21 settembre 2012

Fagottini di Pasta Fillo con Ricotta, Zucchine, Pomodori Secchi e Scamorza

Posted in antipasti e fingerfood, Le mie ricette, torte salate & affini tagged , , , , , , a 11:23 am di pixel3v

Vai al supermercato per comprare una ciabatta (quella per le prese di corrente 😛 ) e d’improvviso ti viene l’illuminazione: l’idea per una nuova ricetta. La ciabatta è bella che dimenticata (ci penserò domani…), e non vedi l’ora di tornare a lavoro finita la pausa pranzo, affrontare queste ultime due lunghissime ore e poi correre a casa a cucinare… La scorsa settimana a me è successo esattamente questo 😛 Questa ricetta dunque non appartiene al mio archivio, ormai datato, ma è fresca fresca… e devo dire che questi Fagottini di Pasta Fillo con Ricotta, Zucchine, Pomodori Secchi e Scamorza sono stati davvero un’ottima idea!!

INGREDIENTI (per 12 fagottini più o meno rotondi, diametro circa 8 cm)
3 zucchine medie (circa 400 gr.)
150 gr di pomodori secchi (una quindicina)
200 gr di ricotta
2 cucchiai di parmigiano grattugiato
3 fogli di pasta fillo rettangolari (35 x 50 cm)
80 gr di scamorza bianca (non affumicata)
olio extravergine di oliva
sale
pepe

PREPARAZIONE
Tagliate finemente le zucchine e dividete ogni fettina a metà; fate soffriggere in padella con un filo d’olio, sale e pepe. Nel frattempo, tagliate a pezzettini piccoli i pomodori secchi ben scolati e poneteli in una ciotola. Aggiungete la ricotta ed il parmigiano grattugiato, quindi unitevi le zucchine una volta morbide e mescolate  tutto. A questo punto stendete la pasta fillo, ponendo due rettangoli uno sull’altro, spennellateli con dell’olio e tagliate ogni rettangolo a metà formando per ciascuno due quadrati, quindi dividete ogni quadrato in altri 4 parti ottenendone così 8 (per gli altri 4 ho usato un solo foglio di pasta fillo ma l’ho diviso in due e ho posto una metà sull’altra, da lì ho ricavato 4 rettangoli). Ponete una cucchiaiata di ripieno al centro di ogni fazzoletto di pasta, quindi fate a dadini la scamorza e poggiatene una manciatina sopra ad ogni cumulo di impasto. Chiudete i fagottini con le mani ripiegando i bordi verso l’interno, ma lasciandoli leggermente aperti in superficie (il ripieno si dovrà vedere). Ponete i fagottini su una teglia rivestita con carta da forno e fate cuocere nel forno preriscaldato a 180° C per circa 15-20 minuti. Servite tiepido.

27 febbraio 2012

Muffins Salati con Zucchine, Stracchino e Noci di Macadamia

Posted in infornati e gratinati, Le mie ricette, pane e lievitati tagged , , , , , , , , , , , a 1:43 pm di pixel3v

Ebbene sì, confesso: mi sono innamorata delle Noci di Macadamia… Una di quelle cose di cui avevo spesso sentito parlare senza però aver mai approfondito l’argomento. O forse, fino a poco tempo fa non si trovavano facilmente nei supermercati, non so… Fatto sta che non molti giorni fa me le sono ritrovate davanti al naso, una sacchettata di 300 gr. in offerta. La cosa mi ha incuriosita (fino ad allora credevo che “Macadamia” fosse una località, pensate un po’, invece è il nome dell’albero sul quale cresccono – in Australia principalmente) e mi son detta “intanto le prendo, poi si vede”. Arrivata a casa ho aperto al busta e… un sogno 😀 Credo di poter affermare che siano in assoluto la mia frutta secca preferita (sempre dopo i pistacchi, s’intende)… Non allappano la bocca, sono dure ma non troppo, non restano conficcate tra i denti, sono saporite al punto giusto e si prestano (ma vabbè, come tutta la frutta secca in fondo) a preparazioni sia dolci che salate… Infatti è quel che ho fatto io: oggi vi presento dei Muffins Salati con Zucchine, Stracchino e Noci di Macadamia, ma presto vi delizierò anche con un ottimo dolcino da leccarsi i baffi… Prima, però, si parte col salato 😉


Questi muffins restano un po’ più morbidi del solito anche una volta raffreddati (sono meno “asciutti” del normale), grazie alla presenza dello stracchino, ingrediente non necessario (se lo togliete, però, aggiustate il resto) ma straconsigliato 😉 Ecco la ricetta:



INGREDIENTI (PER CIRCA 15 MUFFINS)
3 zucchine medie
2 uova
200 mi latte
70 ml di olio d’oliva
165 g di stracchino morbido
240 g di farina
100 g di parmigiano grattugiato
15 g di lievito per torte salate (io uso la baking powder che va bene sia per i dolci che per i salati)
½ cucchiaino di bicarbonato
60 gr. di noci di macadamia (senza guscio, al naturale)
sale
pepe

PREPARAZIONE
Tritate grossolanamente le noci di macadamia (io mi sono aiutata col fondo di un bicchiere) e tostatele a secco in padella per pochi minuti, quindi tenetele da parte. Nella stessa padella scaldate l’olio, tagliate le zucchine a pezzetti piccoli e saltatele per qualche minuto; aggiustate di sale e lasciate intiepidire.
In una ciotola sbattete le uova insieme al latte e all’olio, quindi aggiungete lo stracchino ed amalgamate bene con un cucchiaio. In un’altra ciotola setacciate la farina con il parmigiano ed il lievito. Versate adesso gli ingredienti umidi nella ciotola di quelli secchi ed amalgamate rapidamente; unite quindi le zucchine e le noci di macadamia tostate, aggiustate di sale e pepe, mescolate velocemente e versate l’impasto negli stampini da muffin, riempiendoli per i 2/3 (io inserisco dentro i pirottini di carta, che potete benissimo omettere ma se il vostro stampo non è in silicone, allora dovrete prima imburrare ed infarinare!).
Fate cuocere nel forno già caldo a 180° C per circa 35 minuti, o comunque fino a che i muffins non saranno gonfi e dorati e, facendo la prova stecchino, questo uscirà pulito (col mio forno, io cuocio anche circa 10 minuti in più solo per la parte inferiore, coprendo la superficie con un foglio di carta da forno se necessario). Lasciate raffreddare prima di sformare e gustare 😉


Con questa ricetta partecipo al contest “Piccolo ma Buono”, di Scamorze ai Fornelli… Io adoro i fingefood o comunque le monoporzioni salate, quindi son tutta nel mi’centro, come si dice dalle mie parti 😉 Vi lascio il banner, cliccate per le info!

23 maggio 2011

Crumble Salato di Zucchine e Robiola

Posted in infornati e gratinati, Le mie ricette tagged , , , , , a 11:29 am di pixel3v

Dopo il crumble dolce, ecco quello salato (per le spiegazioni ed i consigli riguardanti il crumble vi rimando di là)…
Ad onor del vero, devo dire che lo spunto per questo Crumble Salato di Zucchine e Robiola l’ho preso da qui, anche se ho cambiato diverse cose… Diciamo che da qui ho preso l’ispirazione per l’accoppiata “zucchine + robiola” e stop 😉 Vi segnalo comunque altri due ottimi accoppiamenti, per quanto riguarda i crumbles di zucchine: quello di Semi di Papavero con la feta e quello di Vaniglia con il caprino fresco… Yum!
Piccolo appunto: io ho usato delle pirofile dal diametro di 13 cm, non sono grandi ma forse una a testa è eccessiva; con le stesse dosi però, potrete ottenere all’incirca 7 crumble preparati in cocottine dal diametro di 8-9 cm (più giuste per essere monoporzione).

INGREDIENTI (per 4 pirofile rotonde dal diametro di 13 cm ciascuna)
500 gr. di zucchine (io ne usate 5 medie)
200 gr. di robiola fresca
4 crackers classici
110 gr di burro freddo + quello per le pirofile
180 gr. di farina
30 gr. di parmigiano grattugiato
25 gr. di granella di nocciole (circa 20 gr?)
olio extravergine di oliva
pan grattato per le pirofile
sale
pepe

PREPARAZIONE
Per prima cosa togliete il burro dal frigo: serve che sia a temperatura ambiente!
Lavate le zucchine, tagliatele a rondelle e fatele rosolare in padella con poco olio per una decina di minuti; aggiustate di sale, macinate un po’ di pepe, quindi lasciate intiepidire. Nel frattempo, imburrate le vostre pirofile (meglio monoporzione, come dicevo qui) e spolverizzatele con il pan grattato.
In una ciotola, poi, mescolate le zucchine con la robiola ed i crackers sbriciolati, quindi distribuite questo composto nelle cocottine formando uno strato di base unico, senza spazi vuoti
Tagliate il burro a tocchetti e mescolatelo in una terrina con la farina, il parmigiano, un pizzico di sale, una macinata di pepe la granella di nocciole; lavorate con le mani fino ad ottenere un impasto bricioloso che dividerete sulle pirofiline ricoprendo le zucchine. Infornate a 180° C per 30 minuti, o comunque finché la superficie dei crumbles non sarà dorata. Servite tiepidi (più o meno una mezz’ora dopo averli sfornati), e cercate di non farli avanzare, che riscaldati son buoni, sì, ma non come appena sfornati 😉

Con questa ricetta partecipo al contest de La Banda Dei Broccoli… Leggete bene cliccando sul banner qui a lato: l’idea è grandiosa, ricettine gustose dolci e salate preparate ad arte per “occultare” quegli ingredienti genuini e salutari davanti ai quali spesso i piccoli (ma anche i grandi, eh!) storcono il naso! In effetti, quale miglior modo di far mangiare le verdure (in questo caso, ma anche la frutta, nel caso dei crumble dolci) ai bimbi, se non “nascondendola” sotto uno strato croccante e gustoso di briciole? 😉 )
Questo contest sta dunque dalla parte dei bimbi, per aiutare e sostenere questo spazio a loro dedicato… Partecipate numerosi!

28 giugno 2010

Udon all’Italiana (in tutti i sensi)

Posted in Le mie ricette, pasta, pastasciutta & simili, piatti etnici / esotici, vegetariani tagged , , , , , , , , a 4:13 pm di pixel3v

Oggi il mio blog si veste del tricolore 🙂 Proprio così: questi sono infatti Udon all’Italiana (in tutti i sensi) proprio perché li ho cucinati con verdure nostrane e di stagione, verdure che, se messe insieme, formano il tricolore: verde come le zucchine, bianco come i porri e le cipolline fresche, rosso come i pomodorini. E però la pasta non è certo italiana, anzi: questi sono Udon, ossia noodles (spaghetti giapponesi) di grano tenero. La varietà di Udon che tutti noi conosciamo, o meglio, che i ristoranti giapponesi in Italia ci fanno conoscere, è quella più comune (quelli che somigliano a dei pici, dato lo spessore…), ma ne esistono tantissime varietà; i miei sono piatti e larghi come delle tagliatelle 🙂
So bene che parlare di Italia e di tricolore adesso che la nostra nazionale è appena uscita dal mondiale (e, aggiungerei, ne è uscita anche piuttosto male) potrebbe scatenare le peggiori reazioni… Beh, io credo che il fondo lo abbiamo toccato, e che peggio di così non potrà andare, in futuro. In ogni caso, caro Prandelli, da adesso è tutto nelle tue mani… Guarda di fare un bel lavoro di risanamento a questa squadra, su 😉

INGREDIENTI (per 3 persone)
4 zucchine
2 porri
3 cipolline fresche
10 (circa) pomodori ciliegini
125 gr. di udon
sale
acqua (o olio, se intendete soffriggere le verdure e non stufarle)
salsa di soia

PREPARAZIONE
Affettate le zucchine, i porri e le cipolline a fettine sottili e fate a pezzetti i pomodorini. Cuocete tutte le verdure nella wok: prima le zucchine, dopo una decina di minuti i porri e le cipolline, a fine cottura i pomodori; aggiungete un pizzico di sale durante la cottura delle zucchine ed un altro non appena avrete unito i pomodorini. Io ho stufato tutto, aggiungendo poca acqua ogni tanto, per non fare attaccare le verdure, ma se preferite potete soffriggere con olio d’oliva: ovviamente, con l’olio saranno più saporite, ma stufate saranno più leggere 🙂
Quando le verdure saranno cotte e l’acqua totalmente evaporata aggiungetevi gli udon (non cuoceteli a parte!) ed unite mezzo bicchiere d’acqua; fate cuocere a fuoco medio per pochi minuti, quando vedrete che gli udon si saranno inteneriti. A fine cottura aggiungete un filo di salsa di soia e servite.

E ora, veniamo alla musica: ecco qui una canzone che ho riascoltato per caso pochi giorni fa alla radio… Uno di quei pezzi di cui è facile scordare titolo ed autore: Two Princes degli Spin Doctors vi dice niente? A me inizialmente no, poi però ascoltandola… Me ne sono venute in mente, di cose 😉
E allora… beccatevela 😀

18 maggio 2010

Strangozzi (di Zucchine) Aglio, Olio e Peperoncino

Posted in calcio, contorni, Le mie ricette, pasta, pastasciutta & simili, vegetariani tagged , , , , , , , a 12:24 pm di pixel3v

Sì, avete letto bene… Non sto parlando della pasta classica, ma di strangozzi fatti con le zucchine, sìsì… 🙂 E’ buffo, lo so, e fino a pochi giorni fa non ne avevo neanche sentito parlare 🙂 Poi Djun, sul Forum di SaiCosaTiSpalmi, ha parlato del suo Spirali… Inutile dire che mi sono innamorata! Come non innamorarsi di un oggetto da cucina che ti taglia frutta e verdura a listarelle finissime e arricciolate come fossero dei veri spaghetti?? :mrgreen:
Non possiedo quel sensazionale oggetto come avrete capito, quindi i miei spaghetti non sono venuti proprio perfettissimi (li ho tagliati a mano, con infinita pazienza), e anzi, somigliano più a degli strangozzi, appunto, poiché hanno la sezione squadrata… Però insomma, era doveroso citare l’antefatto perché è stato proprio quel post su quel buffo oggetto (che mi sa ben presto mi farò regalare 😉 ) che mi ha dato lo spunto per questa ricetta semplicissima 🙂
Quindi: la base sono le zucchine, verdure duttilissime per questo tipo di preparazione, verdure che tra l’altro in questo periodo sono presenti in ogni mercato in tutto il loro splendore (e come non approfittarne!!)… E per non sminuire questa verdura così bella e così buona ho cercato di condire gli “strangozzi” nel modo più semplice e più tradizionale possibile: ecco a voi i miei Strangozzi (di Zucchine) Aglio, Olio e Peperoncino:

INGREDIENTI (per 4 persone)
8 zucchine
4 spicchi d’aglio
2 peperoncini rossi essiccati
6 cucchiai d’olio extravergine di oliva

PREPARAZIONE
Lavate bene le zucchine; se volete potete anche sbucciarle, io però non l’ho fatto (sarebbe solo per una questione estetica: senza la buccia verde somiglierebbero ovviamente di più a della pasta vera e propria!). A questo punto riducetele in strangozzi: se avete lo strumento di cui sopra non sto a dirvi io come fare; se invece, come me, ne siete sprovvisti, tagliate le zucchine a fettine sottilissime, quindi tagliate a listarelle verticali ogni fettina 🙂
Preparate un trito fine con l’aglio ed i peperoncini; scaldate l’olio in una padella e fatevi dorare il trito (non fatelo annerire!) unendovi le zucchine fin quasi da subito; cuocete per 5 minuti al massimo, o insomma, quando vedrete che gli “strangozzi” saranno morbidi e l’aglio ben dorato. Se preferite, potete cuocere le zucchine a vapore prima e saltarle nell’olio solo all’ultimo, oppure lasciarle direttamente crude e poi condirle.

Nota 1: so bene che ognuno ha la sua personalissima versione del condimento “aglio, olio e peperoncino”; personalmente, io amo che gli ingredienti in questione si sentano bene “sotto i denti”, seppur ridotti in trito, e non che il mio condimento consti solo di olio insaporito; comunque, se proprio non ce la fate, lasciate gli spicchi d’aglio ed i peperoncini interi e toglieteli prima di servire 😉
Nota 2
: nel caso in cui vi stiate chiedendo se un pasto del genere può sostituire il tradizionale piatto di pasta… Beh, le zucchine sono prive di grassi, hanno poche calorie e sono ricche d’acqua, quindi diciamo che pur non avendo, come è ovvio, lo stesso apporto calorico e proteico della pasta, danno comunque la sensazione di sazietà…
Nota 3
: una dadolata di pomodori crudi aggiunta a questo condimento non ci stona affatto 😉

Oggi sono felice, ebbene sì, e consentitemi di dirlo anche qui: Amala, Pazza Inter, Amala!!! Eh sì ragazzi, anche il secondo obiettivo è stato raggiunto, lo Scudetto è nostro anche quest’anno e, come ha detto il nostro mitico Capitano, abbiamo vinto contro tutto e tutti… E proprio ai miei (nostri) “nemici” voglio dedicare, musicalmente parlando, questo tuffo nel passato di oggi: ecco qua i Lit, con My Own Worst Enemy, un gruppo che all’epoca mi piaceva molto (come dimenticare il video in cui il gruppo in versione lillipuziana “passeggia” su Pamela Anderson? 😀 )…

28 dicembre 2009

Noodles con Verdure

Posted in Cina, Giappone, Le mie ricette, pasta, pastasciutta & simili, piatti etnici / esotici, vegetariani tagged , , , , , , , , a 10:46 pm di pixel3v

Ma non siete pieni strapieni di cibo in questi giorni di festa? Io sì, eppure… Questi mi fanno gola, sarà che la cena giappo-cinese di ieri sera me li ha rimessi in mente… E allora vi propongo un primo piatto molto appetitoso e allo stesso tempo sano e leggero: i Noodles con Verdure. Si tratta di un piatto asiatico, data la presenza, appunto dei “noodles”, i vermicelli di soia tanto amati in Cina, ma io di solito lo “italianizzo” grazie alla presenza di verdure nostrali. Ecco qua:

INGREDIENTI (per 4 persone)
300 gr. di noodles
2 carote
2 zucchine
2 porri
curry
salsa di soia

PREPARAZIONE
Cuocete nella wok con un po’ d’olio le verdure tagliate a fettine, iniziando con le carote, quindi con le zucchine e, per finire, con i porri, che saranno i primi ad ammorbidirsi. Cuocete i noodles per un paio di minuti in acqua bollente (di solito, appena l’acqua bolle si mettono i noodles a mollo, ma a fuoco spento); scolateli e fateli saltare nella wok insieme alle verdure aggiungendo due pizzichi di curry, che farà le veci del sale dando un tocco di sapore in più. Utilizzate, eventualmente, della salsa di soia per insaporire 😉

Ah, in molti mi dicono che i peperoni ci stanno molto bene… Beh, sul mio blog sicuramente non troverete mai ricette a base di peperoni, perchè quel che cucino e vi racconto me lo mangio pure, ed i peperoni io proprio non me li posso mangiare… 😦 Ma se ce li volete mettere fate pure 😀

10 aprile 2008

Sfogliata di Zucchine e Ricotta

Posted in Le mie ricette, torte salate & affini tagged , , , , , a 12:32 am di pixel3v

Le torte salate sono una delle cose che adoro cucinare. Eccone una che faccio spesso: la Sfogliata di Zucchine e Ricotta. L’ho cucinata di nuovo la scorsa settimana per rinfrescarmi la memoria e… eccola qua!

INGREDIENTI (per 6-8 persone)
8 zucchine di taglia media
250 gr di ricotta
1 confezione di pasta sfoglia pronta
80 gr di parmigiano grattugiato
1 cipolla
1 ciuffo di prezzemolo fresco
1 ciuffo di erba cipollina fresca (ma va bene anche se liofilizzata)
olio extravergine di oliva
½ l d’acqua
sale
pepe

PREPARAZIONE
Lavate le zucchine, togliete loro le estremità e tagliatele a pezzetti molto piccoli in una casseruola. Preparate un trito (non è necessario che sia finissimo) con la cipolla, il prezzemolo e l’erba cipollina ed aggiungetelo alle zucchine. Unite un filo d’olio, un pizzico di sale, una grattata di pepe, l’acqua ed avviate la cottura a fiamma moderata, con la pentola semicoperta, mescolando di tanto in tanto. Tenete il composto sul fuoco per circa un quarto d’ora (o comunque fino a quando le zucchine non si saranno ammorbidite), quindi scolatelo molto bene (il miscuglio dovrà risultare decisamente asciutto) e lasciatelo raffreddare. Intanto, preriscaldate il forno a 200°. Quando le zucchine si saranno raffreddate, unite la ricotta e il parmigiano fino ad ottenere un composto omogeneo, quindi regolate di sale. Stendete dunque la pasta sfoglia in una teglia da forno in modo da lasciar fuoriuscire parte dei bordi, punzecchiate il fondo della pasta con una forchetta, quindi disponete il composto nella teglia, livellandolo uniformemente e richiudendo i bordi in eccesso sulla superficie. Infornate e cuocete per circa 40 minuti, o comunque fino a quando la pasta sfoglia non sarà decisamente dorata.

Un consiglio: se potete, cucinatela il giorno prima di servirla, o comunque qualche ora prima. A temperatura ambiente rende molto, molto di più!!  🙂


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: