11 Mag 2011

Cake Salato con Radicchio Rosso, Scamorza, Noci e Fiocchi d’Avena

Posted in flan, sformatini e sformati, infornati e gratinati, Le mie ricette tagged , , , , , , , , , a 11:27 am di pixel3v

Ci risiamo: m’è ripresa una nuova fittonata 😀
Di che si tratta stavolta? Dei fiocchi d’avena!
Ebbene sì, io non sono una grande divoratrice di cereali et similia, sarà che non bevo latte e non mangio quasi mai yogurt… Fatto sta che certe cose le ho sempre considerate il giusto. In cucina però, è un altro discorso. Non si tratta di prendere cucchiaiate di cereali e versarle distrattamente in una tazza di latte: si tratta di creare, provare, sperimentare, mischiare, assaporare… C’è qualcosa di più che m’invoglia 🙂
E così, comprati i fiocchi in questione ed utilizzati per i Biscotti Irlandesi ai Fiocchi d’Avena, ‘sto chilo di roba da un mesetto abbondante stava lì, reparto colazione…
Posto che non son capace ad usare la fantasia così dal nulla, nel senso che di fronte ad un alimento a me sconosciuto il foglio resta bianco, ho deciso che non c’era nulla di male se mi fossi guardata intorno… Quindi eccomi qua 🙂
La prima ricetta a base di fiocchi d’avena (prima di una piccola serie) proviene da Menando il Can per l’Aia, il blog de LaVero, che adoro per il modo affascinante in cui lei si racconta intrecciando vita, pensieri e cucina… E ovviamente, le sue ricette son davvero ottime, o almeno, diciamo che a leggerle mi piacciono e mi incuriosiscono… (ps: Vero!! Torna!!)…
In realtà la ricetta de LaVero non contiene i fiocchi d’avena ma quelli di farro, ma poco importa… Il suo cake salato mi ha fatto venire l’acquolina in bocca (radicchio + noci + scamorza = successo assicurato), e mi  ha affascinata ed incuriosita per la presenza dei fiocchi, quindi non ho potuto non provare a cucinarlo anch’io, sebbene io avessi in avanzo fiocchi d’avena e non di farro!


Insomma, il mio Cake Salato con Radicchio Rosso, Scamorza, Noci e Fiocchi d’Avena poco differisce da quello de LaVero; io l’ho solo arricchito (vabbè, per dire insomma) con poco parmigiano grattugiato ed ho sostituito i fiocchi di farro con quelli di avena 🙂 Ma beh, il merito di questa ricetta non è altro che suo 😉


INGREDIENTI (per uno stampo di 25 cm x 9 cm, alto 7 cm)
1 cespo di radicchio rosso (peso lordo 420 gr; peso da pulito 390 gr.)
3 uova
½ bicchiere di latte
50 ml di olio
2 cucchiai di parmigiano grattugiato
130 gr. di scamorza
180 gr. di farina 00
1 bustina (15 gr.) di lievito per torte salate
60 gr. di fiocchi di avena
100 gr. di noci (peso da sgusciate)
sale
aceto balsamico
pepe nero

PREPARAZIONE
Preriscaldate il forno a 180° C. Pulite il radicchio, tagliatelo grossolanamente e fatelo appassire in un tegame con un pochino d’olio, un pizzico di sale ed un filo di aceto balsamico. In una ciotola sbattete le uova con il latte, l’olio, il parmigiano, due pizzichi di sale ed una bella macinata di pepe; amalgamate bene, quindi unite la scamorza tagliata a cubetti piccoli, la farina setacciata con il lievito ed i fiocchi d’avena. Infine, frullate il radicchio con i gherigli di noci ed uniteli all’impasto.
Versate il composto nello stampo da cake rivestito con carta da forno (io la bagno, la strizzo e la asciugo, per renderla più “modellabile”), infornate e lasciate cuocere per 30 minuti, quindi coprite con un foglio di carta da forno (che a questo punto la crosticina è bella che formata) e proseguite la cottura ancora per circa 20 minuti. Fate raffreddare prima di affettare e servire.


Dopo diverso tempo, torniamo a parlare di musica… Lo facciamo con L’Era del Cinghiale Bianco, un pezzo cult di Franco Battiato… Non credo ci sia bisogno di spiegazioni, no? 😉

Annunci

21 ottobre 2010

Millefoglie di Parmigiano con Tonno Fresco e Radicchio di Chioggia all’Aceto Balsamico

Posted in antipasti e fingerfood, Le mie ricette tagged , , , , , , , , a 3:06 pm di pixel3v

Sfogliando distrattamente una rivista, l’altro giorno mi sono imbattuta in una ricettina simpatica e veloce: se ne stava laggiù, in un angolino, la pagina interamente occupata dalla pubblicità del Grana Padano… E piccola piccola, la ricetta consigliata dalla suddetta azienda, che ha subito attirato la mia attenzione. Ora, non sono qui a far pubblicità (anzi, ammetto che io non ho usato il Grana Padano… :oops:), però per dovere di cronaca era giusto che citassi la fonte. Ora che ho la coscienza più pulita, vi spiego come ho proceduto per preparare questi sfiziosi Millefoglie di Parmigiano con Tonno Fresco e Radicchio di Chioggia all’Aceto Balsamico:

INGREDIENTI (per 4 millefoglie, diametro 12 cm circa)
1 limone (succo e scorza)
200 gr. di carpaccio di tonno (non affumicato, che il sapore sarebbe troppo forte)
100 gr. di radicchio di Chioggia (circa 7/8 foglie)
100 gr. di parmigiano grattugiato
olio extravergine di oliva
sale
pepe
aceto balsamico

PREPARAZIONE
Preparate una citronette con olio, limone (al quale avrete precedentemente grattugiato la scorza, che vi servirà alla fine), sale e pepe. Stendete le fette di tonno su un vassoio e lasciatele marinare un’oretta con quasi tutta la citronette; lavate e tagliate finemente le foglie di radicchio, eliminando la costola, quindi ponetele in una ciotola ed irroratele con la citronette rimasta, aggiungendovi anche un cucchiaino di aceto balsamico.
Adesso preparate le cialde: preriscaldate il forno a 220° C, stendete un foglio di carta da forno su una placca e ponetevi il parmigiano grattugiato a cucchiaiate (un cucchiaio scarso forma una cialda), appiattendo ogni montagnola col retro del cucchiaio fino ad ottenere come dei dischi (con queste dosi ne ho ottenuti 16 esatti). Infornate un paio di minuti, tempo necessario alla preparazione delle cialdine (controllatele comunque), quindi sfornate e lasciatele raffreddare.
Preparate quindi i millefoglie ponendo in ogni piatto da portata una cialda, sovrapponendo ad essa una fettina di tonno e, ancora, una cucchiaiata di radicchio; insaporite con un filo di aceto balsamico e procedete con il secondo strato (altra cialda, tonno, radicchio, aceto balsamico) ed infine con il terzo. Ultimate ogni millefoglie con un’ultima cialdina (ve ne serviranno quindi quattro per ogni millefoglie che preparerete), decorate con la scorza del limone e servite subito 🙂

Ah: forse non si capisce dal mio blog ma… Io adoro le cialdine di parmigiano 😀
Ho solo un’altra ricetta a base di cialde di grana nel blog… Devo inventarmici qualcos’altro per forza: son veloci a farsi, versatili e strabuone 😛

Oggi ci spostiamo (con la musica, intendo) in Gran Bretagna, con un gruppo che ha fatto la storia del brit pop anni ’90… Classico dei classici, loro sono gli Oasis con la mitica Wonderwall 😀

15 marzo 2010

La Cena a Base di Radicchio Parte 3: il Secondo

Posted in infornati e gratinati, Le mie ricette tagged , , , , , , a 6:19 pm di pixel3v

Sottotitolo: PIROFILA GHIOTTA CON RADICCHIO, SPECK E BRIE
Il secondo (e ultimo) piatto della cena economica con Luca, Claudia e Nicola è una gustosa teglia veloce e facile, che ha bisogno di poco lavoro (ma si vede che a me cucinare la ciccia piace il giusto vero? :D): la Pirofila Ghiotta con Radicchio, Speck e Brie.

INGREDIENTI (per 4 persone)
400 gr. di radicchio trevigiano (quello lungo)
300 gr. di brie
100 gr. di speck
olio
sale
pepe

PREPARAZIONE
Lavate il radicchio e dividete le foglie l’una dall’altra. Scaldate una griglia sul fuoco e ponetevi le foglie di radicchio pochi minuti, rigirandole quando serve e spennellandole con una mistura di olio, sale e pepe. Una volta grigliate, adagiate le foglie sul fondo di una pirofila, alternando uno strato di radicchio ad uno strato di brie (tagliato a fette più sottili che potete). Con queste dosi, noi abbiamo fatto due strati di radicchio e due di brie. Infornate la pirofila nel forno già caldo a 180° C per 10 minuti, quindi sfornate e stendete in superficie le fette di speck; servite ben caldo.

Anche qui, un grazie a Nicola per aver scattato la foto 😉

E, senza bisogno di commenti, vi metto una canzone stavolta più recente del solito 😉 La prima cosa bella, nella versione ricantata da Malika Ayane

12 marzo 2010

La Cena a Base di Radicchio Parte 2: il Primo

Posted in Le mie ricette, pasta, pastasciutta & simili, vegetariani tagged , , , , a 5:50 pm di pixel3v

Sottotitolo: PENNETTE CON RADICCHIO, RUCOLA E BRIE
Continuiamo con il menu della cena con Luca, Claudia e Nicola: come primo piatto abbiamo scelto qualcosa che non fosse troppo carico, ma che comunque fosse gustoso. Ecco quindi le Pennette con Radicchio, Rucola e Brie:

INGREDIENTI (per 4 persone)
400 gr. di pennette rigate
1 radicchio trevigiano (quello lungo)
150 gr. di brie
1 cipolla bionda
½ busta di rucola
acqua
olio
noce moscata
sale

PREPARAZIONE
Lavate il radicchio e la rucola e tritateli finemente. Tritate la cipolla e fatela soffriggere in una padella con l’olio; quando sarà dorata aggiungete le verdure, amalgamandole con ½ bicchiere d’acqua; salate leggermente e continuate a mescolare, cuocendo a fuoco lento per qualche minuto, quindi spengete e lasciate riposare (nel frattempo mettete a bollire l’acqua per la pasta… non credo ci sia bisogno di dirlo 🙂 ). Tagliate il brie a cubetti piccoli piccoli ed aggiungetelo alle verdure; grattate un po’ di noce moscata, quindi riaccendete il fornello un minuto, giusto il tempo di farci saltare la pasta, infine servite.

Ancora una volta, ringrazio Nicola per la foto!

Oggi vi beccate la Carmen (non l’opera lirica :mrgreen:)… Con una canzone che rispecchia il mio stato d’animo (mi va così!)… E allora ecco qua: Carmen ConsoliConfusa e Felice 🙂

9 marzo 2010

La Cena a Base di Radicchio Parte 1: l’Antipasto

Posted in antipasti e fingerfood, Le mie ricette tagged , , a 12:19 am di pixel3v

Sottotitolo: CROSTINI CON RICOTTA E RADICCHIO
Qualche sabato fa, con Luca, Claudia e Nicola, ci siamo cimentati in una cenetta economica a base di radicchio (economica sì, lo era, non fosse stato che poi abbiamo dovuto pagare 78 euro di multa perché avevamo parcheggiato fuori dalle righe… :x).
Ma dimentichiamo le arrabbiature e passiamo alle cose gustose… Dunque, dicevamo, la cena a base di radicchio. Partiamo dall’antipasto: i Crostini con Ricotta e Radicchio.

INGREDIENTI (per 4 persone)
12 fette di pane di grano duro
½ radicchio di Chioggia (quello tondo), o 1 se è piccolo
150 gr. di ricotta
2 cipolle bionde
1 cucchiaio di aceto balsamico
1 mazzetto di erba cipollina
1 cucchiaino di zenzero
olio extravergine d’oliva

PREPARAZIONE
Tritate le cipolle e fatele soffriggere in poco olio. Unite il radicchio lavato e tritato finemente e cuocete per pochi minuti; a fine cottura aggiungete l’aceto balsamico. Nel frattempo affettate il pane e fate tostare le fette in forno. In una ciotola lavorate la ricotta con una forchetta, mescolandovi lo zenzero e l’erba cipollina tritata, quindi spalmate la crema così ottenuta sulle fette di pane e completate con un cucchiaino di radicchio per ogni crostino.

Una menzione speciale va a Nicola, autore della foto 😀

E oggi una canzone bella carica: X Offender di Blondie (mitica!)

5 giugno 2009

Flan di Radicchio Trevigiano

Posted in flan, sformatini e sformati, Le mie ricette tagged , , , , , , a 4:14 pm di pixel3v

Questi piccoli Flan di Radicchio Trevigiano sono davvero semplici da fare ma molto, molto gustosi!
Ecco come si fa:

INGREDIENTI (per 4 persone)
1 radicchio trevigiano
1 cipolla bionda
100 gr. di ricotta di pecora fresca
3 cucchiai di aceto balsamico
2 cucchiai di parmigiano grattugiato
50 gr. di burro
100 ml. di vino bianco
1 uovo
3 cucchiai di pan grattato (più quello necessario per ricoprire gli stampini)
noce moscata
sale
pepe

PREPARAZIONE
Pelate e tritate finemente la cipolla, quindi stufatela in una casseruola con 20 grammi di burro; quando sarà trasparente aggiungete il radicchio a pezzetti e mantecate prima con l’aceto balsamico e poi con il vino bianco, facendoli evaporare. Fate cuocere a fuoco lento per circa 10 minuti ed aggiustate di sale. In una terrina lavorate la ricotta con il parmigiano grattugiato, un pizzico di noce moscata e l’uovo; aggiungete quindi il radicchio ed amalgamate bene. Unite anche il pangrattato, per rendere l’impasto più asciutto, e quindi dividete il composto in 4 stampini da forno precedentemente imburrati e passati con il pangrattato, riempiendoli fino ad 1 cm dal bordo. Cuoceteli in forno a 190° C per 20 minuti (la parte superiore deve risultare dorata). Serviteli accompagnati da pomodori pachino conditi con olio d’oliva, sale e basilico.

16 aprile 2008

Risotto al Radicchio Rosso e Gorgonzola

Posted in Le mie ricette, risi, risotti ed altri cereali tagged , , , , a 10:17 pm di pixel3v

Ecco una nuova, gustosa ricetta in cui mi sono cimentata ultimamente, un po’ invernale, ma direi che per ora può ancora andare: il Risotto al Radicchio Rosso e Gorgonzola. Ecco qua tutti i dati:

INGREDIENTI (per 4 persone)
400 gr di riso
1 cespo di radicchio rosso
130 gr di gorgonzola
1 noce di burro
1 cipolla rossa
1 bicchiere di vino rosso
1,5 l di brodo
olio extravergine d’oliva

PREPARAZIONE
Affettate grossolanamente la cipolla e fatela appassire nell’olio, insieme al radicchio precedentemente tritato. Quindi aggiungete il riso, lasciandolo tostare nel soffritto per qualche minuto. Versate il vino rosso facendolo evaporare a fiamma alta, poi aggiungete a poco a poco il brodo, mescolando spesso, fino a che il risotto non sarà cotto al dente. Aggiungete quindi il gorgonzola a cubetti e la noce di burro, mantenendo sempre il fuoco acceso (ma molto basso) e mescolando per fare amalgamare bene il tutto. Lasciate riposare il risotto un paio di minuti, affinchè si rassodi leggermente.

Buon appetito a tutti!! 🙂

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: