22 luglio 2011

Mele Meringate

Posted in dolci & desserts, dolci al cucchiaio, Le mie ricette tagged , , , , a 11:48 am di pixel3v

Come volevasi dimostrare, ho riacceso il forno. Che ci volete fare, un pochino ho resistito, ma poi… Arieccomi qui 😉 Come avevo detto qualche tempo fa, adoro la frutta cotta (da poco, prima la odiavo terribilmente… Poi sono arrivati i crumble 😛 ), e in diversi blog ultimamente ho notato questa trovata formidabile di “meringarla” in forno… Una meringa dalla cottura più rapida, meringa che quindi non rimane bianchissima ma si colora dorandosi 😉 Ecco qui, quindi, le mie Mele Meringate… Ah: a me la meringa proprio non vuol venire, al terzo tentativo ho sospettato che l’uso del fruttosio al posto dello zucchero ci possa entrare qualcosa, ma non ne sono certa. Questa mia, quindi, è morbida e non croccantissima come dovrebbe… Fate un po’ di prove anche voi semmai, a me queste mele son piaciute lo stesso un sacco anche così 😉

INGREDIENTI (per 4 pirofile monoporzione, 10 x 17 cm)
1 kg di mele (peso da intere – io ho usato 4 Fuji belle grosse)
50 gr. di zucchero (o 40 gr. di fruttosio)
1 limone (succo)
20 gr. di burro + quello per le pirofile
4 albumi
300 gr. di zucchero a velo (o 225 gr. di fruttosio a velo)

PREPARAZIONE
Tagliate le mele in 4 spicchi ciascuna, sbucciateli, eliminate il torsolo, quindi fate a cubetti la polpa e ponetela in una casseruola con lo zucchero (o fruttosio), il succo di limone ed il burro. Lasciate cuocere, coperto, per 10 minuti, quindi togliete il coperchio e proseguite la cottura altri 10 minuti, o comunque fino a che le mele non saranno molto morbide ed il succo del tutto evaporato; a questo punto spengete il fuoco.
Preriscaldate il forno a 180° C. In una ciotola montate gli albumi a neve fermissima, unendo lo zucchero a velo (o fruttosio a velo) poco alla volta; imburrate le pirofile, distribuitevi le mele formando uno strato uniforme, quindi ricoprite bene ciascuna pirofila con gli albumi montati a neve. Cuocete per 20 minuti, o comunque fino a che la superficie non sarà dorata; sfornate, lasciate raffreddare almeno un’oretta a temperatura ambiente, quindi servite.

Vi lascio al tanto agognato week-end con una canzone bellissima: Somewhere Over the Rainbow di Eva Cassidy, per chi ha voglia e non smette mai di sperare in qualcosa… 🙂

11 luglio 2011

Insalata di Valeriana con Speck, Caprino, Mele e Pinoli

Posted in insalate miste, Le mie ricette tagged , , , , a 12:20 pm di pixel3v

Eccoci qui, di ritorno da un fine settimana alquanto “strano”… Saltata Pianosa, ripiegato su Cala Violina, un paradiso dall’acqua trasparente… Un paio di serate in compagnia degli amici giusti, ed una domenica passata a letto, complici, forse, le troppe mangiate, o il troppo sole, o gli sbalzi tra l’afa acuta e l’aria condizionata… Fatto sta che, insomma, il fine settimana è iniziato bene ma poteva finire meglio 🙂
E insomma, visto che di afa si parla, visto che il caldo sta iniziando davvero a farsi insopportabile, vi propongo questa Insalata di Valeriana con Speck, Caprino, Mele e Pinoli… Al solito, un mix di frutta fresca e secca, verdure e formaggi, un piatto unico fresco e gustoso… Provatelo 😉

INGREDIENTI (per 4 persone)
150 gr. di valeriana
2 mele (io ho usato le Fuji)
½ limone (succo)
100 gr. di speck affettato
50 gr. di pinoli
160 gr. di caprino fresco (morbido)
olio extravergine di oliva
pepe

PREPARAZIONE
Lavate bene la valeriana, asciugatela e ponetela in una ciotola capiente; condite con olio e pepe e mescolate. Tagliate le mele in 4, sbucciate ogni spicchio ed eliminatevi il torsolo, quindi fate a cubetti la polpa ed irroratela con il succo di limone per evitare che annerisca. Con le mani, fate a striscioline ogni fetta di speck (eventualmente, eliminate il grasso) ed unitele alla valeriana; incorporatevi i pinoli, quindi le mele (scolate) e mescolate bene il tutto. A questo punto spezzettate (per quanto possibile) il caprino ed unitelo all’insalata; io ho evitato di mescolare solo per motivi fotografici, ma una bella rigirata serve invece, per fare in modo che il formaggio insaporisca un po’ il tutto. Salate se volete, io certe insalate ricche di sapori le preferisco al naturale 😉

Con questa ricetta partecipo al contest di Alessia (Menta Piperita & Co.): cliccate il banner e date libero sfogo alle vostre ricette estive… Piatti unici, freddi e facilmente trasportabili al mare… Dai su, che è facile 😉

27 giugno 2011

Insalata di Foglie di Sedano con Fragole, Mele, Noci e Gorgonzola Piccante

Posted in insalate miste, Le mie ricette tagged , , , , , , a 12:13 pm di pixel3v

Oggi vi faccio spengere (solo momentaneamente 😛 ) il forno… E vi faccio iniziare la settimana con una ricettina semplice e veloce, fresca e golosa, come in effetti si addirrebbe con questi caldi (uso il condizionale perchè poi io son la prima che usa il forno anche a giugno/luglio 😳 )… Questa Insalata di Foglie di Sedano con Fragole, Mele, Noci e Gorgonzola Piccante è di quelle che piacciono tanto a me, quelle in cui frutta fresca, frutta secca, verdure e formaggi mischiano i loro sapori fino a fondersi, creando mix sorprendenti ed appetitosi… Un piatto unico praticamente: di quel che c’è non manca nulla 😉

INGREDIENTI (per 3/4 persone)
1 mela (io ho usato una Delicious)
200 gr. di fragole
1/2 limone (succo)
12 noci
1 bel ciuffo di foglie di sedano (30 gr. da pulite)
200 gr. di gorgonzola piccante
olio extravergine d’oliva
pepe

PREPARAZIONE
Lavate la mela, dividetela in 4 e, senza sbucciarla, affettate ciascuno spicchio a fettine sottili eliminando la parte del torsolo; lavate le fragole, tagliatele a pezzetti ed unitele alle mele; irrorate mele e fragole con il succo di limone. Spezzettate i gherigli di noci con le mani ed unite anch’essi alla frutta fresca; lavate le foglie di sedano, incorporatele al resto degli ingredienti, quindi condite il tuto con un filo d’olio e una macinata di pepe (io non salo, voi fate come credete). Mescolate bene il tutto, quindi unitevi il gorgonzola piccante fatto a pezzettini e servite.

Con questa ricetta partecipo alla raccolta di Irina… La foto non lascia adito a dubbi, in ogni caso… Cliccate il banner 😉

18 maggio 2011

Budini d’Avena con Salsa di Mele

Posted in dolci & desserts, dolci al cucchiaio, Le mie ricette tagged , , , , a 12:07 pm di pixel3v

L’ultima ricetta di questa serie di cui l’avena è protagonista è di nuovo dolce. Stavolta niente rete: la ricetta è presa da una delle mie enciclopedie culinarie 😀 In realtà sul libro parlano di “soufflé”, ma la quantità d’avena è così tanta rispetto al resto degli ingredienti che impedisce ai tortini di gonfiarsi per bene e di acquisire il loro caratteristico aspetto, appunto, da “soufflé”… Piuttosto, questi dolcetti hanno la stessa consistenza della torta di riso, o dei budini di riso (l’unica cosa che mi attiri delle colazioni dei bar!)… Mi pareva giusto quindi ribattezzarli appunto Budini d’Avena con Salsa di Mele


… perché del soufflé non hanno nulla, mentre invece sono croccanti sopra e morbidini dentro proprio come i budini di riso 😉 E con questi budini, concludo in dolcezza questa parentesi particolarmente fruttuosa in fatto di conoscenze alimentari e culinarie… A base d’avena 🙂


INGREDIENTI (per 8 budini, stampini alti 4 cm, diametro 9 cm)
3 mele (io ho usato le Golden)
180 gr. di zucchero (o 135 gr. di fruttosio) + quello per gli stampini
1 puntina di cannella in polvere
300 gr. di fiocchi d’avena
500 ml di latte
1 pizzico di sale
65 gr. di burro morbido
2 uova
1 limone (scorza e metà succo)
½ cucchiaino di vaniglia in polvere
1 cucchiaio di maizena (amido di mais)

PREPARAZIONE
Mettete a bollire un pentolino con circa 200 ml d’acqua, unitevi subito le mele private del torsolo, sbucciate e tagliate a cubetti, 30 gr. di zucchero (o 20 gr. di fruttosio) e la cannella; coprite e lasciate sul fuoco per una mezz’oretta.
Nel frattempo, in una casseruola capiente ed antiaderente, fate bollire i fiocchi d’avena nel latte, aggiungete il  sale e lasciate cuocere fino a che il composto non risulterà denso.
In una ciotola montate a spuma il burro (lavoratelo prima con un cucchiaio di legno, poi passate ad usare le fruste elettriche), quindi lavoratelo, sempre con le fruste, insieme ai tuorli ed ai restanti 150 gr. di zucchero (o 115 gr. di fruttosio); unite questo composto ai fiocchi d’avena, sempre a fornello acceso, incorporate anche la scorza grattugiata di limone e la vaniglia e lasciate cuocere ancora qualche minuto. Fuori fuoco, incorporate nella casseruola anche gli albumi montati a neve fermissima ed il succo di ½ limone; mescolate molto bene il tutto e riempite con questo composto i vostri stampini da soufflé precedentemente imburrati e cosparsi di zucchero (o fruttosio). Fate cuocere nel forno già caldo a 180° C per 35 minuti.
Nel frattempo, che le vostre mele saranno belle morbide, frullatele con il mixer ad immersione e rimettete la salsa sul fuoco, unendo la maizena; riportate a bollore e lasciate sobbollire, scoperto, una decina di minuti. Servite i vostri budini una volta intiepiditi e rassodati, sformandoli ed accompagnandoli con questa salsa.


E dopo esservi rifatti il palato, rifatevi pure le orecchie con un pezzo favoloso: nientepopodimenoche David Bowie con la sua Rebel Rebel… Oh yeah 😉

30 aprile 2011

Tortini di Ricotta con Mele e Cannella

Posted in dolci & desserts, Le mie ricette, muffins e cupcakes, piccola pasticceria "morbida" tagged , , , , , , a 10:46 am di pixel3v

A volte mi domando… Ma a voi le ricette come vi vengono? No perché, questa di oggi ad esempio, è nata così: mi sbucciavo una mela l’altra sera dopo cena, mentre mia madre di fronte a me si finiva a cucchiaiate una vaschettina di ricotta. Le ho rubato un cucchiaino e i sapori nella mia bocca si sono fusi: mela e ricotta. Non era cosa nuova: improvvisamente mi sono balzate in testa le mie merende di bambina, spesso mangiavo la mela a fette con la ricotta fresca spalmata sopra… Un attimo dopo, ero su Google che scrivevo “ricotta + mele” alla ricerca dell’ispirazione.
A me le ricette nascono spesso così… Da un’accoppiata di sapori, il fulcro, il cuore del piatto, cercando e traendo ispirazione (perché diciamocelo, non s’inventa mai nulla di davvero nuovo!), nasce e cresce tutto il “contorno”, che sia un sugo per la pasta, una pirofila da infornare e gratinare o una torta… Chiaro che se la ricetta è praticamente identica all’originale, cito la fonte. Ma sono altri casi… In casi come questo, questi Tortini di Ricotta con Mele e Cannella, cosa dovrei citare? In rete non ho trovato nulla di simile… Per cui, se permettete, mi accaparro orgogliosamente la paternità (uhm… O maternità?) di questa ricetta, in fondo è mia e basta… 😉

INGREDIENTI (per 8 stampini da crème caramel monoporzione)
3 uova
150 gr. di zucchero (o 115 gr. di fruttosio)
500 gr. di ricotta di pecora
100 gr. di maizena
1 limone (scorza)
1 pizzico di sale
1 cucchiaino di vaniglia in polvere
½ cucchiaino di cannella
3 mele medie (io ho usato le Golden)

PREPARAZIONE
In una ciotola, lavorate con le fruste le uova con lo zucchero, quindi unite la ricotta, la maizena, la scorza grattugiata del limone, il sale, la vaniglia, la cannella. Continuate a mescolare usando le fruste, quindi incorporate le mele via via che le avrete sbucciate, private del torsolo e fatte a tocchetti piccoli, mescolando con un cucchiaio di legno.
Imburrate ed infarinate gli stampini da crème caramel, quindi cuocete nel forno già caldo a 180° C per circa 35 minuti (fate la prova stecchino comunque). Lasciate intiepidire, quindi servite.

Con questa ricetta aprtecipo a ben tre contest: il primo è di Morena, il secondo di Stefania (a proposito: partecipo per la categoria del colore BIANCO!), il terzo è di Pasticciona… Cliccate sui banner sottostanti per saperne di più… Io vi anticipo che nel primo si tratta di dolci che abbiano le mele per protagoniste, il secondo è un contest diviso in 5 categorie in base ai colori degli alimenti usati ed il terzo (che scade tra pochissimo!) prevede preparazioni dolci e salate che siano però monoporzione… Sbizzarritevi, su 😉


1 dicembre 2010

Tarte aux Pommes (Torta di Mele alla Francese) + Biscottini Sablèe al Cacao Amaro

Posted in dolci & desserts, Francia, Le mie ricette, pasticceria secca, torte e crostate tagged , , , , , , , , a 1:22 pm di pixel3v

Ancora dolce… E ancora mele 🙂
Ammetto: per questa ricetta sono stata “ispirata” dalla Parodi (lo so lo so, per una blogger dedita al cibo e alle preparazioni manuali di qualunque tipo la Parodi non è esattamente la fonte da cui trarre ispirazione!)… Ma non è leale però: io mi faccio la mia dose quotidiana di cyclette, accendo la tv per ammazzare il tempo mentre pedalo e chi ti vedo? Lei, che mi cucina davanti agli occhi 😡 Non che la Parodi faccia venire l’acquolina in bocca eh (come ha scritto l’altro giorno una mia amica su Facebook, la sua trasmissione “assomiglia alla versione culinaria di Art Attack”!), però a quell’ora, se ti parlano di cibo, qualche pallino in testa ti viene…
Comunque, da allora, non l’ho più fatto di pedalare all’ora di pranzo 😛 Intanto però, su questa ricetta mi sono documentata… Ed è andata a finire che della ricetta della Parodi c’è rimasto ben poco. Quindi insomma, potevo anche non menzionarla, la Benedetta, ma onestamente va dato a Cesare quel che è di Cesare, l’idea per questa torta l’ho presa da lei e… Non posso farci niente 🙄
Detto questo, questa è la mia  Tarte aux Pommes (Torta di Mele alla Francese), e le mie modifiche rispetto alla Parodi sono state diverse: ho usato la bacca di vaniglia “vera” al posto della vanillina, ho abbondato con le mele (lei ne metteva molte meno) e non ho usato la pasta brisèe (che è più adatta più per i salati che non per i dolci secondo me) bensì la pasta sablèe, che ho preparato io stessa seguendo questa ricetta del Cavoletto… Anche perché non ho bisogno di far tutto in trenta secondi comprando la brisèe pronta come fa la Parodi 🙂 E poi far la pasta… Oh quanto mi piace!

Ma torniamo a noi. Questa torta di mele alla francese differisce dalla classica torta di mele, quella all’italiana (diciamo così), perché è più bassa, ha il fondo di pasta sablèe e non ha nessun impasto composto da uova, farina e latte, ma solo una crema di mele che vengono caramellate in padella (mentre nella torta di mele all’italiana le mele subiscono solo la cottura del forno, quindi restano a pezzi)… E’ diversa insomma, ma molto buona lo stesso 😉

INGREDIENTI (per una torta rotonda dal diametro di 26 cm, bordi alti 3 cm)
Per la pasta sablèe:
200 gr. di farina 0
75 gr. di zucchero (o 60 gr. di fruttosio)
75 gr. di burro
1 pizzico di sale
2 tuorli
2-3 cucchiai di acqua fredda
Per il ripieno
:

800 gr. di mele, peso da pulite (io ne ho usate 8 piuttosto piccole)
40 gr. di zucchero (o 30 gr. di fruttosio) + quello per spolverizzare
1 bacca di vaniglia
50 gr. di burro + quello per imburrare e per i fiocchetti sulla superficie

PREPARAZIONE
Impastate la farina con lo zucchero, il burro a tocchetti ed il sale; aggiungete i tuorli e, in ultimo, l’acqua fino ad ottenere la giusta consistenza. Formate una palla, avvolgetela con la pellicola e lasciate riposare la pasta sablèe in frigo per una mezz’ora.
Nel frattempo sbucciate 550 gr. di mele (5 delle mie piccole), fatele a cubetti e ponetele in una casseruola con lo zucchero (il fruttosio, per me), la bacca di vaniglia e 50 gr. di burro, aggiungendo 3 cucchiai d’acqua; non appena il burro sarà del tutto sciolto abbassate la fiamma, coprite e lasciate cuocere per circa 15 minuti, che le mele saranno belle morbide. A questo punto aprite la bacca vaniglia e con un coltello raschiatene i semini neri interni (buttate la buccia), quindi frullate le mele con il minipimer ad immersione.
Trascorsa la mezz’ora, tirate fuori dal frigo la pasta sablèe ed aspettate che sia di nuovo a temperatura ambiente prima di utilizzarla; al momento giusto stendetela il più sottile possibile (se necessario aggiungete un pizzico di farina, io ne ho avuto bisogno!), rivestitevi uno stampo da crostata (il mio ha un diametro di 26 cm ed i bordi alti 3 cm) imburrato o foderato con carta da forno e bucherellate il fondo con una forchetta; coprite con dei legumi secchi adagiati su carta stagnola per non far bruciare la pasta e cuocete in bianco a 200° C per 15 minuti, finchè i bordi non saranno dorati.
A questo punto sfornate e ponete la “marmellata” nella tortiera foderata con la pasta brisèe (togliete i legumi ovviamente!), spalmandola bene. Tagliate le mele rimaste a fettine sottilissime e decoratevi la superficie della torta fino a ricoprirla completamente (io sono riuscita a fare uno strato preciso). Ricoprite con dei fiocchetti di burro, spolverizzate con dello zucchero (o fruttosio) e rimettetela in forno per altri 35 minuti a 180° C. Servite tiepida, accompagnando magari con del gelato alla crema.

Ah: mi era avanzata un pochino di pasta sablèe, ci ho semplicemente unito un cucchiaio di cacao amaro in polvere, ho impastato bene e in due secondi ho preparato questi Biscottini Sablèe al Cacao Amaro, sono piccoli e me ne sono venuti una trentina (10/15 minuti in forno a 180° C, poi li ho spolverizzati con dello zucchero a velo)… Così c’abbiamo pure la scelta 😉

 

Anche con questa mia ricetta della Tarte aux Pommes partecipo alla raccolta di Noi Due In Cucina – Profumi & Sapori (Stefy & Rosy), ovvero Il Tempo delle Mele
Ragazze (o meglio, Stefania), ovviamente i biscottini non contano eh!

29 novembre 2010

La Torta di Mele della Nonna Lilia

Posted in dolci & desserts, Le mie ricette, torte e crostate tagged , , , a 12:02 pm di pixel3v

Ecco un modo più che dolce di iniziare la settimana 🙂 Tempo fa pensavo ad un dolcetto per un fine settimana al mare, che potessimo mangiare a colazione… E cosa c’è di più indicato di una classicissima torta di mele? E, classico per classico, sono andata inevitabilmente a pescare dal ricettario della mia adorata nonna Lilia… Me lo ricordo questo dolce, eccome se me lo ricordo… Tra l’altro, una delle primissime volte che, da bambina/ragazzina, mi sono messa a pasticciare in cucina, ho preparato proprio questa torta 😀
Io la adoro, all’interno è strapiena di mele per cui non è il classico dolce che “allappa” o “aggozza” (immagino siano entrambi termini troppo toscani, ma non mi viene in mente nessun verbo simile in italiano… uhm)…
Insomma, tutto questo per dire che da quando, ormai sei mesi fa, ho ripescato la ricetta Torta di Mele della Nonna Lilia per portare poi il dolce al mare, non l’ho più mollata, e periodicamente la ripropongo con grande successo… Grazie nonna 🙂
Tra l’altro, ieri ad una superfesta di compleanno ho avuto modo di gustarne una, di torta di mele, preparata dalla mamma di un invitato, che era altrettanto buona… E che somigliava tantissimo a questa 😉 Le mamme e le nonne hanno sempre un punto in più, non c’è nulla da fare!

INGREDIENTI (per una tortiera a cerniera dal diametro di 29 cm, bordi alti 8 cm)
1 kg di mele (5 in tutto, io uso le Golden)
2 limoni (succo e scorza)
3 uova
200 gr. di zucchero (io uso 140 gr. di fruttosio) + quello per spolverizzare teglia e superficie
150 gr. di burro + quello per imburrare + quello per la superficie
1 bicchiere di latte
350 gr. di farina
1 bustina di lievito per dolci (15 gr.)

PREPARAZIONE
Sbucciate le mele, privatele del torsolo e fatele a fettine. Ponetele in una ciotola e versateci il succo dei limoni, ai quali avrete precedentemente grattugiato la scorza. In una terrina lavorate i tuorli con lo zucchero, aiutandovi con le fruste; aggiungetevi il burro fuso, il latte e la farina setacciata col lievito e mescolate bene; amalgamate infine la scorza dei limoni. Montate a neve ferma gli albumi ed uniteli al composto, quindi scolate le mele ed incorporatele all’impasto, tenendo da parte tante fettine quanto basta per decorare la superficie. Versate l’impasto nella tortiera da forno (la mia è a cerniera) precedentemente imburrata e cosparsa di fruttosio (o zucchero), decorate la superficie con le fettine di mela conservate, poggiatevi sopra qualche fiocchetto di burro e spolverizzatevi un altro po’ di fruttosio; infornate a 200° C per 40 minuti circa, continuando la cottura solo sotto se vedete che le mele in superficie stanno iniziando a dorarsi troppo (tipo le mie :roll:)
Nota
: con queste dosi la torta viene piuttosto alta, diciamo sui 5 cm (considerate che la tortiera che ho usato è in effetti piuttosto alta)… Se volete una torta più bassa o diminuite le dosi degli ingredienti mantenendo invariate le proporzioni, oppure utilizzate una teglia più larga 🙂

Ringrazio Luca per la foto, stavolta io non ci ho messo mano (quando mi capita di avere il fotografo nei paraggi, ne approfitto 😉 ) e quest’immagine è solo opera sua 😛

Con questa ricetta partecipo a ben tre contest:


Inventa…Mela!, il contest di Araba Felice (Stefania), a cui possono partecipare tutte le ricette a base di mela suddivise per categorie (dagli antipasti -sì, a base di mela!- ai dolci), con ricchi premi per i vincitori;


Il tempo delle Mele, il contest di Noi Due in Cucina (Stefy e Rosy), altro contest con ricette che abbiano la mela come ingrediente principale e che prevede l’estrazione di una ricetta vincitrice più la raccolta di tutte le ricette partecipanti in un PDF;


Sapore di Ricordi, il contest di Basilico, Malva e Cerfoglio (DeliciousMeggy), che raccoglierà le ricette che in qualche modo hanno un valore affettivo incommensurabile per gli autori e che prevedrà, alla fine, tre vincitori.

Partecipate anche voi!!

18 ottobre 2010

Insalata di Cavoletti con Mele, Pinoli e Pecorino Romano

Posted in insalate miste, Le mie ricette tagged , , , , a 12:15 pm di pixel3v

Dopo avervi annoiati abbondantemente con involtini vari, a suon di pasta fillo, pasta brick e carta di riso, rieccoci a parlare di leggerezza 😉 Nel corso della mia dieta (eh sì perché, pausa estiva a parte, la dieta continua!) sto provando di tutto, cercando di rendere ogni mio piatto il più gustoso, per quanto meno calorico, possibile… E beh, Sigrid de Il Cavoletto è una maga in questo: riesce ad offrire ricette “sciuèsciuè”, come dice lei, ossia facili, rapide e sane, ma anche buone da leccarsi i baffi 😉 Senza contare che ho trovato finalmente un’altra insalata che mi piace (non amo le fogliolone della lattuga come sapete, quindi l’affare per me si complica) e che riproporrò spesso, visto che ho apprezzato decisamente i cavoletti di Bruxelles crudi… E ho scoperto che sono pure più digeribili!
E poi, anche se il freddo è ormai arrivato e quindi il tempo delle insalate è un po’ passato, il periodo dei cavoletti è questo… Per cui, prendere o lasciare 😉
Per di più, colgo l’occasione, visto che per l’ennesima volta cito qui Sigrid, di annunciare anche a voi, miei pochi lettori, che in questi giorni è uscito “Regali Golosi”, il suo nuovo libro di ricette… Anzi, per la precisione, di preparazioni culinarie che ben si prestano ad essere impacchettate e regalate (come dice il titolo, appunto, trattasi di “regali golosi”!). Io l’ho acquistato sabato, ce l’ho qui sotto i miei occhi e… Beh, che dire, è indubbiamente un signor libro, curato al massimo e “goloso” quanto (se non di più) Il libro del Cavolo… Sono sicura che questa raccolta di  piccole leccornie appagherà il palato tanto quanto la vista 😀
Tornando a noi, lasciamo da parte i cavoletti stampati e torniamo a quelli crudi: la ricetta di Sigrid, dicevo, la trovate qui; qui sotto vi propongo la mia versione dell’Insalata di Cavoletti con Mele, Pinoli e Pecorino Romano. In sostanza, ho solo cercato di rendere ancora più leggera quest’insalata non caramellando le mele ed evitando le nocciole (che comunque, Sigrid dixit, si possono benissimo omettere):

INGREDIENTI (per 4 persone)
400 gr. di cavoletti di Bruxelles
½ limone (succo)
2 mele piccole
40 gr. di pinoli
70 gr. di pecorino romano
olio extravergine d’oliva
sale
pepe

PREPARAZIONE
Pulite i cavoletti scartando la base e le foglie esterne (tagliando la base si staccheranno da sole le due-tre foglie più grandi) e ed affettateli a fettine sottilissime; conditeli subito con un filo d’olio, un pizzico di sale e il succo di limone. Sbucciate ed affettate le mele, sottili anch’esse, ed unitele ai cavoletti; tostate i pinoli a secco ed aggiungeteli all’insalata. Guarnite infine con il pecorino romano a scaglie, grattate un po’ di pepe, date una bella mescolata e gustate 😉

Ogni lunedì, si sa, c’è bisogno di una gran carica per ripartire… E allora, alzate il volume a palla e sfogatevi un po’ con i Black Sabbath e la loro War Pigs 😀

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: