29 giugno 2011

Clafoutis di Carote al Curry e Finocchietto Selvatico

Posted in flan, sformatini e sformati, Francia, infornati e gratinati, Le mie ricette, piatti etnici / esotici tagged , , , , , , , a 11:41 am di pixel3v

Impazzisco per i clafoutis, è un dato di fatto.  Dolci, salati, ne preparerei (e mangerei) in quantità industriali… Ed eccoci qui quindi, anche se il caldo è asfissiante, io non ho resistito… Complice un contest (vedi in basso), ho preparato questo Clafoutis di Carote al Curry e Finocchietto Selvatico, dal gusto particolare… Ma che ve lo dico a fare, provatelo piuttosto, e poi mi dite 😉

INGREDIENTI (per 4 pirofiline monoporzione, diametro 13 cm)
90 gr. di burro + quello per le pirofile
1 cipolla bionda
600 gr. di carote (circa 6 medie)
100 ml di latte
250 ml di panna fresca
3 uova
70 gr. di parmigiano grattugiato
1 limone (scorza)
110 gr. di farina 00
4 cucchiaini colmi di curry
1 mazzetto di finocchietto selvatico
sale
pangrattato per le pirofile
pepe

PREPARAZIONE
Fate fondere 30 gr. di burro in una padella, quindi rosolatevi la cipolla tagliata a pezzettini. Pelate le carote, affettatele sottili e fatele cuocere insieme alla cipolla, a fuoco basso, per circa 10 minuti; aggiustate di sale.
Preriscaldate il forno a 180° C. Imburrate le pirofile e cospargetele di pangrattato, quindi adagiatevi le carote  in modo che non ci siano spazi vuoti. Fate fondere i restanti 60 gr. di burro in un pentolino; riscaldate (non fino a bollore) il latte e la panna fresca insieme. In una ciotola, preparate la pastella: sbattete le uova con il parmigiano, incorporatevi il burro fuso e latte e panna caldi, grattugiatevi la scorza del limone, unite la farina, il curry ed il finocchietto selvatico lavato e sminuzzato; aggiustate di sale, grattugiate un pochino di pepe e mescolate bene con la frusta manuale fino ad ottenere una pastella liscia ed omogenea. Distribuite questo composto sulle pirofile ricoprendo le carote ed infornate per 25/30 minuti, o comunque fino a che la superficie non risulterà colorita e croccante e, facendo la prova stecchino, questo uscirà pulito. Lasciate intiepidire prima di servire.

Con questa ricetta partecipo al contest di Aniko (Paprika & Paprika)… Cliccate il banner, vi si aprirà un mondo 😉

14 gennaio 2011

Vellutata di Patate Dolci al Curry con Erba Cipollina

Posted in Le mie ricette, zuppe, creme e vellutate tagged , , , , a 12:38 pm di pixel3v

Eccoci arrivati all’ultima ricetta a base di patate dolci… Lo sapete, le vellutate sono una delle preparazioni che io più amo, col freddo invernale… Ora, è anche vero che ora come ora non fa già più tutto ‘sto gran freddo eh (ma tornerà o l’inverno è già finito? Mah…), ma in ogni caso, beh, è pur sempre gennaio, non direi proprio che una vellutata stoni, quindi 🙂
Come vi ho già detto nel caso dei Rösti e dei Muffins salati, le patate dolci hanno un sentore, appunto, dolciastro, che ricorda vagamente il sapore della farina di castagne: si prestano, quindi, anche ad un uso salato. La mia scommessa, come vedete, è stata quella di preparare soltanto piatti salati e, credetemi, posso affermare che sia stata più che riuscita: anche nel caso di questa Vellutata di Patate Dolci al Curry con Erba Cipollina, poi, accostando le batate con un sapore speziato e deciso come quello del curry, il risultato è stato davvero sopra le aspettative, provare per credere 😉

INGREDIENTI (per 4 persone)
1 cipolla dorata
600 gr. di patate dolci
2 cucchiaini di curry in polvere
1 mazzetto di erba cipollina
600 ml di brodo vegetale
300 ml di latte
mandorle a scaglie
olio extravergine d’oliva

PREPARAZIONE
Fate imbiondire la cipolla tritata finemente con poco olio, quindi incorporatevi le patate precedentemente sbucciate e tagliate a cubetti, il curry e quasi tutta l’erba cipollina sminuzzata. Lasciate rosolare qualche minuto, quindi unite il brodo ed il latte e lasciate cuocere, coperto, per una mezz’ora, tempo necessario a far ammorbidire del tutto le patate.
A fine cottura frullate il tutto con il mixer ad immersione, aggiungete un pochino d’acqua calda se la consistenza dovesse essere troppo densa, quindi servite decorando ogni piatto con le mandorle a scaglie, la restante erba cipollina sminuzzata ed un’ultima spolverata di curry.

Vi lascio al tanto agognato fine settimana con una canzone dalla giusta carica: eccovi i The Distillers con City of Angels… A lunedì 😉

22 marzo 2010

Biscotti Salati al Curry con Semi di Papavero

Posted in antipasti e fingerfood, curiosità, Le mie ricette tagged , , , , , , , , , , , a 7:01 pm di pixel3v

SOTTOTITOLO: Taste, in Viaggio con le Diversità del Gusto @ Stazione Leopolda (Firenze) 13/15 marzo 2010

Dal 13 al 15 marzo 2010, alla Stazione Leopolda di Firenze si è svolta la quinta edizione di Taste – in Viaggio con le Diversità del Gusto, il salone dedicato alle eccellenze del cibo italiano e alle biodiversità della tavola nell’era globale, un’esperienza divertente e coinvolgente, alla scoperta dei tanti modi in cui oggi si esprime e si sperimenta il gusto. L’evento era suddiviso in 5 padiglioni:
Taste Tour
, il percorso di degustazione dei prodotti proposti dalle aziende, per conoscere e approfondire le ricchezze gastronomiche del nostro Paese: dalla vellutata al tartufo nero ai cioccolatini al Parmigiano, dalla passata di pomodorini Prunilli al miele d’erba medica, dalla pasta secca all’uovo lavorata a mano su trafile di bronzo al prosciutto al forno medievale, fino al formaggio stagionato di latte di bufala, la confettura all’aceto balsamico e la marmellata di olive taggiasche…;
Taste Tools
, gli oggetti di food & kitchen design, i capi di abbigliamento, le attrezzature tecniche e professionali per la tavola e la cucina;
Taste Shop
, il negozio dove acquistare i prodotti esposti e degustati, una sorta di department store dei cibi esclusivi;
Taste Ring
, una serie di talk show e di incontri con i protagonisti della cultura della tavola, dedicati ai temi più curiosi e caldi del lifestyle legato al gusto, agli abbinamenti imprevedibili tra il cibo e i più disparati aspetti della vita sociale, economica e culturale;
Taste Press
, l’area dove viene presentata una selezione di riviste e di progetti editoriali dedicati all’eno-gastronomia.
Taste ha raccontato e mostrato le radici della cultura enogastronomica italiana, la sua straordinaria pluralità e capacità di essere patrimonio internazionale. Al centro del progetto espositivo, il gusto come valore in ascesa della nostra epoca, dove si combinano una pedagogia della nutrizione, l’estetica e il design, l’uso di tutti i nostri sensi e le diverse versioni del lifestyle contemporaneo (fonte: Pitti Immagine).

Qui vi lascio un contributo della giornata, (riprese e post-produzione by Luca del Grande)… Niente musica oggi quindi, ma video 😉

Il mio post arriva un po’ tardi, lo so, ma la manifestazione ha avuto così tanto successo che sicuramente potrete appuntarvelo per il prossimo anno. Inoltre, il mio post è anche un pretesto per introdurre questa mia ricetta: i Biscotti Salati al Curry con Semi di Papavero. Eh sì, perché tra tutte le delizie che io, Claudia, Nicola e Luca abbiamo degustato al Taste, questi biscottini mi hanno colpita in modo particolare, e non appena mi è stato possibile ho provato a riprodurli! Ecco quindi la ricetta di questi straordinari biscotti salati:

INGREDIENTI (per circa 60 biscottini rotondi dal diametro di 4 cm)
300 gr. di farina 00
150 gr. di burro
½ bicchiere di latte
4 cucchiaini colmi di curry
3 cucchiaini rasi di semi di papavero
1 cucchiaino colmo di sale

PREPARAZIONE
Mescolate la farina, il curry, i semi di papavero ed il sale. Aggiungete quindi il burro precedentemente fuso ed il latte, poco alla volta, mescolando bene. Se la pasta vi sembra troppo dura aggiungete altro latte, ma senza esagerare. A questo punto stendete l’impasto (non troppo basso) e intagliate i biscottini nelle forme che preferite (io li ho fatti rotondi). Infornate a 180°  C per 20/25 minuti. Servite a temperatura ambiente.

23 novembre 2009

Patate Leggere al Curry

Posted in contorni, Le mie ricette tagged , , , a 6:28 pm di pixel3v

Oggi a pranzo avevo voglia di mangiare qualcosa di leggero, o meglio di “tranquillo”, visto che in questi giorni dalle mie parti c’è stata la Festa dell’Autunno e a casa mia ci siamo sdati mangiando polenta, cinghiale, migliacci, pasta fritta e castagnaccio preparati dalle attempate signore di paese che cucinavano amorevolmente dietro ai banchi… Insomma, guardando in frigo mi è venuta voglia di patate lesse. Però lasciarle ‘nude’ mi faceva un po’ tristezza… E allora ho ideato una cosina rapida rapida, le Patate Leggere al Curry:

INGREDIENTI (per 4 persone)
8 patate novelle
prezzemolo
curry
olio
sale

PREPARAZIONE
È molto semplice: sbucciate e lessate le patate salando l’acqua quando bolle, fatele a pezzi e conditele con un filo d’olio, un bel po’ di prezzemolo tritato (io adoro le patate lesse col prezzemolo!), abbondante curry e servite.

E’ ovvio che se usate un po’ di yogurt greco, tipo 100 gr., il piatto risulterà più appetitoso e le patate saranno belle ‘insugate’… però così si perderebbe la leggerezza e la semplicità del piatto 😀

23 gennaio 2008

Pollo al Curry

Posted in di carne, India, Le mie ricette, piatti etnici / esotici, piatti unici, secondi piatti tagged , , , a 1:37 pm di pixel3v

Ispirata dalla cena di sabato sera, ieri sera mi sono cimentata nel cucinare questo favoloso piatto indiano, il Pollo al Curry, un po’ attingendo da alcuni siti e… un po’ lasciando spazio al gusto personale. Ecco la mia ricetta:

INGREDIENTI (per 4 persone)
900 gr di sovraccosce di pollo spellate e disossate
2 cipolle
2 carote
succo di 1 limone (scarso)
200 gr di yogurt bianco (ottimo il greco, si trova sfuso nei supermercati al reparto gastronomia)
2 cucchiai di curry
olio d’oliva
sale
200 gr abbonanti di riso basmati

PREPARAZIONE
Ponete il riso basmati nella pentola di cottura (meglio se alta), aggiungendo acqua quanto basta per bagnarlo tutto. Girate il riso con la mano in modo da privarlo, almeno in parte, dell’amido, quindi scolatelo e ripetete l’operazione. Lasciate quindi il riso in ammollo per circa 20 minuti nella sua “terza” acqua, che dovrà essere tanta da coprirlo bene tutto. Preparate poi un trito finissimo con le cipolle e le carote. Tagliate il pollo, spellato e disossato, a pezzetti, e fatelo cuocere in una teglia precedentemente oliata finché tutti i bocconcini non avranno preso colore. Aggiungete quindi il trito e, quando questo sarà dorato, i due cucchiai di curry. Regolate di sale (giusto due pizzichi) e lasciate cuocere a fuoco medio col coperchio per circa 20 minuti, mescolando di tanto in tanto e aggiungendo, se necessario, un po’ d’acqua. Nel frattempo ponete la pentola con il riso ammollo sul fornello (il riso basmati non va buttato nell’acqua quando questa bolle, come si fa invece con il riso tradizionale!), lasciandolo cuocere a fuco medio/basso per 15 minuti esatti, senza mai alzare il coperchio. Alla fine della sua cottura salate il riso, ma senza esagerare. Infine aggiungete al pollo il succo di limone e lo yogurt, mescolando a fuoco basso finchè il sugo non si sarà fluidificato. Servite quindi il pollo accompagnato dal riso.

pollo-al-curry.jpg

Devo dire che come primo tentativo è riuscito alquanto bene… 🙂
Buon appetito!

SICCOME QUESTA FOTO HA FATTO IL GIRO DELLA RETE, CHIEDEREI GENTILMENTE A TUTTI VOI INERNAUTI BUONGUSTAI DI NON ABUSARE PIU’ DI CIO’ CHE NON VI APPARTIENE… CUCINATE E FOTOGRAFATE DA SOLI, E’ COSI’ GRATIFICANTE… OPPURE CITATE LA FONTE SE DOVESTE USARE QUALCHE MIA FOTO, CHE NON COSTA NIENTE! 😉

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: