate solo la parte superiore del forno); cercate però di non cuocerlo troppo perché altrimenti si asciuga troppo all’interno. Lasciate freddare a temperatura ambiente, quindi tagliate il dolce a cubetti quadrati (io ne ho ottenuti esattamente 20, di cubetti, dal lato di circa 5 cm, eliminando 1 cm ai bordi) e serviteli.

Vi lascio al fine settimana con un pezzo cult di qualche tempo fa… Chi di voi si ricorda gli Everything But The Girl con la loro Missing? 😉

Ah: domani 05 febbraio è il World Nutella Day… Io quest’anno passo, ma voi sbizzarritevi 😉

28 gennaio 2011

Muffins alla Nocciola con Prugne e Cioccolato Bianco

Posted in dolci & desserts, Le mie ricette, muffins e cupcakes tagged , , , a 1:24 pm di pixel3v

Lo so, a volte sono proprio monotematica… Lo so che si è parlato di Muffins appena una settimana fa eh, che vi credete, e non è neanche che difetti di fantasia o di idee, anzi… E allora, direte, perchè ancora muffins? Principalmente, perchè da quando Claudia mi ha regalato i pirottini di cui sopra mi sono resa conto di come sia brutto lo stampo da muffins dell’Ikea, che partorisce certi affari che solo ora mi rendo conto assomiglino molto più a dei funghetti 👿 L’ho voluto riutilizzare in tempo breve, quindi, proprio per, come dire, accertarmene… Ovvio che questo stampo non cadrà in disuso eh, sia mai, non si butta via nulla, però… Indubbiamente non ci preparerò mai più dei muffins!
Insomma, questi Muffins alla Nocciola con Prugne e Cioccolato Bianco sono molto probabilmente gli ultimi muffins che preparo con lo stampo da 12 by Ikea, quello stampo che neanche un anno fa avevo inaugurato qui con tanto, tantissimo entusiasmo… 😦 E vabbè, si cresce, si cambia… E ci si accorge di cose che l’euforia iniziale non ci permetteva di vedere, tipo… La forma di ‘sti funghetti :mrgreen:

INGREDIENTI (per 12 muffins)
250 gr. di prugne secche snocciolate
100 gr. di farina di nocciole (nocciole intere tritate col mixer fino a divenire povere)
150 gr. di farina 00 + quella per gli stampini
30 gr. di zucchero (io uso 20 gr. di fruttosio)
1/2 cucchiaino di vaniglia in polvere
15 gr. di baking powder (lievito in polvere non zuccherato né vanigliato)
1 pizzico di sale
30 gr. di granella di nocciole
2 uova
150 ml di latte
40 gr. di burro
150 gr. di cioccolato bianco
olio per spennellare gli stampini

PREPARAZIONE
Ammollate le prugne in acqua tiepida. Setacciate le due farine con lo zucchero, la vaniglia, il lievito, il sale e la granella di nocciole. In un’altra ciotola, sbattete le uova con il latte; unite quindi il burro ed il cioccolato precedentemente fusi a bagnomaria (è l’unico modo per far fondere decentemente il cioccolato bianco!) ed infine le prugne ben sgocciolate e tagliate a pezzetti, mescolando bene. Versate dunque gli ingredienti umidi nella ciotola in cui avete setacciato quelli secchi, mescolate il minimo indispensabile e disponete il composto negli stampini precedentemente spennellati d’olio ed infarinati (occhio, non riempiteli troppo, che tanto gonfiano da soli). Cuocete a 180° C per 30 minuti circa, o comunque fino a che i muffins non saranno gonfi e dorati (fate la prova stecchino comunque, per verificare la cottura interna). Lasciate intiepidire prima di servire (ma son buoni anche freddi).

Forma a parte, l’accostamento di sapori è divino, non usuale, certo, ma comunque piacevole al palato; la cioccolata bianca, dopo la cottura, conferisce un aroma dolce molto leggero, aiutando inoltre ad ottenere una consistenza morbida e burrosa; per il resto, beh, questi muffins sono nocciolosissimi e le prugne dolcine e umide sotto i denti sono godimento puro… Da provare 🙂

Ah: con questa mia ricetta partecipo al contest di Una Stella tra i Fornelli (Stella): in realtà non si tratta di un contest ma di una raccolta (con tanto di pdf finale), Nocciolando, dove le nocciole sono le indiscusse protagoniste 😉

 

18 giugno 2010

Parfait al Cioccolato Bianco con Salsa di Fragole

Posted in dolci & desserts, Le mie ricette, semifreddi, gelati e parfait tagged , , , , , , a 3:46 pm di pixel3v

Oggi siamo sul raffinato… 🙂 Intanto vi spiego: il “parfait” è un semifreddo, ossia un gelato molto più morbido (la differenza principale rispetto al gelato sta nel fatto che qui la panna è montata e non liquida), la cui caratteristica è quella di essere pressato in stampi, siano essi monoporzione o grandi; insomma, proviene dalla stessa famiglia delle “mattonelle” e degli “zuccotti” 🙂
Uno dei parfait più conosciuti è quello di mandorle, un classico della tradizione siciliana; io però ho voluto tentare ingredienti ed aromi differenti inventandomi un Parfait al Cioccolato Bianco con Salsa di Fragole (ho usato uno squisito cioccolato bianco aromatizzato alla vaniglia proveniente dal mercato equo e solidale). Ecco come ho proceduto:

INGREDIENTI (per 7 parfait monoporzione)
100 gr. di cioccolato bianco
100 ml d’acqua
110 gr. di fruttosio (o 190 gr. di zucchero)
3 uova
250 ml di panna fresca
300 gr. di fragole
1 limone (succo)

PREPARAZIONE
Per il parfait:
Fate sciogliere il cioccolato bianco a bagnomaria. Nel frattempo in un altro pentolino versate l’acqua, unitevi 60 gr. di fruttosio (o 100 gr. di zucchero), portate ad ebollizione e fate cuocere a fuoco medio per pochi minuti, ottenendo uno sciroppo trasparente e leggermente denso (il fruttosio -o lo zucchero- deve essere completamente sciolto). In una ciotola sbattete con le fruste le uova fino ad ottenere una consistenza spumosa, quindi unitevi lo sciroppo a filo, ancora caldo, continuando ad usare le fruste. Ancora a parte, montate la panna a neve fermissima. Quando il cioccolato fuso sarà ormai a temperatura ambiente incorporatelo alle uova e, infine, amalgamatevi la panna montata. Mescolate bene e versate il composto in diversi stampini (io ho usato quelli da budino in alluminio, usa e getta, e con queste dosi ne ho ottenuti 7); conservateli nel congelatore per almeno 5 ore. Togliete i vostri parfait dal freezer subito prima di servirli (si sciolgono abbastanza in fretta); se volete servirli su dei piatti da portata immergete gli stampini per pochissimi secondi in acqua calda, quindi sformate i parfait capovolgendoli sui piattini, altrimenti lasciateli pure negli stampini e gustateli a mo’ di budini (per una figura migliore, vi consiglio la prima opzione).
Per la salsa:
Pulite le fragole, tagliatele a pezzetti e mettetele in un pentolino con i restanti 50 gr. di fruttosio (o i 90 gr. di zucchero)  ed il succo di limone. Portate ad ebollizione, quindi lasciate che il composto si raffreddi e frullatelo con il minipimer ad immersione. Servite la salsina fredda (meglio se potete tenerla in frigo per qualche ora, prima) per accompagnare i parfait. A meno che non ne abusiate, la salsina vi avanzerà con queste dosi, e va avanti qualche giorno 😉

Restando in tema di raffinatezze, oggi vi faccio ascoltare Manuel Agnelli con Pelle (Versione Piano e Voce), una squisita ed essenziale versione del già splendido successo degli Afterhours, gruppo di cui Manuel è leader e cantante… Ascoltatela ad occhi chiusi, che merita 😉

Con questa ricetta partecipo al contest de La Cucina di Irina (cliccate il banner qui a lato per tutte le info del caso!)… La raccolta delle fragole!!!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: