27 febbraio 2012

Muffins Salati con Zucchine, Stracchino e Noci di Macadamia

Posted in infornati e gratinati, Le mie ricette, pane e lievitati tagged , , , , , , , , , , , a 1:43 pm di pixel3v

Ebbene sì, confesso: mi sono innamorata delle Noci di Macadamia… Una di quelle cose di cui avevo spesso sentito parlare senza però aver mai approfondito l’argomento. O forse, fino a poco tempo fa non si trovavano facilmente nei supermercati, non so… Fatto sta che non molti giorni fa me le sono ritrovate davanti al naso, una sacchettata di 300 gr. in offerta. La cosa mi ha incuriosita (fino ad allora credevo che “Macadamia” fosse una località, pensate un po’, invece è il nome dell’albero sul quale cresccono – in Australia principalmente) e mi son detta “intanto le prendo, poi si vede”. Arrivata a casa ho aperto al busta e… un sogno 😀 Credo di poter affermare che siano in assoluto la mia frutta secca preferita (sempre dopo i pistacchi, s’intende)… Non allappano la bocca, sono dure ma non troppo, non restano conficcate tra i denti, sono saporite al punto giusto e si prestano (ma vabbè, come tutta la frutta secca in fondo) a preparazioni sia dolci che salate… Infatti è quel che ho fatto io: oggi vi presento dei Muffins Salati con Zucchine, Stracchino e Noci di Macadamia, ma presto vi delizierò anche con un ottimo dolcino da leccarsi i baffi… Prima, però, si parte col salato 😉


Questi muffins restano un po’ più morbidi del solito anche una volta raffreddati (sono meno “asciutti” del normale), grazie alla presenza dello stracchino, ingrediente non necessario (se lo togliete, però, aggiustate il resto) ma straconsigliato 😉 Ecco la ricetta:



INGREDIENTI (PER CIRCA 15 MUFFINS)
3 zucchine medie
2 uova
200 mi latte
70 ml di olio d’oliva
165 g di stracchino morbido
240 g di farina
100 g di parmigiano grattugiato
15 g di lievito per torte salate (io uso la baking powder che va bene sia per i dolci che per i salati)
½ cucchiaino di bicarbonato
60 gr. di noci di macadamia (senza guscio, al naturale)
sale
pepe

PREPARAZIONE
Tritate grossolanamente le noci di macadamia (io mi sono aiutata col fondo di un bicchiere) e tostatele a secco in padella per pochi minuti, quindi tenetele da parte. Nella stessa padella scaldate l’olio, tagliate le zucchine a pezzetti piccoli e saltatele per qualche minuto; aggiustate di sale e lasciate intiepidire.
In una ciotola sbattete le uova insieme al latte e all’olio, quindi aggiungete lo stracchino ed amalgamate bene con un cucchiaio. In un’altra ciotola setacciate la farina con il parmigiano ed il lievito. Versate adesso gli ingredienti umidi nella ciotola di quelli secchi ed amalgamate rapidamente; unite quindi le zucchine e le noci di macadamia tostate, aggiustate di sale e pepe, mescolate velocemente e versate l’impasto negli stampini da muffin, riempiendoli per i 2/3 (io inserisco dentro i pirottini di carta, che potete benissimo omettere ma se il vostro stampo non è in silicone, allora dovrete prima imburrare ed infarinare!).
Fate cuocere nel forno già caldo a 180° C per circa 35 minuti, o comunque fino a che i muffins non saranno gonfi e dorati e, facendo la prova stecchino, questo uscirà pulito (col mio forno, io cuocio anche circa 10 minuti in più solo per la parte inferiore, coprendo la superficie con un foglio di carta da forno se necessario). Lasciate raffreddare prima di sformare e gustare 😉


Con questa ricetta partecipo al contest “Piccolo ma Buono”, di Scamorze ai Fornelli… Io adoro i fingefood o comunque le monoporzioni salate, quindi son tutta nel mi’centro, come si dice dalle mie parti 😉 Vi lascio il banner, cliccate per le info!

20 febbraio 2012

Barchette Integrali alla Crema di Noci e Parmigiano con Confettura di Fichi

Posted in antipasti e fingerfood, Le mie ricette tagged , , , , , , , , , a 1:15 pm di pixel3v

Stavolta sono stata brava, ho lasciato passare solo una settimana dal mio ultimo post… Sì, l’avevo detto che sarei tornata con una certa frequenza in effetti, e mi sto dando da fare cucinando a più non posso nei ritagli di tempo… Sono contenta di riuscire a farlo, e ultimamente sto sperimentando un sacco di cose 🙂
Anche queste Barchette Integrali alla Crema di Noci e Parmigiano con Confettura di Fichi sono state un esperimento, esperimento portato a cena da amici sabato sera e, parrebbe, ben riuscito… La confettura di fichi ci sta da dieci e dona un tocco di dolcezza e di morbidezza alla consistenza asciutta delle barchette. Provare per credere 😉


INGREDIENTI (per 12 barchette)
Per la pasta brisèe integrale
:

100 gr. di farina 00
80 gr. di farina integrale
40 gr. di parmigiano grattugiato
1 pizzico di sale
110 gr. di burro (freddo di frigo)
1 tuorlo
2 cucchiai d’acqua fredda
Per il ripieno
:
150 gr. di parmigiano grattugiato
2 tuorli
200 ml di panna fresca
½ cucchiaino di sale
1 cucchiaio di maizena
50 gr. di gherigli di noci da tritare + 12 mezzi gherigli interi
latte q.b.
confettura di fichi q.b.

PREPARAZIONE
Preparate la pasta brisèe: mescolate le farine, il parmigiano grattugiato ed il sale, quindi unite il burro freddo a tocchetti e, con la punta delle dita, lavorate fino ad ottenere un composto granuloso; unite il tuorlo e l’acqua, impastate velocemente, quindi avvolgete con un foglio di pellicola e fate riposare al fresco per 30 minuti.
Nel frattempo, pensate al ripieno: in un pentolino mescolate il parmigiano grattugiato con i tuorli, quindi versatevi la panna fresca, unite il sale e cuocete a fuoco bassissimo mescolando continuamente con la frusta manuale; quando il composto inizierà a bollire unite la maizena, mescolate bene e togliete subito dal fuoco, che la crema si addenserà velocemente; unite i gherigli tritati (quasi ridotti in polvere) e lasciate intiepidire.
Preparate le barchette stendendo la pasta e rivestendovi degli stampini precedentemente imburrati ed infarinati; praticate dei fori con una forchetta, quindi infornate a 200° C e cuocete in bianco per circa 15 minuti. Estraete le barchette dagli stampini e riempitele con la crema di parmigiano (se nel frattempo fosse troppo rassodata, rimettetela 2 minuti sul fuoco basso con 3/4 cucchiai di latte e tornerà subito cremosa), quindi reinfornate altri 15 minuti. Sfornate quando la pasta sarà ben cotta e la crema ben solida, quindi lasciate raffreddare. Al momento di servire ponete un cucchiaino di confettura di fichi su ogni barchetta e completate con metà gheriglio di noce sopra alla confettura.

Vi lascio con un pezzo che adoro, colonna sonora del mio film preferito, “Se mi lasci ti Cancello” (capolavoro con la Winslet e Jim Carrey)… Back e la sua Everybody’s Gotta Learn Sometimes: ascoltatela se non la conoscete 🙂

Con questa ricetta partecipo al Contest “La Frutta Secca!”, di Ilaria (Dolci Passioni): avete ancora poco tempo, affrettatevi 😉

1 luglio 2011

Barchette Salate al Parmigiano con Noci e Paprika Dolce

Posted in antipasti e fingerfood, Le mie ricette, torte salate & affini tagged , , , , a 11:56 am di pixel3v

Mammamia, giugno è già finito… Sembra ieri che ho festeggiato il mio compleanno, e invece è già passato un mese esatto. E’ già luglio, vi rendete conto?! Soprattutto, è già luglio ed io traffico sempre intorno al forno 😛 No, dai, in realtà queste Barchette Salate al Parmigiano con Noci e Paprika Dolce le ho preparate qualche setttimana fa, che il caldo non era ancora così asfissiante, per testare il mio nuovo stampo da barchette 😛 Per la ricetta mi sono ispirata ai “piccoli cake al parmigiano” di Sigrid del suo libro “Regali Golosi”… Cambiando qualche cosina-ina 🙂

INGREDIENTI (per 14 barchette, lunghezza 10 cm, larghezza max 4 cm, altezza 3 cm)
2 uova
65 ml di latte
65 ml d’olio extravergine di oliva
120 gr. di farina 00 + quella per infarinare gli stampini
10 gr. di baking powder (lievito non zuccherato né vanigliato)
70 gr. di parmigiano grattugiato
2 cucchiaini colmi di paprika dolce
50 gr. di noci (gherigli)
1 pizzico di sale
pepe
burro per gli stampini

PREPARAZIONE
Preriscaldate il forno a 180° C. In una ciotola sbattete le uva con il latte e l’olio, quindi unite la farina, il lievito, il parmigiano, la paprika, le noci sminuzzate, il sale ed una macinata di pepe; mescolate velocemente, quindi riempite (non proprio fino in cima) gli stampini (io ho usato le barchette ma va bene qualunque stampo, considerate che l’impasto ha la consistenza dei cake) precedentemente imburrati ed infarinati (se non sono in silicone, come i miei) ed infornate per circa 20 minuti, o comunque fino a che le barchette non saranno gonfie e dorate e, facendo la prova stecchino, questo uscirà pulito. Aspettate che intiepidiscano, quindi sformate e servite.

Oggi si torna ad ascoltare un po’ di musica, come non accadeva da tempo. Lo facciamo con un pezzo degli anni ’90 (l’originale è anche più ecchio a dire il vero) che amo particolarmente: Enjoy Killing Me Softly dei Fugees… Malinconico, ok, ma molto bello… Quindi sorridete, non piangete: è venerdì!!! Buona settimana a tutti 😉

10 giugno 2011

Tagliatelle alle Mandorle e Semi di Papavero

Posted in Le mie ricette, pasta, pastasciutta & simili, vegetariani tagged , , , , , , a 12:14 pm di pixel3v

Vi capita mai di guardarvi indietro e sorridere al pensiero di come eravate, che so, anche solo due anni fa, constatando con stupore i cambiamenti, positivi o negativi che siano, che avete fatto? Io cerco di non farlo mai, o almeno, cerco di guardare molto più indietro piuttosto che al passato recente. Perchè se penso a com’ero due anni fa a quest’ora… Ecco, ero esattamente così, come adesso, nè più nè meno… Nessun passo avanti, nessun passo indietro, nessun cambiamento, nessuna svolta. La svolta che aspetto da un po’ e che non arriva mai. Ecco, io non vedo l’ora di potermi guardare indietro e dire: “Quanta strada ho fatto da allora!”, senza per questo però dover per forza riferirmi ai tempi del liceo 😛 Arriverà quel momento eh… E allora ripenserò ad oggi, 27 anni compiuti da una decina di giorni, e sorriderò al pensiero di come mi è cambiata la vita da allora. Ma questa è un’altra storia… Di fantasia, per adesso.
Bene, fine dello sfogo e spazio al cibo. Ecco, sì, una cosa c’è di diverso: i miei gusti in fatto di cibo son cambiati davvero, non c’è che dire. Queste Tagliatelle alle Mandorle e Semi di Papavero, qualche anno fa, non le avrei mai mangiate: odiavo le mandorle e neanche, credo, sapevo dell’esistenza dei semi di papavero. Se non altro, ecco, posso dire che dal punto di vista culinario mi sono senza dubbio arricchita… Ah: la ricetta, rivisitata leggermente, proviene da un’altra delle riviste di cucina anni ’90 gentilmente donatemi dalla suocera 😉

INGREDIENTI (per 4 persone)
80 gr. di mandorle a scaglie
20 gr. di burro
200 ml di panna fresca
50 gr. di farina di mandorle
20 gr. di parmigiano grattugiato
400 gr. di tagliatelle all’uovo (pasta fresca)
2 cucchiai di semi di papavero

PREPARAZIONE
In una padella antiaderente tostate a secco le mandorle per un paio di minuti, quindi tenetele da parte; nel frattempo, mettete a bollire l’acqua per la pasta. Nella stessa padella dove avete tostato le mandorle fate sciogliere il burro, quindi unite la panna, la farina di mandorle ed il grana grattugiato; lasciate cuocere a fuoco basso fino a che il tutto non si sarà addensato (giusto cinque minuti). Una volta cotte le tagliatelle scolatele al dente e fatele saltare per un paio di minuti nella padella, aggiungendo quasi tutte le mandorle tostate ed i semi di papavero; mescolate bene affinché il tutto si amalgami al meglio, quindi impiattate decorando ogni piatto con le mandorle rimaste.

Con questa ricetta partecipo al contest di Angela… Perchè le mandorle sono anche per me, anche se solo da pochi mesi, una vera e propria “gemma di bontà” 😉

13 aprile 2011

Biscottini Salati di Riso al Parmigiano con Semi di Papavero

Posted in antipasti e fingerfood, Le mie ricette tagged , , , a 11:31 am di pixel3v

L’altro ieri vi stavo dicendo appunto che, grazie ai miei amici sanvincenzino-senesi, avevo scoperto che  la Marmellata di Cipolle Rosse si sposava bene non solo coi formaggi, ma anche con certi biscottini salati e formaggiosi… Beh, signori e signore, ecco qua a che cosa mi riferivo 😛
Altra ricettina svelta svelta ma di sicuro effetto da proporre ad un aperitivo, questi Biscottini Salati di Riso al Parmigiano con Semi di Papavero fanno la loro porca figura, credetemi, col loro saporino formaggioso e la loro consistenza friabile… Uno tira l’altro! Ed è anche per questo che ho raddoppiato le dosi suggerite da Sigrid nel suo Regali Golosi (eh sì perché questa ricetta viene da lì!)… Perchè tanto in tempo zero i vostri ospiti ve li spazzoleranno, garantito! 😀 Anche se, non so bene perché, anche se utilizzassi le dosi di Sigrid, me ne verrebbero comunque di più (lei dice 20… Io, senza raddoppiare, meno di 35 non li ottengo, boh!).

I biscottini originali di Sigrid hanno lo zafferano in realtà, ma io la prima volta non l’avevo a casa ed avendoli preparati in fretta e furia per una cena dell’ultimo momento, unii al parmigiano dei semi di papavero (invece dello zafferano, appunto), che non hanno un gran sapore ma fanno colore e simpatia, IMHO 😳 Poi questa versione ha avuto così tanto successo che li ho riproposti anche in altre occasioni (Ad esempio, appunto, per portarli dai miei amici sanvincenzino-senesi!), senza mai provare con lo zafferano… Ma anche così son favolosi 😉

INGREDIENTI (per circa 80 biscottini rotondi, diametro circa 4 cm)
240 gr. di burro a temperatura ambiente
200 gr. di parmigiano grattugiato
200 gr. di farina 00
160 gr. di farina di riso
5 cucchiaini di semi di papavero
1 pizzico di sale
2 tuorli

PREPARAZIONE
Con una forchetta o con le dita, mescolate il burro morbido con il parmigiano, quindi unite le due farine, i semi di papavero ed il sale e mescolate. Unite quindi i tuorli ed impastate bene fino ad ottenere un composto omogeneo. Formate una palla e lasciate che l’impasto riposi al fresco per almeno un’ora.
Trascorso il tempo di riposo, stendete l’impasto con il matterello a circa 0,5 cm, quindi ritagliate i biscotti della forma che preferite. Poneteli su una leccarda rivestita con carta da forno e fate cuocere nel forno già caldo a 200° C per 10 minuti.

E dopo il cibo, la musica: questo è secondo me il pezzo più bello degli ABBA… La canzone si chiama The Winner Takes It All e, tra parentesi, spero (non ci credo granchè, ma ci spero tanto…) sia di buon auspicio per stasera… Chi vince prende tutto, dunque… Non si vince (ditemi voi, 4 gol di scarto bisognerebbe fare!!), ma se si vince… 😀 Mettetecela tutta ragazzi, almeno quello… Almeno la soddisfazione di vedere in campo 11 guerrieri e non 11 pecorelle, quello sì eh! AMALA!

21 ottobre 2010

Millefoglie di Parmigiano con Tonno Fresco e Radicchio di Chioggia all’Aceto Balsamico

Posted in antipasti e fingerfood, Le mie ricette tagged , , , , , , , , a 3:06 pm di pixel3v

Sfogliando distrattamente una rivista, l’altro giorno mi sono imbattuta in una ricettina simpatica e veloce: se ne stava laggiù, in un angolino, la pagina interamente occupata dalla pubblicità del Grana Padano… E piccola piccola, la ricetta consigliata dalla suddetta azienda, che ha subito attirato la mia attenzione. Ora, non sono qui a far pubblicità (anzi, ammetto che io non ho usato il Grana Padano… :oops:), però per dovere di cronaca era giusto che citassi la fonte. Ora che ho la coscienza più pulita, vi spiego come ho proceduto per preparare questi sfiziosi Millefoglie di Parmigiano con Tonno Fresco e Radicchio di Chioggia all’Aceto Balsamico:

INGREDIENTI (per 4 millefoglie, diametro 12 cm circa)
1 limone (succo e scorza)
200 gr. di carpaccio di tonno (non affumicato, che il sapore sarebbe troppo forte)
100 gr. di radicchio di Chioggia (circa 7/8 foglie)
100 gr. di parmigiano grattugiato
olio extravergine di oliva
sale
pepe
aceto balsamico

PREPARAZIONE
Preparate una citronette con olio, limone (al quale avrete precedentemente grattugiato la scorza, che vi servirà alla fine), sale e pepe. Stendete le fette di tonno su un vassoio e lasciatele marinare un’oretta con quasi tutta la citronette; lavate e tagliate finemente le foglie di radicchio, eliminando la costola, quindi ponetele in una ciotola ed irroratele con la citronette rimasta, aggiungendovi anche un cucchiaino di aceto balsamico.
Adesso preparate le cialde: preriscaldate il forno a 220° C, stendete un foglio di carta da forno su una placca e ponetevi il parmigiano grattugiato a cucchiaiate (un cucchiaio scarso forma una cialda), appiattendo ogni montagnola col retro del cucchiaio fino ad ottenere come dei dischi (con queste dosi ne ho ottenuti 16 esatti). Infornate un paio di minuti, tempo necessario alla preparazione delle cialdine (controllatele comunque), quindi sfornate e lasciatele raffreddare.
Preparate quindi i millefoglie ponendo in ogni piatto da portata una cialda, sovrapponendo ad essa una fettina di tonno e, ancora, una cucchiaiata di radicchio; insaporite con un filo di aceto balsamico e procedete con il secondo strato (altra cialda, tonno, radicchio, aceto balsamico) ed infine con il terzo. Ultimate ogni millefoglie con un’ultima cialdina (ve ne serviranno quindi quattro per ogni millefoglie che preparerete), decorate con la scorza del limone e servite subito 🙂

Ah: forse non si capisce dal mio blog ma… Io adoro le cialdine di parmigiano 😀
Ho solo un’altra ricetta a base di cialde di grana nel blog… Devo inventarmici qualcos’altro per forza: son veloci a farsi, versatili e strabuone 😛

Oggi ci spostiamo (con la musica, intendo) in Gran Bretagna, con un gruppo che ha fatto la storia del brit pop anni ’90… Classico dei classici, loro sono gli Oasis con la mitica Wonderwall 😀

12 luglio 2010

Insalata di Germogli di Soia, Sedano e Pere

Posted in insalate miste, Le mie ricette tagged , , , , , , , , a 4:28 pm di pixel3v

Ecco un’altra insalatina rapida, fresca e sfiziosa 😉 Ultimamente mi sto lanciando in accostamenti di sapori un po’ insoliti, lo so, sarà il caldo che mi dà alla testa 🙄 No, in realtà il fatto è che con le temperature che superano i 40° verrebbe da mettere in tavola solo pomodori, mozzarella e frutta fresca… Però non mi va di rinunciare ai miei piccoli momenti-esperimenti culinari, quindi sì, io continuo a cucinare proponendo piatti mangiabili anche con queste temperature torridissime 😕 … Pur cercando di variare 😉 Ed anche in questa Insalata di Germogli di Soia, Sedano e Pere, come vedete, la varietà non manca 😉 Ecco come procedere:

INGREDIENTI (per 3 persone)
1 pera
150 gr. di germogli di soia
4 coste di sedano
1 mazzetto di erba cipollina
2 cucchiai di salsa di soia
1 cucchiaio di olio di sesamo
1 cucchiaio di aceto di riso
1 cucchiaino di semi di senape nera
50 gr. di parmigiano

PREPARAZIONE
Sbucciate la pera, eliminate il torsolo e tagliatela a dadini; ponete i cubetti in una ciotola piena d’acqua per evitare che anneriscano. Lavate bene i germogli di soia e scolateli, quindi metteteli in un’insalatiera ed unitevi il sedano tagliato ad anelli e l’erba cipollina tritata. Preparate un’emulsione con salsa di soia, olio di sesamo ed aceto di riso; scolate i dadini di pera, uniteli agli altri ingredienti, quindi condite il tutto con la salsina preparata, amalgamando bene. Infine unite i semi di senape ed il parmigiano fatto a scaglie e servite.

Ed eccoci alla musica: col classico non si sbaglia mai… E allora eccovi i The Offspring con Come Out and Play 😉

9 novembre 2009

Tortino di Sfoglia al Parmigiano con Salsa di Spinaci

Posted in Le mie ricette, torte salate & affini tagged , , , a 3:28 pm di pixel3v

Ecco qui la mia passione: le torte salate 😀 Questa che sto per presentarvi è praticamente una torta salata ‘monoporzione’, dei tortini per la precisione. Qualcuno sostiene che questo genere di piatti sia poco ‘collocabile’ all’interno di un pasto: è un po’ pesante per essere un antipasto, ma allo stesso tempo è troppo poco per funzionare da pasto completo. Io me ne infischio però, e continuo ogni tanto anche a cimentarmi con questi tortini… 😉 E allora, ecco come si cucina il Tortino di Sfoglia al Parmigiano con Salsa di Spinaci:

INGREDIENTI (per 4 persone)
200 gr. di pasta sfoglia
200 gr. di parmigiano grattugiato
400 gr. di panna da cucina
1 uovo
1 cipolla
100 gr. di spinaci già cotti
20 gr. di burro
20 gr. di farina
sale
pepe
olio d’oliva

PREPARAZIONE
Stendete la pasta sfoglia, tagliatela in 4 e posizionatela negli stampini da forno, precedentemente imburrati e infarinati, facendo attenzione a farle prendere la forma; tagliate le parti in eccesso. Amalgamate bene 200 gr. di panna da cucina con l’uovo, il parmigiano, un pizzico di sale ed un po’ di pepe. Ponete il composto negli stampini foderati con la pasta sfoglia e metteteli nel forno già caldo a 200°C per 30 minuti. Nel frattempo preparate la salsa: in una padella fate soffriggere la cipolla tagliata a pezzetti con un po’ d’olio; in un’altra padella fate saltare gli spinaci con un pizzico di sale (io li salto senza olio). A questo punto frullate nel mixer la cipolla e gli spinaci insieme agli altri 200 gr. di panna, al burro e alla farina. Servite i tortini in un piatto da portata accompagnati dalla salsa a base di spinaci.

tortino di sfoglia al parmigiano con salsa di spinaci

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: