4 gennaio 2013

Mini-Croissants con Salmone e Robiola all’Aneto

Posted in antipasti e fingerfood, Le mie ricette, torte salate & affini tagged , , , , , , a 12:51 pm di pixel3v

Spesso è grazie al caso che nascono le idee migliori. E pochi giorni prima di Natale, il caso ha voluto che a casa di Luca mi ritrovassi con un trancio di salmone affettato così grande da non entrare nel frigo, complice un favoloso cesto (o “ceppo”, come si dice dalle mie parti) natalizio gentilmente offerto dall’azienda in cui Luca lavora (cesto che faceva pari col mio… Inesistente!)… Il risultato è stato che mentre il mio ciclista pedalava ignaro, io col suo supersalmone ho preparato diversi deliziosi fingerfood, tra cui questi Mini-Croissants con Salmone e Robiola all’Aneto, “ricetta” (se così la si può definire) di cui si trovano svariate varianti in rete e che, garantito, è di un facile imbarazzante… Non fatevi ingannare dai cornetti, ci vuole un attimo a prepararli (con la sfoglia pronta, ovvio) e fanno un figurone 😉

mini-croissants 1 72dpi

INGREDIENTI (per 16 mini-croissants)
1 rotolo di pasta sfoglia rotonda
200 gr. di robiola
2 cucchiai di yogurt bianco
1 bel mazzetto di aneto fresco
150 gr. di salmone affumicato
latte per spennellare
semi di papavero

PREPARAZIONE
Stendete la pasta sfoglia rotonda, dividetela a metà, poi ancora a metà, quindi dividete di nuovo ciascun quarto ed ancora a metà ogni spicchio, fino ad avere 16 triangoli di uguali dimensioni. Praticate sul lato corto di ogni spicchio un taglio verticale di circa 1 cm, quindi allargate leggermente il taglietto e, partendo dai due lembi così formati di ogni spicchio, arrotolate la sfoglia su se stessa fino a terminare con la puntina; cercate di dare al vostro “rotolo” la caratteristica forma arcuata del cornetto. Una volta arrotolati tutti e 16 diponeteli su una placca da forno ricoperta con carta forno, spennellateli con il latte e ricopriteli con i semi di papavero, quindi infornate a 200° C per circa 15 minuti. Una volta sfornati lasciateli freddare, e nel frattempo preparate la farcia lavorando in un ciotolino la robiola, lo yogurt e l’aneto tritato. Aprite a metà i cornetti facendo molta attenzione (io ci sono riuscita bene con un paio di forbici da cucina affilate), spalmateli con il formaggio, quindi poggiate su ognuno una fettina di salmone e richiudeteli. Servite freddi.

mini-croissants 2 72dpi

Ah, quasi dimenticavo (sì lo so, mi scordo spesso di queste cose): Buon Anno a tutti!

15 luglio 2011

Pasta Fredda con Salmone, Rucola e Pomodorini

Posted in di mare, Le mie ricette, pasta, pastasciutta & simili tagged , , , , , a 11:50 am di pixel3v

Quest’anno non avevo ancora postato una pasta fredda. Mi sa che sarà anche l’unica eh, perchè in quest’ambito non ho granchè fantasia, anche perchè non mangiando tonno, uova sode e prosciutto cotto il campo si restringe di parecchio… 😛 Tra l’altro, per questa ricetta devo ringraziare la mia amica Paola, la quale, grazie alla suocera, cucina abitualmente questa Pasta Fredda con Salmone, Rucola e Pomodorini ormai da diverse estati… E da quest’anno, spesso, anch’io 😉

INGREDIENTI (per 4 persone)
350 gr. di pasta corta (io qui ho usato i napellini rigati)
5 gr. di burro (proprio una scaglia!)
200 gr. di carpaccio di salmone affumicato
250 gr. di pomodorini ciliegini
1 bel mazzetto di rucola
olio extravergine di oliva
noce moscata

PREPARAZIONE
Per prima cosa cuocete al dente la pasta. Questa operazione io, di solito, la faccio la sera prima se la pasta la servo a pranzo, o la mattina per la sera stessa. Una volta scolata la pasta ponetela in una ciotola, unitevi un filo d’olio per evitare che si incolli, mescolate bene e lasciatela raffreddare; quando sarà a temperatura ambiente copritela e mettetela in frigo, aggiungendo altro olio se necessario.
Il giorno successivo, o la sera, condite la pasta un paio d’ore prima di servirla, così gli ingredienti si amalgameranno tra di loro al meglio: in una padella fate sciogliere il burro, quindi scottate (ma proprio un minuto) il salmone ridotto a pezzetti e lasciatelo raffreddare. Tagliate in 4 i pomodorini e salateli a parte prima di unirli alla pasta, quindi incorporate anche il salmone, la rucola ed un’abbondante grattata di noce moscata. Riponete in frigo fino al momento di servire, unendo un ulteriore filo d’olio ed altra noce moscata se necessario.

Con questa ricetta partecipo al contest di Cristina (Pan Per Focaccia): sotto con le ricette fredde, da portare facilmente in giro, rigorosamente salate e prive di formaggio! 😀

11 marzo 2011

Mini-spiedini con Salmone, Uva e Roquefort

Posted in antipasti e fingerfood, Le mie ricette tagged , , , a 12:33 pm di pixel3v

Questa ricetta non è farina del mio sacco: l’ho trovata qui. Ma con molto orgoglio mi prendo comunque il merito, se non altro, di avere in qualche modo creduto in questo trittico: salmone, uva e Roquefort non si accostano certo tutti i giorni!
Quando proposi questo piatto per capodanno qualcuno, sì, storse il naso. Più che altro, però, si trattava di coloro che non amano il Roquefort, o il salmone, perché chi come me li adora entrambi, pur avendoli sempre mangiati separatamente, era curioso quanto me di provare questo accostamento…
Insomma, per farla breve, l’esperimento riuscì: in pochi minuti la nostra efficientissima catena di montaggio (c’era l’addetto al passaggio stuzzicadenti, l’addetto al taglio cubetti di Roquefort, l’addetto al lavaggio e spippolamento uva etc.) preparò questi deliziosi spiedini. La ricetta originale prevedeva i bastoncini lunghi, noi invece preferimmo comporre dei mini-spiedini con gli stuzzicadenti classici: un solo chicco d’uva, un solo dadino di Roquefort ed una sola strisciolina di salmone per ogni bocconcino. Abbiamo trasformato quei lunghi, e forse eccessivi, spiedini in dei deliziosi fingerfood 😉
Nonostante sia ormai passato del tempo da quella cena, ringrazio di nuovo tutti i miei aiutanti e anche chi non ha messo mano alla preparazione di questi Mini-spiedini con Salmone, Uva e Roquefort ma li ha comunque mangiati con gusto… E anche, ovviamente, chi, schifato, non li ha neanche toccati, ché ne ha lasciati di più per noi buongustai 😀
Ah: la nostra ricetta è stata, per quanto possibile, ulteriormente semplificata rispetto all’originale: no finocchietto, no pepe rosso, no limone sul salmone. Col senno di poi, però, abbiamo convenuto tutti sul fatto che forse due gocce di limone (solo sul salmone) avrebbero dato il tocco. Nel riproporla alla mia famiglia, quindi, il limone l’ho messo… Qui vi riporto quindi la versione definitiva, with lemon 😉

INGREDIENTI (per 16 spiedini monoporzione)
150 gr. di carpaccio di salmone (anche affumicato va bene)
1/2 limone (succo)
100 gr. di uva (16 chicchi :mrgreen: )
110 gr. di Roquefort

PREPARAZIONE
Semplicissimamente: irrorate le fette di salmone con il succo del limone e fatele a striscioline larghe circa 3 cm, lavate l’uva e tagliate il Roquefort a cubetti. Formate gli spiedini iniziando con un chicco d’uva, quindi infilzate una strisciolina di salmone ripiegata in 4 ed infine un dadino di Roquefort. Servite e gustate 😉

Il consiglio di Zola (uno di coloro che a capodanno più hanno gradito): mordere in un sol boccone Roquefort e salmone e, solo dopo qualche secondo, mangiare anche il chicco d’uva, facendolo “scoppiare” in bocca… Una libidine, confermo!!

L'altra Farina - http://latortapendente.blogspot.com

Con questa ricetta partecipo a due contest: uno è quello il cui banner vedete qui sopra, contest indetto da La Torta Pendente (Kà)… Spiedini di ogni forma e sorta, dall’antipasto al dolce 😉 Le regole le trovate qui!

Il secondo contest a cui partecipo con questa ricetta è di Una Cucina Tutta per sè (Francesca): qui trovate le regole per partecipare, io vi anticipo che la sua idea, davvero simpatica, è stata quella di raccogliere ricette, come si dice dalle mie parti, “tocco-preso”, qualcosa di pratico da poter mangiare davanti alla tv senza sporcare ovunque 😉

28 dicembre 2010

Risotto alla Vodka e Salmone Affumicato

Posted in Le mie ricette, risi, risotti ed altri cereali tagged , , , a 12:31 pm di pixel3v

Tempo fa ho comprato una bottiglia di vodka in preda al delirio spignattatorio ( 😳 )… Beh, inutile dire che per il mio spignatto ne bastava proprio pochina, di vodka, e che questa boccia stava lì a vegetare perché nessuno se la beve 🙄
Ho deciso quindi di cercare una ricetta che facesse al caso mio, giusto per far abbassare il livello di quella bottiglia di vodka che inutilizzata mi fa molta tristezza… Ed ho trovato questo Risotto alla Vodka e Salmone Affumicato, una ricetta di Sale Dolce davvero interessante, che riporto qui con le mie piccole modifiche (più che altro ho omesso la panna da cucina, di cui secondo me si può benissimo fare a meno).
Tra l’altro, il salmone riscuote solitamente un enorme successo sotto le feste di Natale… Per cui, beh, non posso dire che questo sia il primo piatto del mio Natale (come ho fatto con le Rondelle Soffici al Salmone nel caso dell’antipasto) perché direi una bugia, però… Beh, potrebbe essere comunque una valida idea per mettere a tavola degli amici proprio in questi giorni di festa 😉
Vabbè, mentre ci pensate, veniamo al dunque: qui c’è la ricetta originale, di seguito ecco invece la mia:

INGREDIENTI (per 4 persone)
40 gr. di burro
2 cipolle bionde
130 gr. di carpaccio di salmone affumicato
350 gr. di riso Carnaroli
2 bicchieri di Vodka
750 ml di brodo vegetale
1 mazzetto di erba cipollina
pepe

PREPARAZIONE
In un pentolino sciogliete il burro e fatevi imbiondire le cipolle tritate finissime. Aggiungete il salmone tagliato a striscioline, fate insaporire un minuto e poi versate il riso nel soffritto, facendolo tostare per pochi minuti. A questo punto unite la vodka, lasciate evaporare, quindi iniziate a versare il brodo poco alla volta, mescolando spesso a fuoco medio. A fine cottura unite l’erba cipollina tritata e lasciate riposare il risotto un paio di minuti per farlo rassodare, quindi servitelo.

Anche con questa ricetta partecipo al contest de La Renna in Cucina (Alessandro), dove il salmone è l’indiscusso protagonista… Partecipate anche voi al Contest Controcorrente (il Salmone)…!!

22 dicembre 2010

Rondelle Soffici al Salmone: l’Antipasto del mio Natale

Posted in antipasti e fingerfood, Le mie ricette tagged , , , , , , , , a 1:04 pm di pixel3v

Questa è una ricettina semplicissima, per un antipasto rapido ma di grande figura in tavola. Un piatto così semplice potrebbe essere preparato praticamente sempre… E invece no: a casa mia, ormai da diversi anni, per tradizione, le Rondelle Soffici al Salmone sono ufficialmente l’antipasto del pranzo di Natale, e basta (vabbè, qui baro un pelino perchè all’occorrenza è capitato di proporre questo piattino sfizioso per pranzi e cene vari con amici, in quanto rapido a farsi ma d’effetto) 🙂
Tra l’altro, il titolo l’ho deciso in questo preciso istante, dal momento che né io né mia madre, ideatrice della ricetta in questione, ci eravamo mai poste il problema di dare un nome a questo piatto fino ad oggi, apparte quel che ci veniva sul momento: “le rotelline”, “i cosini col salmone”, “quelli tondi con la Philadelphia” etc 😛
Insomma, il giorno di Natale funziona che si va a mangiare dalla nonna; di solito lei pensa alle lasagne ed alla vitella coi piselli, o alla carne sulla brace, se il meteo lo consente, mentre noi ci occupiamo dell’antipasto e del dessert (di solito il tiramisù). Beh, sì, il nostro pranzo di Natale è quanto meno di natalizio possa esistere 😳 Ma ci piace così, che volete farci… E allora, ecco cosa serve e come si preparano queste rondelline:

INGREDIENTI (per circa 40 rondelle)
100 gr. di formaggio morbido tipo Philadelphia
200 gr. di pan carré (4 fette rettangolari) privo di crosta
1 bel mazzo di erba cipollina
400 gr. di salmone affumicato (carpaccio)

PREPARAZIONE
Prendete le fette di pan carré (io uso quelle rettangolari, belle grandi, già prive di crosta) e spianatele bene con un mattarello fino a farle assottigliare parecchio. Spalmateci sopra il formaggio morbido, tritate l’erba cipollina con le forbici e spargetela sulle fette di pan carré. In ultimo aggiungete il salmone, stendendolo bene sulle fette e tagliando via le parti in eccesso. A questo punto arrotolate ogni fetta di pan carré su se stessa nel senso della lunghezza cercando di stringere il più possibile. Avvolgete i quattro rotolini cilindrici così formati con della pellicola trasparente ben stretta e lasciateli in frigo per almeno un paio d’ore (noi di solito li prepariamo la sera del 24, così stanno in frigo tutta la notte). Al momento di servire, tagliate ogni rotolo a rondelle più fini possibile (a me ne viene una decina ciascuno).

Con questa mia ricetta partecipo al contest di Pasticci & Pastrocchi (Claudia) e di Guantoni in Cucina (Sara) inerente il Natale: Non è Natale se non c’è… 🙂 Forza, sotto coi piatti natalizi delle vostre tradizioni di famiglia, chiunque ne ha almeno uno “fidato”… 🙂

 

Sempre in tema natalizio, se vogliamo, è anche il contest di La Renna in Cucina (Alessandro), dove è il salmone a farla da protagonista… Ecco qua i dettagli del Contest Controcorrente (il Salmone), al quale, beh, scontato, partecipo anch’io con questa mia ricettina 🙂

 

28 luglio 2010

Carpaccio di Salmone Affumicato con Capperi e Pepe Rosa

Posted in antipasti e fingerfood, Le mie ricette tagged , , , , , , , , , , a 5:18 pm di pixel3v

Questa ricetta è freschissima e stra-rapida. La faccio spesso, diciamo che lo scriverla sul blog rappresenta per me un promemoria per le estati a venire, che a suon di cucinare e provare sapori nuovi poi corro il rischio di dimenticarmi quei piatti ormai testati, consolidati ed approvati 😉
Quindi: in caso di grande caldo, di poco tempo e zero voglia di cucinare, ecco qua un “piatto-salvezza”: un bel Carpaccio di Salmone Affumicato con Capperi e Pepe Rosa 🙂

INGREDIENTI (per 4 piattoni da pizza)
600 gr. di carpaccio di salmone affumicato
2 cucchiai di capperi
2 limoni (succo)
olio extravergine di oliva
1 cucchiaio di bacche di pepe rosa

PREPARAZIONE
Stendete le fette di salmone sui piatti da portata in modo da non sovrapporle. Strizzate bene i capperi, tritateli grossolanamente e spargeteli sul carpaccio. Preparate una citronette con il limone e l’olio ben emulsionati e conditevi il salmone; decorate infine con le bacche di pepe rosa 😉

Oggi il mio umore è decisamente migliore rispetto all’altro giorno… Beh, inutile dire che non sono al 100%, però diciamo che quel che due giorni fa a quest’ora mi turbava, adesso mi fa solo ridere (per un attimo c’era riuscito, quell’animale dal cervello lavato, a farmi sentire un’inutile perdente)… Quindi, oggi ci vuole un po’ di musica tosta, non malinconica nè deprimente (userei la parola “carica” ma… beh diciamo che per adesso mi ricorda troppo quest’esperienza allucinante per poterla usare con disinvoltura 😀 )… Bando alle ciance: oggi tocca agli Smashing Pumpkins con Bullet with Butterfly Wings 😉

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: