4 novembre 2010

Mini-quiches con Verza, Scamorza e Noci

Posted in Le mie ricette, torte salate & affini tagged , , , , , a 12:08 PM di pixel3v

E dopo aver abbondantemente arrotolato paste, modellato impasti di ogni genere ed esserci lanciati per un attimo nell’antica Persia, torniamo un attimo indietro.
Indietro, nel senso che per gli Involtini Primavera (fatti diverse volte ultimamente) avevo comprato palle e palle di verza… E si sa, quando mi metto in casa un ingrediente che non uso poi così spesso (anzi, quasi sconosciuto per me fino a poco tempo fa oserei dire) va sempre a finire che mi piace sperimentare… E alla fine è un bene, perché con gli ingredienti con cui ho più dimestichezza in realtà finisce che faccio sempre le stesse cose, mentre con la verza ad esempio, alla quale nella mia testa non avevo mai dato una collocazione ben precisa, ho tentato strade, diciamo così, alternative. Che poi, alternative non lo sono mica poi tanto…
Un passo indietro, appunto, dicevo. Un passo indietro che è anche una specie di ritorno alle origini. Perché? Beh, ovunque in questo mio blog non ho mai perso occasione per ricordare al mondo quanto io adori (cucinare e mangiare) sformati/sformatini e torte salate più o meno grandi, e… Quante vite sono che non ne cucino?? Non lo so più…!!
Basta quindi, si torna alle origini. Con la nuova arrivata, la verza, vi aspettano tre ricette semplici ma a prova anche dei palati più difficili (ve lo dico per esperienza personale: mia sorella odia la verza, eppure…!)… Si inizia oggi stesso, con delle tortine salate 🙂
In realtà si tratta di quiches, il che significa che c’è una base di pasta dura, mentre per il ripieno si aggiunge agli ingredienti che si vogliono usare (verza, scamorza e noci in questo caso) una sorta di impasto, liquido in realtà (ma che poi si rapprenderà in forno) costituito da uova, panna liquida (o latte) e poco parmigiano grattugiato. Questa è la base, di solito… Poi ci si può sbizzarrire con qualunque cosa ci passi per la testa: io ad esempio ho preparato delle Mini-quiches con Verza, Scamorza e Noci.

Le quiches possono essere anche preparate in uno stampo unico… Io però ho preferito preparane tante piccoline primo perché avevo i miei nuovi stampini da mini-crostatine da rinnovare ( :mrgreen: ), e secondo perché comunque ho un amore incondizionato per tutto ciò che è monoporzione… 😳
L’idea di unire alla verza la scamorza e le noci mi è venuta girovagando in rete: per la scamorza ho preso spunto da questa ricetta del Cavoletto, per le noci invece da questa ricetta di Kitchen q.b. Ah: seguendo il consiglio di Sigrid (Cavoletto) a questa pagina riguardo alla quiche perfetta, ho preparato io stessa la pasta; se non ne avete voglia potete comprarvi un rotolo di pasta brisèe (che è certamente più adatta della pasta sfoglia) anche se questa qui consigliata da Sigrid non ha eguali… E’ ufficialmente “la pasta da quiche” 😉

INGREDIENTI (per 9 mini-quiches diametro 10 cm, oppure 5 cocottes diametro 13 cm )
Per la pasta da quiche
:

200 gr. di farina
5 gr. di sale
90 gr. di burro
1 uovo
20 ml d’acqua
Per il ripieno
:

1 cipolla bionda
370 gr. di verza, peso da pulita (metà di un cesto grande)
180 gr. di scamorza non affumicata
80 gr. di noci, peso da sgusciate (per l’esattezza, 14 noci!)
2 uova
250 ml di panna fresca
1 cucchiaio di parmigiano grattugiato
olio extravergine di oliva
burro (per imburrare gli stampini)
sale
pepe nero

PREPARAZIONE
Preparate la pasta: in una ciotola lavorate la farina, il sale ed il burro a pezzetti (ammorbidito a temperatura ambiente) con le mani, fino ad ottenere un composto granuloso. Aggiungete quindi l’uovo e l’acqua e continuate ad impastare fino ad ottenere una pasta omogenea; formate una palla, avvolgetela con della pellicola e lasciatela riposare in frigo per 2 ore.
Nel frattempo, affettate sottilmente la cipolla e fatela imbiondire in padella con poco olio. Unitevi la verza tagliata a listarelle (private le foglie della costola dura), salate e lasciate che appassisca, cuocendo a fuoco basso, coperto, per circa 10 minuti. Lasciate intiepidire, quindi unite alla verza la scamorza tagliata a dadini ed i gherigli di noci sminuzzati; mescolate e tenete da parte.
Trascorso il tempo di riposo della pasta, tiratela fuori dal frigo e stendetela a 3 mm di spessore; ricavatene 10 dischi, coi quali rivestirete gli stampini da crostatine precedentemente imburrati. I miei stampini hanno un diametro di 10 cm, quindi ho ritagliato dei cerchi dal diametro di 10 + 4 cm (considerando i bordi degli stampi).
Distribuite negli stampini rivestiti con la pasta brisèe il mix di verza, scamorza e noci (un paio di cucchiaiate per ogni stampino) e pressate leggermente questo ripieno; in una terrina sbattete le uova con la panna ed il parmigiano grattugiato, unite un pizzico di sale ed una macinata di pepe e versate il composto negli stampini, distribuendolo equamente (a me son venuti precisi 4 cucchiai per ogni stampino). Cuocete nel forno già caldo a 190° C per circa 35 minuti, o comunque quando la superficie risulterà dorata e croccante (fate la prova stecchino comunque: se risulta asciutto, le quiche sono pronte), quindi proseguite la cottura poggiando la teglia sul piano più basso del forno per far cuocere meglio anche la base (io ce le ho tenute per 10 minuti). Servitele tiepide.

Quanto alla musica, oggi restiamo più attuali, con un pezzo bello carico dei The Strokes: ascoltatevi Last Nite 😉

14 commenti »

  1. luca said,

    mmmm bone…..:)

  2. Claudia said,

    Le voglio!!!!!!!!!!!!E’ un po’ di giorni che ho la voglia di quiche e patate al forno con il rosmarino 😛 ce la farò mai a finire ad un’ora decente di lavorare per cucinarli??! siamo fiduciosi va… 🙂

    • pixel3v said,

      mmmhhhh organizzati!! Non è lunga, è che son vari passaggi… semmai fai la pasta e poi prepara il ripieno anche qualche ora prima… E lasciati vicino all’ora di cena solo da rivestire gli stampi, riempirli col ripieno e poi versarci uova+panna+parmigiano sbattuti (quello fallo lì x lì)… 😀

      ps. le patate al forno son più rapide eh!! 😀

  3. pixel3v said,

    😀

  4. klaudia said,

    😀

  5. Claudia said,

    ehm..la pasta contavo di prenderla già fatta 😛 😛 😛 😛

  6. pixel3v said,

    @ Claudia: allora prendi la brisèe che è la meglio.. in un super fornito tipo Esselunga magari 😉

    @ Klaudia: 😉

  7. Sergio said,

    Molto buonooooooooooo

  8. Mela said,

    ciao Sara!
    Sono riuscita ad iscrivermi 😉

    Deliziose queste quiches, un modo interessante per cucinare la verza! Da provare!

    Bacioni
    Mela

    • pixel3v said,

      Ma ciao Mela, che bella sorpresa! Benvenuta e… grazie dei complimenti 😉
      E’ un modo per far mangiare la verza anche a chi non ne va matto (tipo mia sorella!)… Provale 😉
      Bacioni

  9. […] la seconda ricetta di questa mia breve parentesi verziana; come dicevo nel post delle Mini-quiches con Verza, Scamorza e Noci, anche in questo caso si tratta di una preparazione semplice e basilare, un ritorno alle mie […]

  10. […] rivelarsi un totale fallimento. Ho quindi riflettuto: tanto per cominciare, potrei preparare una pasta da quiche dolce, mettendo nell’impasto un pelino di zucchero, e tagliando la farina 00 con della farina di […]

  11. […] qui, quando vi raccontavo della pasta ideale per le quiches? Beh, stavolta non ce ne sarà bisogno: […]


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: