24 gennaio 2013

Sformatini di Rucola con Capperi su Fonduta di Caprino

Posted in antipasti e fingerfood, flan, sformatini e sformati, Le mie ricette tagged , , , , a 1:27 pm di pixel3v

Altra ricettina recentissima, veloce e dal gusto intenso, questi sfiziosi antipastininascono dalla revisione direi quasi totale di una ricetta trovata su quelle ormai famose riviste dai prezzi ancora in lire gentilmente donatemi dalla suocera. Se amate la rucola, questi Sformatini di Rucola con Capperi su Fonduta di Caprino sono l’ideale per gustarne appieno il sapore amarognolo ed al contempo pizzichino… La salsina di caprino è essenziale oserei dire, non solo per stemperarne sia il sapore che la consistenza, ma anche perché si sposa alla perfezione!

sformatini rucola 1 72dpi

INGREDIENTI (per 6 stampini monoporzione, diametro 7 cm, h. 8 cm)
per gli sformatini:
300 gr. di rucola
100 ml di latte
1 cucchiaio di capperi sott’aceto
3 uova
200 gr. di ricotta di mucca
5 cucchiai di farina
olio  extravergine di oliva
pepe
burro per gli stampini
per la fonduta:
160 gr. di caprino
100 ml di latte
1 cucchiaio raso di farina

PREPARAZIONE
Scaldate poco olio in una wok capiente e fatevi appassire la rucola per pochi minuti, quindi trasferitela nel mixer insieme con il latte ed i capperi e frullate fino ad ottenere una crema. In una ciotola sbattete le uova, quindi unitevi la crema di rucola, la ricotta e la farina; macinate abbondante pepe e mescolate fino a che il composto non risulterà liscio. Preriscaldate il forno a 180°C, imburrate gli stampini, quindi suddividetevi il composto. Poneteli in una teglia da forno dai bordi alti che riempirete con due dita d’acqua; infornate per 45 minuti circa (fate comunque la prova stecchino). Una volta sfornati, mentre lasciate intiepidire, preparate la salsa: in un pentolino dal fondo spesso mescolate il caprino con il latte; quando il composto sarà omogeneo ed inizierà a bollire unite la farina e mescolate per un paio di minuti (il tempo che addensi un pochino). Versate un mestolo di fonduta sui piatti dove andrete a porre i vostri sformatini, sformateli sui piatti passando lungo il bordo interno la lama di un coltello e versate su ciascuno un altro po’ di fonduta.

sformatini rucola 2 72dpi

5 marzo 2012

Budini Salati al Gorgonzola con Mandorle

Posted in antipasti e fingerfood, flan, sformatini e sformati, Le mie ricette tagged , , , , , , a 1:04 pm di pixel3v

E’ di nuovo lunedì, uff :/ E anche questo fine settimana non s’è smesso un secondo di mangiare, al solito… Ultima, una cena ieri sera nella quale spicca una fonduta di formaggi sublime… E a proposito di formaggi, questo di oggi è un antipastino formaggioso all’ennesima potenza! Per questa ricettina mi sono ispirata ad una ricetta letta su “News”, il mensile dei supermercati Esselunga, di qualche mese fa… Rivisitati in più punti, vi presento i miei Budini Salati al Gorgonzola con Mandorle, per chi come me ama i formaggi e non si stancherebbe mai di mangiarne… 😀

INGREDIENTI (per 8 budini monoporzione)
200 gr di gorgonzola dolce
100 gr di gorgonzola piccante
4 uova
100 ml di latte
100 ml di panna fresca
20 gr di parmigiano grattugiato
40 gr di farina di mandorle
30 gr di mandorle a lamelle
sale
pepe

PREPARAZIONE
Tagliate a pezzetti il gorgonzola, mettetelo in una ciotola insieme a tutti gli altri ingredienti e, con il mixer ad immersione, frullate fino ad ottenere una crema. Aggiustate di sale e di pepe, versate il composto negli stampini precedentemente imburrati (arrivate a circa 1 cm dal bordo) e sistemateli in una teglia che riempirete d’acqua fino ai suoi 3/4. Infornate i budini a 130° C per un’ora, quindi fate freddare a temperatura ambiente e, successivamente, in frigo per almeno un paio d’ore. Servite sformando ogni budino su di un piattino e guarnendolo con le mandorle a lamelle che avrete tostato.

Vi lascio all’ascolto di Bob Dylan con la sua It’s all over now, baby blue, un pezzo triste, proprio da lunedì…!!

Con questa ricetta partecipo al contest “piccolo ma buono” di Scamorze ai Fornelli, perchè sapete quanto adoro le monoporzioni salate… 😀

12 gennaio 2012

Cake Salato al Pomodoro con Gorgonzola e Pinoli

Posted in flan, sformatini e sformati, infornati e gratinati, Le mie ricette tagged , , , , , a 1:22 pm di pixel3v

Ed ecco qua, altri tre mesi (quasi) sono passati dalla mia ultima pubblicazione… Beh, non ditemi che non vi avevo avvertiti, che quei Muffins sarebbero stati, con tutta probabilità, una meteora e non un nuovo inizio… E adesso? Adesso idem con patate, nel senso che anche questa sarà una pubblicazione fine a sé stessa. Il punto è che mi è presa la nostalgia, adesso. Alcune cose sono cambiate, adesso sto facendo uno stage che mi porta via 10 ore al giorno fuori casa, esco alle 8,30 la mattina e torno alle 20, il che mi rende impossibile avere anche solo la possibilità (non parliamo poi del tempo) di cucinare, pensare, ideare, provare, fotografare, impiattare (e poi, senza la luce del giorno… sob!)… E però la voglia ci sarebbe, uff. Oggi sono a casa malata, il che mi ha consentito di trovare il tempo di spluciare il mio HD esterno alla ricerca di qualche ricettina preparata in autunno e mai pubblicata (non di cucinarne una ex novo, purtroppo, visto che non posso mangiare altro che riso in bianco e patate lesse 😦 )… Quindi beccatevi questo Cake Salato al Pomodoro con Gorgonzola e Pinoli, ricetta ispirata da questa  ( da un po’ la conservavo in versione cartacea) ma leggermente rivisitata ed adattata a cake, molto “pizzoso” 😉

INGREDIENTI (per uno stampo rettangolare 25 cm x 9 cm, alto 7 cm)
50 gr. di pinoli
180 gr. di farina 00
1 bustina (15 gr.) di lievito per torte salate (o baking powder)
3 uova
50 gr. di parmigiano grattugiato
50 ml di olio
100 gr. di passata di pomodoro
150 gr. di gorgonzola dolce
sale
pepe nero

PREPARAZIONE
Tostate i pinoli a secco e teneteli da parte. In una ciotola, setacciate la farina con il lievito. In un’altra, più capiente, sbattete i tuorli con il parmigiano e l’olio, quindi unitevi un pizzico di sale, una macinata di pepe e la passata di pomodoro; mescolate bene, quindi versate la farina setacciata con il lievito ed amalgamate bene il tutto senza lasciare che si formino grumi. Unite infine gli albumi montati a neve, il gorgonzola tagliato a cubetti piccoli ed i pinoli tostati; versate il composto in uno stampo da cake precedentemente oliato ed infarinato e cuocete nel forno già caldo a 180° C per circa 45 minuti, coprendo con un foglio di carta da forno se la superficie dovesse dorarsi troppo. Servite tiepido o freddo, accompagnato da un’insalata di pomodori, salumi e formaggi freschi.

See you soon… Tra altri 3 mesi magari, chissà 😉

Ps. Approfitto per ringraziare tutti coloro (e siete diversi) che mi scrivono spesso chiedendomi quando torno, che fine ho fatto… Mi mancate anche voi, amici/he di blog, e vi seguo silenziosamente 🙂
Ah, la musica: dato che ieri ricorreva l’anniversario della sua morte, non posso che lasciarvi con Fabrizio De Andrè e la sua Dolcenera 🙂

4 luglio 2011

Clafoutis di Pomodorini con Olive e Capperi

Posted in flan, sformatini e sformati, Francia, infornati e gratinati, Le mie ricette, piatti etnici / esotici a 12:03 pm di pixel3v

La settimana non poteva iniziare meglio! A dirla tutta, dovrei dire che la settimana appena conclusasi non poteva finire meglio, ma la notizia di cui vado fiera, benchè fosse on line da sabato, io l’ho letta solo adesso per cui… 😛 Ma di cosa sto parlando? Del contest “Fantasie con il Basilico” di Claudia (Mamma in Pentola): ho vinto la sezione degli Antipasti, me felice!!! 😀 Ringrazio di nuovo Claudia per la graditissima sorpresa!
Quanto a noi, resto un po’ sul tema della scorsa settimana con la preparazione di un nuovo clafoutis salato; complice un contest (vedi banner in basso) sto diventando tremendamente monotematica 😛 Questo Clafoutis di Pomodorini con Olive e Capperi però, nonostante richieda, com’è ovvio, l’accensione del forno e quindi l’automatico surriscaldamento della vostra cucina, è molto estivo e fresco come sapori, garantisco… Quindi su, un piccolo sforzo, che ci vuole…?! 😉

INGREDIENTI (per 4 pirofile monoporzione rettangolari, 10 cm X 17 cm)
500 gr. di pomodori ciliegini
70 gr. di olive taggiasche snocciolate
40 gr. di capperi (io uso quelli sotto sale)
40 gr. di burro
100 ml di latte
250 ml di panna fresca liquida
4 uova
60 gr. di parmigiano grattugiato
1 limone (scorza)
90 gr. di farina 00
olio extravergine di oliva
sale
origano
pepe

PREPARAZIONE
Preriscaldate il forno a 180° C. Lavate i pomodorini, divideteli a metà, quindi disponeteli sul fondo delle pirofile precedentemente oliate, con la parte curva rivolta verso l’alto, fino a formare un unico strato. Salate, spolverizzate con un pizzico d’origano, infornate e lasciate cuocere per 15 minuti circa. Nel frattempo, fate fondere il burro in un pentolino e, in un altro, scaldate il latte e la panna fresca insieme. In una ciotola, sbattete le uova con il parmigiano, un pizzico di sale, una macinata di pepe ed una puntina di origano; unitevi quindi il burro fuso, il latte e la panna scaldati, la scorza di limone grattugiata e la farina; mescolate bene la pastella con la frusta manuale.
Sfornate le pirofile, distribuite tra i pomodorini le olive ed i capperi dissalati, quindi versate la pastella nelle pirofile; infornate di nuovo e lasciate cuocere per 25 minuti circa, o comunque fino a che la superficie non sarà croccante e dorata e, facendo la prova stecchino, questo uscirà pulito. Lasciate intiepidire prima di servire.

Con questa rietta partecipo al contest di Aniko (Paprika&Paprika)… Eccovi il banner 😉

29 giugno 2011

Clafoutis di Carote al Curry e Finocchietto Selvatico

Posted in flan, sformatini e sformati, Francia, infornati e gratinati, Le mie ricette, piatti etnici / esotici tagged , , , , , , , a 11:41 am di pixel3v

Impazzisco per i clafoutis, è un dato di fatto.  Dolci, salati, ne preparerei (e mangerei) in quantità industriali… Ed eccoci qui quindi, anche se il caldo è asfissiante, io non ho resistito… Complice un contest (vedi in basso), ho preparato questo Clafoutis di Carote al Curry e Finocchietto Selvatico, dal gusto particolare… Ma che ve lo dico a fare, provatelo piuttosto, e poi mi dite 😉

INGREDIENTI (per 4 pirofiline monoporzione, diametro 13 cm)
90 gr. di burro + quello per le pirofile
1 cipolla bionda
600 gr. di carote (circa 6 medie)
100 ml di latte
250 ml di panna fresca
3 uova
70 gr. di parmigiano grattugiato
1 limone (scorza)
110 gr. di farina 00
4 cucchiaini colmi di curry
1 mazzetto di finocchietto selvatico
sale
pangrattato per le pirofile
pepe

PREPARAZIONE
Fate fondere 30 gr. di burro in una padella, quindi rosolatevi la cipolla tagliata a pezzettini. Pelate le carote, affettatele sottili e fatele cuocere insieme alla cipolla, a fuoco basso, per circa 10 minuti; aggiustate di sale.
Preriscaldate il forno a 180° C. Imburrate le pirofile e cospargetele di pangrattato, quindi adagiatevi le carote  in modo che non ci siano spazi vuoti. Fate fondere i restanti 60 gr. di burro in un pentolino; riscaldate (non fino a bollore) il latte e la panna fresca insieme. In una ciotola, preparate la pastella: sbattete le uova con il parmigiano, incorporatevi il burro fuso e latte e panna caldi, grattugiatevi la scorza del limone, unite la farina, il curry ed il finocchietto selvatico lavato e sminuzzato; aggiustate di sale, grattugiate un pochino di pepe e mescolate bene con la frusta manuale fino ad ottenere una pastella liscia ed omogenea. Distribuite questo composto sulle pirofile ricoprendo le carote ed infornate per 25/30 minuti, o comunque fino a che la superficie non risulterà colorita e croccante e, facendo la prova stecchino, questo uscirà pulito. Lasciate intiepidire prima di servire.

Con questa ricetta partecipo al contest di Aniko (Paprika & Paprika)… Cliccate il banner, vi si aprirà un mondo 😉

24 giugno 2011

Sformatini di Patate e Pancetta

Posted in flan, sformatini e sformati, Le mie ricette tagged , , , a 12:12 pm di pixel3v

Il venerdì è decisamente una bella giornata… Il week end si avvicina 😉 Il sole splende, Sanvi mi aspetta, una bella razzata e tanti bei bagni in mare non me li toglie nessuno… E la compagnia del mio Circo Togni è proprio quello che ci vuole 😉 Detto questo, la ricetta di oggi non è esattamente estiva… Questi Sformatini di Patate e Pancetta tutto fanno venire in mente tranne che i bagni in mare!! Ma ve lo ripeto, ogni tanto mi lascio trasportare ed accendo il forno manco fosse dicembre… Quindi, rinnovo l’invito: salvatevi la ricetta e cucinatela in un momento più opportuno, se non siete pazzi come me 🙂

INGREDIENTI (per 9 sformatini, stampini alti 4 cm, diametro 9 cm)
1 kg di patate
300 ml di panna fresca
50 gr. di parmigiano grattugiato
1 mazzetto di erba cipollina
1 uovo
200 gr. di pancetta dolce a cubetti
noce moscata
pepe
burro per la superficie e per gli stampini
pan grattato per gli stampini

PREPARAZIONE
Lessate le patate, sbucciatele e schiacciatele con una forchetta o con uno schiacciapatate. Lavoratele in una ciotola con la panna fresca, il parmigiano, l’erba cipollina tritata e l’uovo sbattuto; mescolate il tutto, quindi fate rosolare i cubetti di pancetta in una padella senza olio per qualche minuto ed unitela all’impasto; grattate un po’ di noce moscata ed un po’ di pepe nero, quindi trasferite questo preparato negli stampini precedentemente imburrati e cosparsi di pan grattato. Livellate la superficie, ricoprite con alcuni fiocchetti di burro, quindi infornate a 200° C per circa 30 minuti, o comunque quando la superficie degli sformatini sarà croccante e l’interno risulterà asciutto (fate la prova stecchino); a questo punto proseguite per pochi minuti la cottura solo sotto. Servite tiepidi.

Ed ecco qui l’ultima ricetta per il contest di Stefano e Veronica (2 cuori in cucina)… Al solito, cliccate sul banner… E buon week end!!

6 giugno 2011

Cocottine di Asparagi e Pecorino Fresco

Posted in flan, sformatini e sformati, infornati e gratinati, Le mie ricette tagged , , , , , a 12:14 pm di pixel3v

E dopo un fine settimana lungo al mare (sia lodato il tempo, che ci ha voluto bene), ritorniamo a parlare di cibo 🙂 Il periodo degli asparagi è quasi (appunto, quasi) finito, quindi vi lascio giusto in tempo questa ricettina facile e gustosissima: delle Cocottine di Asparagi e Pecorino Fresco… Approfittatene, che non è più quel caldo afosissimo delle scorse settimane, quindi il forno si può di nuovo accendere 😉

INGREDIENTI (per 7 cocottine, altezza 4 cm, diametro 9 cm)
500 gr. di asparagi (peso da puliti – peso lordo 730 gr.)
150 gr. di pecorino fresco (io ho usato un cacio di Pienza)
5 uova
2 cucchiai di parmigiano grattugiato
olio extravergine di oliva
sale
pepe

PREPARAZIONE
Lavate gli asparagi, puliteli e lessateli (io li stendo in una padella larga e li copro a filo con l’acqua) per circa 10 minuti, quindi scolateli. Spennellate con l’olio le vostre cocottine, quindi formate in ognuna di esse uno strato di asparagi, tagliandoli a tocchetti lunghi 3/4 cm, in modo da formare uno strato omogeneo. Affettate il pecorino abbastanza fine (non troppo, che tanto se è fresco si scioglie bene) e coprite il primo strato di asparagi con le fette di formaggio; ripetete nuovamente l’operazione alternando un secondo strato di asparagi ad uno di pecorino affettato fine (con queste dosi e le mie cocotte piccole sono riuscita a fare due strati di entrambi; se usate delle cocotte più basse, semmai, fate un solo strato).
In una ciotola sbattete le uova con il parmigiano, un pizzico di sale ed abbondante pepe, quindi versate questa preparazione suddividendola nelle varie cocottes, facendo in modo che le uova penetrino in profondità fino allo strato di asparagi più in fondo. Infornate a 200° C per circa 15 minuti, o comunque fino a che il formaggio non sarà ben sciolto e non si sarà formata una crosticina dorata. Lasciate intiepidire, quindi servite.

Con questa ricetta partecipo al contest di Cristina… Cliccate il bannerino per tutte le info del caso! 😀

11 maggio 2011

Cake Salato con Radicchio Rosso, Scamorza, Noci e Fiocchi d’Avena

Posted in flan, sformatini e sformati, infornati e gratinati, Le mie ricette tagged , , , , , , , , , a 11:27 am di pixel3v

Ci risiamo: m’è ripresa una nuova fittonata 😀
Di che si tratta stavolta? Dei fiocchi d’avena!
Ebbene sì, io non sono una grande divoratrice di cereali et similia, sarà che non bevo latte e non mangio quasi mai yogurt… Fatto sta che certe cose le ho sempre considerate il giusto. In cucina però, è un altro discorso. Non si tratta di prendere cucchiaiate di cereali e versarle distrattamente in una tazza di latte: si tratta di creare, provare, sperimentare, mischiare, assaporare… C’è qualcosa di più che m’invoglia 🙂
E così, comprati i fiocchi in questione ed utilizzati per i Biscotti Irlandesi ai Fiocchi d’Avena, ‘sto chilo di roba da un mesetto abbondante stava lì, reparto colazione…
Posto che non son capace ad usare la fantasia così dal nulla, nel senso che di fronte ad un alimento a me sconosciuto il foglio resta bianco, ho deciso che non c’era nulla di male se mi fossi guardata intorno… Quindi eccomi qua 🙂
La prima ricetta a base di fiocchi d’avena (prima di una piccola serie) proviene da Menando il Can per l’Aia, il blog de LaVero, che adoro per il modo affascinante in cui lei si racconta intrecciando vita, pensieri e cucina… E ovviamente, le sue ricette son davvero ottime, o almeno, diciamo che a leggerle mi piacciono e mi incuriosiscono… (ps: Vero!! Torna!!)…
In realtà la ricetta de LaVero non contiene i fiocchi d’avena ma quelli di farro, ma poco importa… Il suo cake salato mi ha fatto venire l’acquolina in bocca (radicchio + noci + scamorza = successo assicurato), e mi  ha affascinata ed incuriosita per la presenza dei fiocchi, quindi non ho potuto non provare a cucinarlo anch’io, sebbene io avessi in avanzo fiocchi d’avena e non di farro!


Insomma, il mio Cake Salato con Radicchio Rosso, Scamorza, Noci e Fiocchi d’Avena poco differisce da quello de LaVero; io l’ho solo arricchito (vabbè, per dire insomma) con poco parmigiano grattugiato ed ho sostituito i fiocchi di farro con quelli di avena 🙂 Ma beh, il merito di questa ricetta non è altro che suo 😉


INGREDIENTI (per uno stampo di 25 cm x 9 cm, alto 7 cm)
1 cespo di radicchio rosso (peso lordo 420 gr; peso da pulito 390 gr.)
3 uova
½ bicchiere di latte
50 ml di olio
2 cucchiai di parmigiano grattugiato
130 gr. di scamorza
180 gr. di farina 00
1 bustina (15 gr.) di lievito per torte salate
60 gr. di fiocchi di avena
100 gr. di noci (peso da sgusciate)
sale
aceto balsamico
pepe nero

PREPARAZIONE
Preriscaldate il forno a 180° C. Pulite il radicchio, tagliatelo grossolanamente e fatelo appassire in un tegame con un pochino d’olio, un pizzico di sale ed un filo di aceto balsamico. In una ciotola sbattete le uova con il latte, l’olio, il parmigiano, due pizzichi di sale ed una bella macinata di pepe; amalgamate bene, quindi unite la scamorza tagliata a cubetti piccoli, la farina setacciata con il lievito ed i fiocchi d’avena. Infine, frullate il radicchio con i gherigli di noci ed uniteli all’impasto.
Versate il composto nello stampo da cake rivestito con carta da forno (io la bagno, la strizzo e la asciugo, per renderla più “modellabile”), infornate e lasciate cuocere per 30 minuti, quindi coprite con un foglio di carta da forno (che a questo punto la crosticina è bella che formata) e proseguite la cottura ancora per circa 20 minuti. Fate raffreddare prima di affettare e servire.


Dopo diverso tempo, torniamo a parlare di musica… Lo facciamo con L’Era del Cinghiale Bianco, un pezzo cult di Franco Battiato… Non credo ci sia bisogno di spiegazioni, no? 😉

26 aprile 2011

Sformato di Cavolfiore

Posted in flan, sformatini e sformati, Le mie ricette tagged , a 10:25 pm di pixel3v

Marzo pazzerello, dice il proverbio. Beh, io aggiungerei che anche aprile non è da meno! le vacanze di Pasqua a San Vincenzo, in compagnia del mio amato Circo Togni (che, colgo l’occasione per spiegare e ribadire, NON è il circo itinerante con acrobati ed animali, no, è solo un gruppo di “grulli” ai quali voglio un mare di bene, gruppo del quale anch’io faccio parte 😛 ), son volate via in un lampo, facendoci assaporare di tutto: dalle ore passate ad abbronzarmi, giovedì e venerdì, ai momenti in cui abbiamo dovuto aprire gli ombrelli (ma non quelli da mare!) sabato sera, al bagno in mare, freddo ma bellissimo, domenica, fino a doverci di nuovo coprire causa vento freddo lunedì. E poi, inevitabile e triste, il ritorno a casa base, col sole, ieri 😦
Insomma, è primavera inoltrata, eppure ancora proprio quel gran caldo non è, almeno qui in Toscana. Io, per esempio, non ho ancora smesso di indossare la mia adorata canottierina di cotone a pelle, anche se adesso la porto sotto le t-shirt e non più sotto i lupetti 😛 Ma insomma, abbigliamento a parte, secondo il calendario è primavera ormai da un mese, il che significa che la stagione dei cavolfiori sta volgendo al termine… Ed io ho voluto, come dire, salutarli a mio modo con questo semplice Sformato di Cavolfiore, prima di passare a tutt’altre verdure ed a frutti decisamente più estivi…!!
Che dire… Adoro gli sformati, sia cucinarli che mangiarli, e tra l’altro trovo che questo tipo di preparazioni sia adatto anche per essere mangiato su un bel prato, durante un pic-nic… Perchè sì, ok, è ancora piuttosto freschino, ma è pur sempre primavera, quindi… Che non la fate una bella scampagnata con tanto di pranzo a sacco? 😉

INGREDIENTI (per una pirofila rettangolare, 28 x 18 cm, altezza 5 cm)
1 kg di cavolfiore pulito (io ho usato 2 cavolfiori, peso lordo 2,1 kg totali)
1 carota
5 o 6 foglie di alloro
500 gr. di besciamella
50 gr. di parmigiano grattugiato + quello per la superficie
1 tuorlo d’uovo
burro per imburrare la teglia
pangrattato per la teglia e per la superficie
sale

PREPARAZIONE
Mettete sul fuoco una pentola con abbondante acqua salata. Lavate bene il cavolfiore e tagliate i gambi, tenendo solo le parti tenere, quindi mettetelo nella pentola (quando l’acqua bolle) insieme alla carota e alle foglie di alloro (ho letto qui che aiutino a non impuzzolentire la casa di cavolo… A me non è sembrato però!). Fatelo cuocere per circa una mezz’ora, quindi scolatelo e lasciatelo intiepidire.
Nel frattempo preparate la besciamella, quando sarà pronta unitevi il cavolfiore che avrete frullato con il mixer, il parmigiano grattugiato ed il tuorlo d’uovo; aggiustate di sale. Imburrate una teglia da forno e cospargetela di pan grattato, quindi versateci il composto. Spolverate sulla superficie un altro po’ di parmigiano grattugiato ed un po’ di pangrattato, quindi mettete la teglia nel forno già caldo a 190° C per circa un’ora, controllando che si sia formata una bella crosticina dorata. Fatelo raffreddare in modo che si rassodi bene prima di servire (al massimo lo riscaldate di nuovo dopo, ma è meglio non mangiarlo appena sfornato!).

Ripartiamo alla grande dopo le vacanze con un pezzo davvero… Beh, il titolo stesso lo dice: Splendido Splendente 😉 beccatevi la favolosa Donatella Rettore… 😀

19 gennaio 2011

Clafoutis di Carciofi

Posted in flan, sformatini e sformati, Francia, infornati e gratinati, Le mie ricette tagged , , , , a 12:30 pm di pixel3v

Tempo fa avevo pubblicato la ricetta del Clafoutis di Ciliegie… Promettendo a me stessa che, dopo aver testato l’originale dolce, mi sarei cimentata nella preparazione di un clafoutis salato. Cliccate il link per rinfrescarvi la memoria su come deve essere fatto un clafoutis, da dove viene e come si serve (le pirofile monoporzione di terracotta, meglio rotonde o ovali… ricordate?)… Qui non vi sto a rispiegare nulla e passo subito al dunque! Ebbene, vi presento il mio Clafoutis di Carciofi, verdura con la quale mi cimento troppo poco spesso: è antipatica a maneggiarsi, macchia, punge… Eppure è tanto buona! E oltretutto, questa è la sua stagione, quindi… Approfittiamone 😉
Ah: ribadisco che, anche nel caso del clafoutis salato, potete sbizzarrirvi con le verdure ed aggiungere, che so, dadini di pancetta, salsiccia etc… Io, in questo caso, ho optato per una versione più pura 🙂

INGREDIENTI (per 4 pirofile rotonde, diametro 13 cm, altezza 4 cm)
3 carciofi
1 limone (scorza e succo)
50 gr. di burro + quello per imburrare
100 ml di latte
250 ml di panna fresca
3 uova
70 gr. di parmigiano grattugiato
110 gr. di farina 00
olio extravergine di oliva
sale
pepe
pan grattato per le pirofile

PREPARAZIONE
Pulite bene i carciofi eliminando il gambo, le foglie più dure e verdi e le punte spinosette, tagliateli a spicchi e lasciateli in ammollo in acqua acidulata col succo di limone (limone al quale avete precedentemente grattugiato e messo da parte la scorza) per evitare che anneriscano.
In una padella, rosolate i carciofi con poco olio, un pizzico di sale ed una macinata di pepe; lasciate insaporire qualche minuto, quindi copriteli con l’acqua a filo e cuocete, coperto, per una ventina di minuti. A fine cottura lasciate intiepidire.
Nel frattempo, preriscaldate il forno a 180° C ed imburrate le pirofile da forno per i vostri clafoutis, spolverizzandole con del pan grattato; fondete il restante burro e mettete il latte e la panna sul fuoco a scaldare (non devono bollire). A questo punto preparate la pastella: in una terrina sbattete le uova col parmigiano grattugiato, aggiungete il burro fuso, il latte e la panna scaldati, la scorza di limone e la farina, fino a formare un composto omogeneo; macinate abbondante pepe ed aggiustate di sale. Ponete i carciofi nelle cocottes (scolandoli bene) formando un unico strato, quindi versatevi la pastella ricoprendo le verdure in modo uniforme. Infornate per circa 40 minuti, o comunque fino a che la superficie dei vostri clafoutis non sarà bella dorata. L’esterno deve essere croccante, ma l’interno deve restare morbido! Servite tiepido, che è più buono 😉

Il gusto di questo piatto è davvero sorprendente: è delicato ma allo stesso tempo sfizioso. E poi, sapete bene quanto i carciofi si sposino bene con l’uovo, no? Io non amo troppo il sapore dell’uovo a mo’ di frittata, però… E preferisco decisamente questa preparazione, anche se più lunghetta 🙂

Oggi vi lascio all’ascolto di un bel classico, apprezzato da chiunque ami la musica, quella bella: i Creedence Clearwater Revival con Proud Mary 🙂

Pagina successiva

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: